Domenica 18 Novembre 2018
   
Text Size

INCONTRO CERRONI-VENDOLA A BARI VENERDI’ PROSSIMO

Cerroni_Vendola

Qualcosa si muove, almeno per quel che riguarda gli appuntamenti cruciali circa le sorti dell’impianto industriale di lavorazione dei rifiuti costruito in contrada Martucci a Conversano.

Manlio Cerroni verrà a Bari venerdì prossimo, 24 settembre, a parlare con il presidente Nichi Vendola e i suoi tecnici.

L’incontro è attesissimo. La Regione in modo particolare, poi Conversano e l’intero ATO BA/5, lo aspettano da giugno scorso, da quando il Consiglio di Stato ha rimesso  in gioco, con una sentenza, l’imprenditore laziale e il suo COLARI.

Da questo incontro, che speriamo non sia semplicemente interlocutorio ma sostanziale, dovremmo sapere se Cerroni ha veramente intenzione di sbarcare in Puglia, lavorare e con quale progetto, o semplicemente -come sostiene Vendola- di spillare (“estorcere”) denaro alla COGEAM (oggi, con i Lombardi della discarica, “Progetto Ambiente...”).

Commenti 

 
#5 Mike 2010-09-21 16:12
Poichè i finanziamenti pubblici ai partiti dovrebbero essere noti,si chiede di sapere, anche dai diretti interessati:
1) Se e come le Società facenti capo al Cerroni abbiano o meno finanziato politici e candidati nelle varie tornate elettorali..
2)Se, allo stesso modo, i partiti dai quali proviene/opera il Nostro, abbiano mai ricevuto finanziamenti da soggetti riconducibili alle imprese pugliesi che operano nel settore della gestione dei rifiuti.
Se nessuna delle parti che si "incontreranno" non ha mai dato o ricevuto i finanziamenti di cui sopra, allora si potrà essere certi che dal confronto ( aperto, onesto e trasparente ) non potranno che scaturire decisioni prese nell'interesse esclusivo della nostra comunità.
Segnala all'amministratore
 
 
#4 Marta 2010-09-18 04:13
Io non ho tutte queste certezze.
Il tizio tiene sotto schiaffo comune di Roma e Regione Lazio.
Se solo volesse potrebbe scoppiare emergenze da usarsi a scopo politico (vedi Napoli, elezioni 2008)
Segnala all'amministratore
 
 
#3 Alberto 2010-09-17 23:06
Credo che nel caso specifico, il Presidente avesse tutta l'autorità per convocare il sig. Cerroni. In gioco ci sono le sorti ambientali di una intera comunità, mica noccioline. E se al "tizio" non veniva mai l'idea di presentarsi? Stavano ad attendere le "CALECCHIE" greche! Il tizio deve dare subito una risposta, se l'impianto lo vuole gestire oppure no. Che poi in Italia è tutto possibile, sono d'accordo. Ma rimango dell'idea che si tratta di un ritardo tattico. La cavalla, riserviamola ad altri!
Segnala all'amministratore
 
 
#2 Ah Lberto 2010-09-17 19:42
E da quando i presidenti hanno il potere di convocare la gente ?
Saran mica magistrati ?
Già alle convocazioni di questi ultimi si presentano legittimi impedimenti, figuriamoci se si intende operare una specie di estorsione.

Ah se vi interessaste alla comunità anche quando votate la cavalla di Caligola ...
Segnala all'amministratore
 
 
#1 Alberto 2010-09-17 16:43
Si doveva imporlo nel giro di qualche giorno questo incontro e non dopo tre mesi. I ritardi, probabilmente tattici, finiranno col pesare enormemente sulla nostra comunità.
Segnala all'amministratore
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI