Domenica 16 Dicembre 2018
   
Text Size

MARTUCCI VA CHIUSA: "IL TAR CI HA DATO RAGIONE"

riprendiamoci_il_futuro

IL TAR CI HA DATO RAGIONE: LA DISCARICA DOVEVA ESSERE CHIUSA.
RIDUCIAMO I RIFIUTI E POTENZIAMO LA RACCOLTA DIFFERENZIATA

Il Comitato ‘Riprendiamoci il futuro’ esprime viva soddisfazione per la sentenza emessa dal TAR Puglia che ha accolto i ricorsi presentati dal Comune di Conversano contro le ordinanze del Presidente della Regione, Nichi Vendola, e del Presidente della Provincia, Francesco Schittulli, che hanno prorogato l'esercizio della discarica della Lombardi Ecologia, in contrada Martucci, prima per altri centoottanta giorni e poi per altri cinquanta centimetri in sopraelevazione.

Il ricorso è stato presentato dal Comune di Conversano a seguito della notevole pressione esercitata dal Comitato prima con la fiaccolata del 19 agosto scorso e poi con le azioni di stimolo e i sit-in a Mola, Conversano e Bari, in occasione dei giudizi e delle udienze dello stesso TAR (il 9 e 23 settembre).

Il Comitato vigilerà sull’attuazione della sentenza del TAR, che è stata resa nota il 7 ottobre e che è immediatamente esecutiva; inoltre, con l’annullamento dei provvedimenti impugnati si dovrà rispettare l’Autorizzazione Integrata Ambientale, che sancisce le modalità di chiusura della discarica, i controlli da eseguire e la gestione trentennale di post-chiusura della discarica. La sentenza, pur rappresentando una pietra miliare per la giurisprudenza in materia di gestione di rifiuti, e pur evidenziando il totale fallimento della politica di gestione di Vendola, non permette ai cittadini di guardare al futuro con tranquillità.

Il Comitato evidenzia quanto si è lontani dalla realizzazione di un ciclo di gestione virtuosa dei rifiuti, che passi dalla riduzione dei consumi a monte alla raccolta differenziata e rendendo residuale la produzione di cdr. La Regione continua a temporeggiare, evitando di usare i suoi poteri nei confronti dei comuni meno virtuosi, tacendo sul mancato avvio della realizzazione dell’impianto di compostaggio di bacino e sul conflitto di interessi dei soliti noti.

Ad oggi, esattamente ad un mese dall’incontro del Comitato con Giuseppe Lovascio, Sindaco di Conversano e Presidente dell’ATO BA/5, non è cambiato nulla, ad eccezione di un accordo preso con i gestori di due impianti di compostaggio che stabilisce l’importo del conferimento.

Se è servito un mese per fissare il prezzo di conferimento della frazione umida, quanti mesi passeranno per far partire in tutti i 21 comuni dell’ATO una seria raccolta della frazione umida? E quando saranno utilizzati i mezzi acquistati dall’ATO oltre un anno fa per la raccolta della frazione organica (per l’importo di oltre due milioni di euro)? Per incentivare il recupero di materiali che continuano a finire in discarica, in un mese cosa è stato fatto da parte delle Amministrazioni comunali di Conversano, Rutigliano, Putignano e Adelfia (per citare quelli con percentuale di raccolta differenziata vicina al 10%!)?

Il Comitato è disponibile a supportare le amministrazioni che stanno predisponendo gli atti per le gare d’appalto relative alla gestione rifiuti, indicando come priorità lo svolgimento della raccolta differenziata domiciliare per tutti i materiali, e chiede all’ATO di dettare linee guida precise per i Comuni con contratto di igiene urbana scaduto.

Infine, il Comitato ribadisce il no alla realizzazione degli inceneritori in Puglia.

Occorre dare impulso al recupero della frazione organica e alla raccolta differenziata a domicilio, altrimenti ci ritroveremo con gli impianti di CDR a pieno regime che produrrano quantità enormi di ecoballe (di qualità pessima) in attesa degli inceneritori.

Non vogliamo passare dalle discariche agli inceneritori.

Intanto, a 24 ore dalla sentenza si continua a scaricare nella discarica di contrada Martucci. Chiediamo alle autorità preposte all’esecuzione della sentenza i motivi per cui la legge non viene fatta rispettare.

Commenti 

 
#1 TAR 2010-10-11 22:08
il ricorso lo ha fatto il comune di Conversano, il sindaco Lovascio, non il comitato o Loiacono.
Segnala all'amministratore
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI