Lunedì 19 Novembre 2018
   
Text Size

DISCARICA: RIUNIONE PROVINCIA E PARERE ARPA

documenti--foto

Su segnalazione di Legambiente Mola, pubblichiamo il parere dell'Arpa e il verbale dell'ultima riunione in Provincia. Documenti su cui si reggerebbe la decisione assunta in merito alle sorti di Contrada Martucci.


 

PARERE ARPA

Oggetto: Bacino BA/5 ‑ Impianto di smaltimento in agro di Conversano, contr. Martucci, approvato con ord. Del CD n°30/2004, di proprietà della Lombardi Ecologia s.r.l.

La scrivente Agenzia in data 5 agosto 2010 alle ore 15.00 ha proceduto a sopralluogo presso l'impianto in oggetto per la verifica della situazione vigente rispetto alle evidenze descritte nella “Relazione delle emissioni fuggitive dalla discarica di Conversano" trasmessa a tutti gli Enti con nota ARPA n°prot. 37242 del 29 luglio 2010.

Dal sopralluogo è emerso che solo la zona di abbancamento dei rifiuti era scoperta. Il resto della superficie era ricoperto da materiale di copertura provvisoria. La copertura dei rifiuti avveniva preliminarmente con deposizione su di essi di tessuto non tessuto ed in seguito con uno strato di materiale di risulta.

Non venivano percepiti odori in posizione sopravento rispetto alla zona di abbancamento, ma solo sottovento rispetto a quest’ultima a dimostrazione della correttezza delle operazioni di copertura.

Si procedeva, inoltre, ad effettuare una ricognizione nel punto dove erano state rilevate emissioni fuggitive di gas e vapori evidenziando induttivamente l'assenza degli stessi. Si ritiene, a tale proposito, che la risagomatura dell'impianto e l'impermeabilizzazione della superficie di coltivazione possa aver impedito l'infiltrazione delle acque piovane nel sottosuolo che ha come conseguenza la risalita delle stesse in superficie sotto forma di vapore visibile.

Si può, pertanto, valutare cautelativamente che un aumento della quota di abbancamento di 0,5 metri sia sufficientemente basso da non consentire effetti significativi sulle matrici ambientali: ci si riserva di verificare in sede di istruttoria AIA il livello massimo di aumento realizzabile adottando la giusta cautela.

Per altro, dai rilievi altimetrici effettuati in campo, risulta un differenziale fra le quote al perimetro e quella alla sommità di 5 metri. Tale differenziale è inferiore a quella previsto dal piano di colmata finale dell'area già previsto nel settembre del 2004 e consente di ipotizzare l'esistenza di ulteriori capienze in misura anche del prevedibile, naturale assestamento volumetrico dei rifiuti.

Si esprime, pertanto, parere favorevole all’apporto di volumetrie di rifiuti presso il sito in oggetto, tali da determinare una quota di 0,5 metri oltre il livello previsto.

Distinti saluti

Il direttore scientifico Massimo Blonda
 Il direttore generale Giorgio Assennato (ma firma Blonda)
Il dirigente U.O.C Acqua e suolo Domenico Gramegna
Il direttore del S.T. DAP Bari Paolo Bovio
 

 


VERBALE RIUNIONE

del 6 agosto 2010

Oggetto: Gestione dei rifiuti urbani nel Bacino di utenza Ba/5.

L’anno 2010 addì 6, del mese di agosto 2010 alle ore 12.00, presso gli uffici del Servizio Ambiente e Rifiuti della Provincia di Bari a seguito di convocazione, prot n. 1868/AR del 5 settembre 2009, si è tenuta la riunione inerente all’oggetto a cui hanno preso parte i soggetti convocati così come riportato nel foglio presenze allegato. Si registra anche la presenza del consigliere comunale di Conversano, Sig. Cosimo Covito e del presidente di Legambiente Mola di Bari Sig. Antonella Berlen in qualità di uditori, con autorizzazione del Presidente dell’Ato Ba/5, che si allega.

L’Arch. Latrofa della Provincia di Bari e il Dott. Campobasso della Regione Puglia, richiamando quanto stabilito nel corso della riunione svolta presso l’Assessorato all’Ecologia della Regione Puglia lo scorso 4 agosto 2010, illustrano ai presenti la possibile soluzione per garantire la corretta gestione dei rifiuti nell’Ato Ba/5 nelle more del completo avvio dell’impiantistica prevista per la fase a regime.

I presenti prendono atto del parere trasmesso a mezzo fax da Arpa Puglia, acquisito agli atti della Provincia di Bari con n. di Prot. 1878/AR del 6 agosto 2010 di cui si dà lettura e che si allega al presente verbale. La Asl comunica quanto segue: "Esaminata la richiesta. pervenuta in data 5.08.2010, esprime parere favorevole all’utilizzo della volumetria residua, nella misura di un innalzamento medio delle quote di abbancamento pari a 1 metro, previa rimozione dello strato di copertura oggi esistente da sistemare successivamente secondo le modalità tecniche ordinarie. Questo servizio si riserva di effettuate ulteriori sopralluoghi durante le operazioni quotidiane al momento dell'eventuale autorizzazione”.

Il dott Campobasso riferisce il parete espresso dall’organo tecnico a supporto dell’attività commissariale e, pur ritenendo cautelativamente ammissibile un sopralzo di 1 m, ritiene di condividere il parere espresso da Arpa Puglia che prevede un sopralzo di 0,5 m, ritenendo opportuno che sia rimosso lo strato di 30 cm di inerti già posto in opera a copertura provvisoria dei rifiuti abbancati da ricollocare a copertura provvisoria del nuovo strato di rifiuti da abbancare.

L'arch. Latrofa esprime condivisione con quanto affermato dal dott. Campobasso anche in relazione alla necessità che il procedimento di riesame dell’AIA sia concluso entro il 30 settembre.

I sindaci dei comuni di Mola di Bari e Conversano ribadiscono quanto già sostenuto in precedenti incontri esprimendo contrarietà rispetto alla decisione assunta e auspicando la ripida definizione delle vicende legali relative al completo avvio dell’impiantistica prevista per la fase a regime. Chiedono, inoltre, un preciso impegno di Regione e Provincia relativamente all’attivazione di un tavolo istituzionale di trattativa finalizzato oltre che al predetto avvio dell'impiantistica anche al riconoscimento di quanto dovuto ai predetti comuni per il ristoro ambientale pregresso nonché per quello futuro che ritengono debba essere integrato con contribuzioni straordinarie dovute per l’ulteriore aggravio ambientale subito dalle popolazioni.

La riunione termina alle ore 14.00.

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI