Lunedì 19 Novembre 2018
   
Text Size

SOSTEGNO PIÙ “PESANTE” PER I CANONI DI LOCAZIONE

casa

Le famiglie del Comune di Conversano, esattamente 397, beneficeranno di un contributo più “pesante” a sostegno della spesa sostenuta nell’anno 2008 per i canoni locativi, pari a circa il 90% delle somme richieste ed ammesse .

L’incremento del beneficio è il risultato di una scelta strategica e responsabile dell’Amministrazione comunale guidata dal Sindaco Avv. Giuseppe Lovascio che, attraverso il Consiglio Comunale e su proposta dell’Assessore alle Politiche Sociali Dott.ssa Vita Conserva in sede di assestamento del bilancio 2008, ha deciso di incrementare la quota di compartecipazione di ulteriori 200.000,00 euro, a fronte dei 15.000,00 euro già stanziati in bilancio, allo scopo  di rispondere in maniera concreta alla situazione delicata che la crisi economica sta determinando colpendo soprattutto le famiglie più deboli, alle quali va garantita la tutela del diritto alla casa.

Incrementare la quota di compartecipazione ha, conseguentemente, determinato un aumento della premialità da parte della Regione Puglia. Infatti la Regione con propria delibera n.1472/2010 ha riconosciuto al Comune di Conversano la premialità di circa 233.776,00 euro risultando il secondo Comune nella provincia, dopo il Comune di  Bari, e il terzo a livello regionale. Il totale delle somme che saranno attribuite ai 397 nuclei familiari ammontano a circa 600.339,00 euro.

Al raggiungimento di questo risultato ha contribuito anche l’impegno professionale del personale che opera all’assessorato alle Politiche Sociali.

 

          Il Sindaco                                                                    L’Assessore alle Politiche Sociali

Avv. Giuseppe Lovascio                                                              Dott.ssa Vita Conserva

Commenti 

 
#1 Gianvito F 2010-08-06 22:16
Si commentano sempre le cose brutte e mai quelle belle!
Segnala all'amministratore
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI