Venerdì 16 Novembre 2018
   
Text Size

PDL: CAMPAGNA PER IL DECORO URBANO. FOTOGALLERY

mottola-conferenza

Ieri sera, il gruppo del PDL ha presentato la bozza della campagna di comunicazione, intitolata “Conversano più civile per tutti”, per la promozione del decoro urbano della città.

L’iniziativa, ideata dal consigliere Nico Mottola con il supporto di un grafico, è stata definita come una “cura d’urto per i problemi di decoro e pulizia della città”, attuabile attraverso la proposta al sindaco Lovascio di tre ordinanze, “che inaspriscano le sanzioni contro chi sporca e danneggia”.

La prima va a sanzionare, con un’ammenda pari a 250 euro, l’abbandono – nei cassonetti o su suolo pubblico – dei rifiuti ingombranti e pericolosi. Pene più severe anche per writers, imbrattatori e vandali. In base alla seconda mozione d’ordinanza – “giocare” con una bomboletta di vernice potrebbe costare 500 euro, multa che raddoppia nel caso di danneggiamento di beni d’interesse storico-artistico o cultuale. Aggiunto anche il divieto di vendere bombolette spray non biodegradabili ai minori di 18 anni.

Giro di vite anche “contro le affissioni, i manifesti e i volantini (e simili) che provocano degrado: multa di 412 euro per i committenti della città e di 50 euro per gli autori materiali. Spiccano, in questo provvedimento, il divieto di lanciare manifestini (consentita solo la consegna diretta alle persone)”.

In questa ipotesi del PDL, non mancano una serie d’iniziative: l’istituzione di un Nucleo Decoro Urbano, che collabori con la Polizia Municipale e con le altre forze dell’ordine al rispetto delle ordinanze; il Patto per Conversano pulita, ovvero “un protocollo d’intesa con cui il Comune, coinvolgendo diversi soggetti, s’impegnerà a consolidare le azioni a tutela del decoro urbano”; il Progetto Murarte”, atto a individuare spazi opportuni a disposizione della creatività dei giovani artisti. Ed infine, I giorni del decoro, “per raccogliere partecipazione e impegno da parte dei cittadini e delle scuole in tema di pulizia della città”.

Insomma: “Chi imbratta paga, paga di più e davvero”.

Onor di cronaca, c’impone di segnalare il nascere di una querelle tra il Direttore del settimanale Fax, Michele Lorusso, il consigliere Mottola e il sindaco Lovascio.

A breve, un resoconto più dettagliato, con supporto video, dell’acceso scambio d’opinione.

Commenti 

 
#7 Angelo Lorusso2 2010-07-10 14:41
Condivisibile, certo.

Peccato che la città abbia bisogno di ben altro per ritornare un polo attrattivo.

Non credo che l'interesse dei visitatori di una città sempre più spenta sia calato in funzione della mancanza di decoro (anzi, a me sembra sia già una città abbastanza pulita, con episodi vandalici nella norma).

E forse il senso civile va alimentato a 360 gradi, anche a livello punitivo. Abbiamo un corpo di polizia municipale che raramente interviene nelle questioni di ordine pubblico, di traffico e parcheggi assurdi principalmente, che ingolfano una città già congestionata.

Però ad una punizione per un comportamento scorretto va affiancata la proposta di quello corretto: che ne è della viabilità ciclistica urbana? della rivalutazione e pubblicizzazione del sevizio di trasporto pubblico urbano?
Segnala all'amministratore
 
 
#6 Gianvito F 2010-07-08 16:58
Il Comune lancerà una campagna contro il degrado più efficace e meno "ovvia", prossimamente. Mi auguro inoltre che l'entità delle multe venga almeno triplicata. Ci vuole il pugno di ferro.

Circa gli interventi di taluni elementi, sarebbe bello ogni tanto poter commentare le notizie senza andare off-topic. Ma col Partito della Critica a Prescindere mi sa che è leggermente difficile.
Segnala all'amministratore
 
 
#5 danielepasquale5@gmail.com 2010-07-08 11:01
Credo ci sia qualcosa di più oltre alla sterile propaganda politica dietro questa iniziativa.
Riguardo a Nico Mottola che se ne è fatto portavoce, posso testimoniare che questa idea di un centro storico più vivibile e decoroso, avevo avuto modo di ascoltarla da lui, più volte negli anni passati.
Se anche ci fosse tanta demagogia dietro il desiderio di comunicarlo in pompa magna alla cittadinanza (prima di fissare i particolari dell'iniziativa con i suoi compagni di cordata), sarebbe un trascurabile peccato veniale.
Io lo vedo impegnarsi quotidianamente in ogni dove e, dall'altra parte della barricata, non posso far altro che ammirare la sua buona lena.
E' un errore, da parte della maggioranza (ma non solo), quello di non valutare con attenzione le sue proposte. Magari solo per il timore che possa rubare la scena a qualche altro notabile.
Mi ha, tra virgolette, deluso la sua posizione sui distributori e su altre questioni, tipo quella degli ausiliari.
In tali occasioni, mi pare, si sia limitato ad un ovvio e gramo "gioco di squadra"!
Segnala all'amministratore
 
 
#4 Carlo Massarini 2010-07-08 04:12
I soliti slogan di un'amministrazione inconcludente
(prendono esempio da Silvio il loro capetto)
non succederà niente
così come non è successo nulla per la regolamentazione del traffico nel centro storico, per i famosi ingressi automatizzati, le telecamere che nessuno starà a controllare, i parcheggi selvaggi, le famose multe ai writers, le basole che vengono scazzicate dai SUV degli autorevoli abitanti del centro storico (tra cui quello del sindaco), le deiezioni canine in via Tarsia e Porta Antica della Città lasciate dalle bestie di proprietà anche di qualche consigliere comunale amico degli animali (?) ma evidentemente nemico dei suoi concittadini....
Segnala all'amministratore
 
 
#3 Milena Fantasia 2010-07-07 14:57
Bravi Nico Mottola e Franco Giannini! Era ora che qualcuno iniziasse a muovere i primi importanti passi sul piano del decoro della nostra città per avere finalmente ordine e regole da rispettare. Oggi la nostra città per come è messa ha bisogno certamente di maggior decoro, basterebbe consultare i ragazzi, gli uomini, donne e anziani con un po' di sentimento. Fanno bene i Consiglieri Mottola e Giannini a dare sostanza e valore al nostro senso civico. Amare Conversano significa innanzitutto rispettarla. Il resto e' demagogia pura, significa non essere assolutamante realisti nel comunità in cui si vive. Non è un bel nella nostra città, muri con segnacci imbrattati, perfino le nostre pietre che parlano di storia vengono deturpate, cacche dappertutto, cattivi odori, cicche di sigarette, materassi, mobili e retine, vecchi e arruginiti frigoriferi accantonati finanche di domenica in bella vista accanto al cassonetto nel centro storico, amianto e copertoni abbandonate nelle nostre campagne e ancora manifesti e volantini sono la pratica dimostrazione, di chi non vive, non vede e non ama la nostra città. Il primo post-commento di questa pagina, sicuramente una internauta di "sinistra", che obietta nel suo lessico il classico "relativismo" è l'atteggiamento tipico di chi la pensa in quel modo, che rende tutto opinabile e a prescindere. Tutto cio è la dimostrazione pratica di un certo modo di pensare e forse anche di comportarsi. Attegiamenti irresponsabili e di anarchia totale. I cittadini per la pacifica convivenza hanno bisogno sì di diritti ma sopratutto di doveri, rendersi utili alla comunità in cui si vive, rispettare le regole, ed e' chiaro che il rispetto del decoro della nostra città, luogo in cui si vive, si lavora, i bambini giocano, significano assumere responsabilità, coltivare e abbellire l'ambiente in cui si vive, significa essere consapevoli di avere un comune destino, significa rispettare e essere consapevoli della nostra tradizione e della nostra storia, significa avere un'anima, una identità per una comunità che merita di piu'. Dobbiamo sforzarci tutti per acquisire una nuova mentalità per dimostrare senso di appartenenza ed essere orgogliosi di consegnare alla nuova generazione una città piu' vivibile e sopratutto piu' pulita.
Segnala all'amministratore
 
 
#2 conversano si fa notte 2010-07-07 12:38
AIUTO!!!!!!!
arriva il "NUCLEO DECORO URBANO" (sic???)...
altri 4 idioti con le "divise"...a caccia di pericolosi fuorilegge...
bisogna assolutamente lanciare una petizione pubblica per frenare queste iniziative

propongo anche un bel raduno dei più indomiti imbrattatori e caciaroni della provincia sotto casa dei due "indecorosi" consiglieri...tanto per tenerli un pò occupati a sbraitare contro i nuovi barbari...
Segnala all'amministratore
 
 
#1 Marisa I. 2010-07-07 12:18
...La solita storia delle pagliuzze rispetto alle travi!
I manifestini di "oggi sposi" attaccati ai pali, a mio avviso, mettono di buon umore rispetto alle pompe di benzina che sostituiscono bruscamente zone verdi che potrebbero essere destinate a parchi (decenti e custoditi) e senza ammende per nessuno!
Chi controller... Mostra tuttoà il rispetto delle regole? Forse lo stesso vigile che contemporaneamente farà la multa all'automobilista sprovvisto di biglietto che ha parcheggiato 5 minuti fuori dalla farmacia nelle strisce blu o in vari parcheggi disseminati in ogni dove...
Segnala all'amministratore
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI