Venerdì 16 Novembre 2018
   
Text Size

“VIA DA CONVERSANO”: COSA FA LA POLITICA?

io_sud

Andar via dalla propria città natale, specialmente per noi del SUD, non è una cosa facile. È una decisione che viene presa dopo aver utilizzato e seguito tutte le strade possibili. Anche quelle della politica, e qui da noi, soprattutto quelle della politica, perché esiste ancora, altro lascito negativo delle scorse generazioni, la speranza di utilizzare le varie “amicizie” e, ancora peggio, i vari “personaggi” della politica locale.

Un numero spropositato di giovani, per il 65% maschi, con un elevata istruzione. Le percentuali, a scalare, vanno dal dottorato alla laurea, dalla laurea breve alla licenza di terza media. Molti sono andati a vivere all’estero, in America, in Germania, in Inghilterra, in Spagna, in Francia e via via in tutte le altre nazioni, parecchi sono rimasti in Italia e vivono part-place  con altri coetanei.

Quali sono le motivazioni che spingono i giovani conversanesi a lasciare la propria città? Oltre  quella di inseguire una opportunità di lavoro, svanita completamente nella nostra Conversano, molti lo fanno per scelta perché questo paese non piace più. E qui le motivazioni si affacciano verso un sistema malato, sia politico che sociale, che costringe alla fuga e scoraggia qualsiasi sforzo per restare.

Cosa fanno i “nostri” per arrestare questa fuga?  Aspettiamo commenti.

Stefano Lestingi – Coordinatore di IO SUD

 

Commenti 

 
#5 danielepasquale5@gmail.com 2010-10-29 15:12
Vero!
I "nostri" riscaldano le poltrone e i loro animi con questioni personali mentre, concretamente, sono i burocrati (stile Tvemonti!) a gestire il disfacimento progressivo della Cosa Pubblica!
Ahimè, di questi tempi, il mestiere migliore per il futuro dei giovani e delle giovani che non si adattano al ritmo avvilente del Bunga Bunga è oramai il ... Commercialista d'alto bordo.
Segnala all'amministratore
 
 
#4 PT 2010-10-28 18:37
I nostri non fanno niente perchè NON sono in grado di fare. Fanno politica NON per il bene del paese ma per perseguire interessi personali.
Segnala all'amministratore
 
 
#3 titty 2010-10-27 18:13
Caro Stefano cosa fanno i politici? niente. Si certo che e` dura abbandonare il proprio paese, ma pensare di restare e` impossibile. Sicuramente c`e carenza di lavoro, e quando c`e oltre ad accettare paghe da fame, devi anche accettare il fatto di abbandonare la dignita` a casa.
ma nn e solo il lavoro che non c`e il problema. penso che ci sia anche tutto il resto che nn funzione e che ti costringere a scappare: la burocrazia che non funziona, il fatto di dover sempre e comunque dare ragione ad altri anche quando sbagliano, il dover "chiedere favori" per ricevere cose che ti spettano di diritto, favoritismi, meritocrazia che nn esiste. sono molte le ragioni che ci spingono a lasciare la nostra terra, i politici lo sanno, e io personalmente penso che questa cosa gli faccia molto comodo, per questo non fanno nulla per arginare il problema.
buona fortuna a tutti
Segnala all'amministratore
 
 
#2 sabio 2010-10-11 20:35
pensavo di leggere commenti intelligenti su questo problema. Forse che i giovani sono praticamente spariti dalla circolazione?
Segnala all'amministratore
 
 
#1 IoSudo 2010-10-08 20:31
fanno la sagra dello spumone per il ritorno dei cervelli, no? ;-)

Segnala all'amministratore
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI