Mercoledì 21 Novembre 2018
   
Text Size

IL COMITATO CONDANNA L'ORDINANZA DELLA REGIONE

riprendiamoci_il_futuro

OGGETTO: Decisione della Regione Puglia di conferire i rifiuti del bacino BA/5 per trenta giorni presso la discarica di servizio/soccorso in contrada Martucci.

 

ANCORA UNA VOLTA IN CONTRADA MARTUCCI

Il Comitato “Riprendiamoci il futuro” esprime dura condanna per le decisioni assunte dalla Regione a seguito della sentenza del TAR 3536/2010, che annulla i precedenti provvedimenti di proroga e di sopralzo della discarica Martucci, rispettivamente, della Regione Puglia e della Provincia di Bari.

In aperta violazione della sentenza del TAR, con ordinanza dell’11.10.2010 la Regione, con la riprovevole benedizione dell’ATO BA/5, continua ad autorizzare il conferimento dei rifiuti dei 21 comuni dall’ATO BA/5  in contrada Martucci, per un lasso di tempo di trenta giorni nella discarica di servizio/soccorso, parte integrante dell’impianto compresso con produzione di CDR, annunciando, inoltre, la volontà di impugnare la sentenza del TAR presso il Consiglio di Stato.

Il Comitato non condividendo le decisioni della Regione,

CHIEDE

-  urgentemente un incontro al Presidente della Regione Puglia, Nichi Vendola.

-  che i rifiuti dell’ATO BA/5 siano conferiti, per il principio di reciprocità, fuori bacino, con le spese aggiuntive a carico della Regione (così come è stato f atto in occasione dell’emergenza rifiuti nei bacini LE/2 e LE/3) per i primi trenta giorni, passati i quali siano i Comuni a farsi carico integralmente delle spese, in modo tale da essere indotti a potenziare la raccolta differenziata e a ridurre lo smaltimento in discarica. Non c’è ragione per cui i Comuni che non effettuano la raccolta differenziata e che non raggiungono gli obiettivi percentuali previsti dalla legge (e che quindi conferiscono in discarica i quantitativi maggiori di rifiuti) non debbano assumersi la loro responsabilità nei momenti di emergenza come questi.

-  di attivare con la stessa urgenza con la quale sono stati presi i provvedimenti di cui sopra tutte le iniziative volte all’immediato potenziamento della raccolta differenziata, ed in particolare di procedere alla raccolta dell’umido, per la quale giacciono inutilizzate le apparecchiature acquistate già da tempo dalla stessa ATO.

Ritenendo inoltre che l’incertezza e la difficoltà della situazione possano innescare ancora una volta un meccanismo infinito di proroghe, così com’è stato per il terzo lotto della discarica,

INVITA

la Regione a non  impugnare la sentenza del TAR di annullamento delle proroghe e del sopralzo e a non proseguire l’iter per la modifica dell’AIA del terzo lotto della discarica in Contrada Martucci.

 

Conversano, 12 ottobre 2010           

 

P.S. L’Assessore regionale alla Qualità dell’Ambiente, Lorenzo Nicastro, ha dichiarato che, stando a quanto riferito dalla Lombardi Ecologia, la pioggia di ieri ha allagato la discarica di servizio/soccorso e, pertanto,  per "qualche giorno" i rifiuti saranno smaltiti ancora nel terzo lotto, calpestando la sentenza del TAR 3536/2010. Stamattina abbiamo fotografato la discarica di servizio/soccorso: non è allagata! E intanto i mezzi della Lombardi Ecologia continuano ad operare sul terzo lotto!

Commenti 

 
#1 Alberto 2010-10-13 12:15
Con le idrovore in dotazione ai Vigili del Fuoco il problema sarebbe risolto in un giorno. La farsa continua!
Segnala all'amministratore
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI