Lunedì 19 Novembre 2018
   
Text Size

NUOVI ONERI PER GLI IMPIANTI DA FONTI RINNOVABILI

fotovoltaico

Dal 26 ottobre, per gli imprenditori operanti nel settore delle energie pulite, l’installazione di un impianto da fonti rinnovabili diventa molto più costosa.

Come spiegato in un comunicato diffuso da Press Regione, si dovranno versare mille euro solo per attivare l’istruttoria per l’autorizzazione unica, cui andranno  sommate tariffe supplementari in base alle specifiche dell'impianto: “50centesimi per ogni chilowatt di potenza elettrica se si tratta di impianti eolici e 1 euro per ogni chilowatt di energia proveniente invece da impianti fotovoltaici o da biomasse.

Altri oneri s’aggiungono per l’autorizzazione alle opere di connessione alla rete elettrica: da mille euro per allacciarsi alla rete di media tensione, a due mila per quella di alta tensione (150 kV), a 5mila euro per collegarsi alla rete attraverso una stazione di trasformazione da 150 a 380 kV.

La motivazione di tale provvedimento – che sarà esteso a tutte le richieste inviate a partire dal 28 aprile 2010 – la chiarisce Loredana Capone, Vice Presidente della Regione Puglia e Assessore allo Sviluppo economico: “Abbiamo costruito un deterrente forte nei confronti degli speculatori nel campo delle rinnovabili. Oggi abbiamo richieste per più di 36mila megawatt. Dobbiamo porre un argine e allo stesso tempo creare le condizioni perché i pugliesi risparmino sulla bolletta. Quello appena descritto è, insieme con l’estensione della Valutazione di Impatto Ambientale ai piccoli impianti, uno dei primi decisivi passi in questa direzione. Un’azione resa possibile purtroppo solo oggi, per l’uscita tardiva delle Linee Guida nazionali, che permettono alle Regioni di adeguare gli oneri istruttori”. 

 

Commenti 

 
#1 lelettrico 2010-11-07 02:13
Vergogna ! Così Vendola e i suoi vogliono favorire le energie rinnovabili ?
Mi sa che putroppo un bel impianto Nucleare sotto casa sarà la soluzione (!)
Segnala all'amministratore
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI