Lunedì 19 Novembre 2018
   
Text Size

BANDO RILEVATORI, LA RISPOSTA DI LOCOROTONDO

rilevatori

A seguito delle vostre giuste lamentele sulla mancata pubblicazione – prevista per lo scorso 15 novembre – delle graduatorie relative al bando per la selezione di cinque unità per la rilevazione dei numeri civici, abbiamo ascoltato il neoassessore alle Attività produttive, Giuseppe Lorotondo.

“La graduatoria è stata già stilata – ci spiega l’Assessore – ed in giornata verrà affissa all’albo pretorio e pubblicata sul sito internet del Comune. I nostri uffici hanno fatto il loro dovere, il ritardo nella pubblicazione deriva da altri uffici, cui abbiamo girato il materiale, che sono preposti alla gestione delle risorse multimediali”.

Avanziamo poi un’altra perplessità sui criteri di assegnazione dei punteggi, non ben precisati – a nostro avviso – nel bando. “Il bando – risponde Locorotondo – conteneva ogni informazione utile. I requisiti preferenziali e qualificanti sono due: esperienza pregressa nel campo statistico e laurea quinquennale o paritaria (i nuovi corsi 3+2). A parità di titoli, sarà applicato il principio anagrafico scegliendo nella graduatoria, alternativamente, il più anziano e il più giovane”.

Commenti 

 
#23 Gianvito F. 2010-11-24 19:16
Non parlo del futuro, ma dell'immediato presente, nel quale l'università pubblica è ancora in vita, seppur morente. Quelle persone oggi laureate sono generalmente partite alla pari rispetto a chi non è laureato e l'ha fatto nella maggior parte dei casi per scelta.
Segnala all'amministratore
 
 
#22 danielepasquale 2010-11-24 15:17
Una riforma che riporta il livello di istruzione universitario ad essere un bene di lusso. Non accessibile se non a chi è in condizioni economiche agiate per studiare in pochi atenei di eccellenza privati dove l`offerta formativa e i progetti di ricerca saranno definiti solo ed esclusivamente dagli interessi di mercato e non dall`interesse del Paese.
Questa sarà la "meritocrazia"?
Segnala all'amministratore
 
 
#21 Gianvito F. 2010-11-24 14:36
Beh, poi sui master rubati cadiamo su un altro discorso, giusto, ma che comunque è un altro discorso. Io dico che patenti di merito non esistono, ma credo che un laureato OGGI meriti più opportunità, per tanti motivi... Il rilevatore di numeri civici non mi sembra un falegname... Mi sembra un lavoretto come un altro, e quindi in questo caso darei precedenza a chi ha un titolo di studio maggiore. E' chiaro che va studiata e stilata una casistica precisa per ogni mansione. Siamo d'accordo che un laureato in economia non potrà mai fare il falegname meglio di uno con la quinta elementare che ha trent'anni di esperienza.
Segnala all'amministratore
 
 
#20 Pincopallino 2010-11-23 20:45
Paschè, è tempo perso, non c'arriva, non è colpa sua....



"a lavé u cioccie s perd
timp,
jacque,
sapòn
e brshkòn"
Segnala all'amministratore
 
 
#19 Gianvito F. 2010-11-23 20:32
Altra errata corrige (dannato correttore dell'iPhone): CE la prendiamo.

Perdonate lo strafalcione involontario.
Segnala all'amministratore
 
 
#18 Gianvito F. 2010-11-23 19:03
Ma quale assurdità. Fateci lavorare, che di danni ne avete già fatti assai!
Segnala all'amministratore
 
 
#17 danielepasquale 2010-11-23 18:33
"Perchè se uno ha studiato deve valere di più sul mercato del lavoro".
Veramente - e non mi riferisco nello specifico a te, Gianvito - quando difettano logica e umanità, bisognerebbe studiare molto di più. Specie la Storia ...
Ma tra un pò, basterà una sola laurea per un lavoro anche manuale?
Di più di cosa o di chi?
La meritocrazia ha molto a che fare con un valido percorso di studi, ma non penserai che si limiti a questo?
Quindi, per il prossimo concorso come usciere prenderanno qualcuno che ha nel suo bagaglio di studi, un Master in Economia magari rubato o comprato, piuttosto che un disoccupato con carico familiare e curriculum ...
Con la nuova Università della Gelmini poi, con tasse e numero chiuso come il cervello di chi apprezza il suo "lavoro", quanti saranno nelle possibilità di "sacrificarsi" nello studio e "meritare" come tu auspichi?
Se tu ritieni giusto precludere a chi ha più o meno di 5 anni di lavoro ogni irrisoria possibilità di lavoro poichè pensi che debba spettare ad un "neo laureato", mi dici che ne facciamo di tanti disoccupati?
Li mandiamo all'università della terza età?
Questa favolosa meritocrazia made in "Partito dell'Amore", mi sembra possa funzionare per pochi privilegiati.
Segnala all'amministratore
 
 
#16 Gianvito F. 2010-11-23 16:51
ERRATA CORRIGE: "Che un pincopallino qualsiaasi NON laureato", scusate.
Segnala all'amministratore
 
 
#15 danielepasquale 2010-11-23 16:04
Assurdo! Un pensiero totalmente assurdo ...
Segnala all'amministratore
 
 
#14 Gianvito F. 2010-11-23 14:21
I nomi son già fuori. Purtroppo, le assunzioni al Comune son bloccate, e non da oggi. Sono sicuro che quando si sbloccherà la situazione, le assunzioni nei ruoli da dirigente avranno sicuramente come requisito minimo una laurea. Oggi questo è quello che passa il convento, ma c'è la prendiamo con chi non ha alcuna colpa nel blocco delle assunzioni! Peraltro, con un organico sottodimensionato rispetto a quanto dovrebbe essere.

Curriculum o no, non credo che un pincopallino qualsiasi laureato abbia più competenze in quest'ambito specifico rispetto ad un laureato... Del resto, non mi sembra un lavoro concettualmente così complicato... Ed allora precedenza a chi ha studiato e rischia di essere disoccupato, piuttosto che a chi non ha studiato ed ha avuto cinque anni in più sul mercato del lavoro. Ci lamentiamo che i laureati finiscono a fare i cassieri, ma ora gli vogliamo togliere pure questa miserrima opportunità, in favore di chi, secondo me, ha meno meriti. Perché se uno ha studiato, deve valere di più sul mercato del lavoro. In una logica meritocratica dovrebbe essere così, secondo me.
Segnala all'amministratore
 
 
#13 PhD 2010-11-23 10:33
Lo fanno apposta a non voler capire o non c'arrivano proprio ? (mannaggia al 3+2)

Una laurea che dovrebbe servire a diventare dirigente dell'ufficio anagrafe viene sminuita a titolo preferenziale per un lavoro dequalificato...
Se a voi sta bene significa che vi hanno plagiato bene anni ed anni di berlusconismo. tipico dei suoi seguaci buttarla nella categoria dell'invidia. Di che poi? di aver studiato per anni per poi accontentarsi di un lavoretto da letturista ? Ammazza che invidia che mi viene...

Perché non far valere anche il dottorato di ricerca, allora ? Alla Regione il titolo di dottorato è stato riconosciuto: nei concorsi da dirigente, però.

Quanto all'inciucio, attendiamo di sapere i nomi dei vincitori e se avevano fatto campagna elettorale per l'attuale maggioranza (nonostante la laurea)
Segnala all'amministratore
 
 
#12 danielepasquale 2010-11-22 21:02
...................
punti di vista!
l'invidia c'entra come cavoli a merenda ...
un pezzo di carta o curriculum?
Segnala all'amministratore
 
 
#11 Facile parlare ... 2010-11-22 16:29
Cari lettori colleghi, non vedo cosa ci sia di male nello stilare una graduatoria che preveda pregresse esperienze di rilevatore e un titolo di studio preferibile come una qualsiasi laurea.
L'inciucio, credo, sarebbe stato tale se avessero richiesto come figura quella con una specifica laurea (es: laureato in economia e commercio con 110 e lode!!!), mentre era aperto a tutti, priorità ai laureati, così da far valere il pezzo di carta! Vuoi vedere che adesso chiamavano mia nonna che ha le elementari?
mbàh, terribile dove arriva l'invidia
Segnala all'amministratore
 
 
#10 Gianvito F. 2010-11-19 12:16
"l'inciucio è nella poca trasparenza sulla pubblicazione della graduatoria"

Parli del ritardo? Siamo d'accordo. Ma ora che sono online, c'è qualcosa che dimostra che siano stati fatti atti illegali su quelle graduatorie? Al max è la dimostrazione dell'atavica incompetenza degli impiegati comunali poco avezzi ai sistemi informatici.

"lo sconcio nel potenziale sottoutilizzo dei laureati precari molto più qualificati di impiegati comunali che espletano le procedure del loro bando in modo inefficiente."

Le assunzioni sono bloccate. Sono ben conscio che i giovani laureati possano, e al 99% siano, assolvere alle mansioni degli attuali impiegati in maniera più efficiente, soprattutto nell'uso dei sistemi informatici. Il Comune andrebbe interamente digitalizzato, il sito web rifatto e dato in mano a gente capace, eliminata quell'orrenda piattaforma di e-government della Halley (cui, peraltro, su Wikileaks leggevo che l'associata siciliana avrebbe emesso fatture gonfiate in un Comune piccolissimo)... Queste però sono operazioni Iudicesche, attenzione.

"il tuo povero caro anche lui avrebbe preso in campagna elettorale vari poveri giovani disoccupati come te con un pacchetto di lavoretti stagionali con cui adescare potenziali elettori del pdl; chiedi in giro se è vero...."

Con quell'"avrebbe" stai speculando, oppure hai delle fonti che ti dicono che avrebbe fatto ciò? Io non sono un disoccupato, comunque: sto studiando fuori-sede, è ben diverso. Sulle tue accuse meglio non ragionarci: nessuno è capace di darti un contratto a tempo indeterminato oggi. Se uno ti trova un lavoro, non ti sta necessariamente chiedendo il voto. Ognuno, se ha un cervello, è capace di ragionare su quello che gli succede intorno e di capire qual è la cosa giusta da seguire. Un lavoro trovato può essere semplicemente solidarietà, ma in questo paesello fa più comodo trovare il male nell'altro... Perché? Per invidia, rancori e chissà cos'altro!

E se uno s'azzarda a difendere Lovascio, o è un fascista o è un suo "protetto" a cui è stato dato qualche lavoro. Io canto Bella Ciao e non voglio nessun lavoro. Semplicemente ragiono con le IDEE, non con le BANDIERE.
Segnala all'amministratore
 
 
#9 Livi Bacci 2010-11-19 01:02
l'inciucio è nella poca trasparenza sulla pubblicazione della graduatoria

lo sconcio nel potenziale sottoutilizzo dei laureati precari molto più qualificati di impiegati comunali che espletano le procedure del loro bando in modo inefficiente.

il tuo povero caro anche lui avrebbe preso in campagna elettorale vari poveri giovani disoccupati come te con un pacchetto di lavoretti stagionali con cui adescare potenziali elettori del pdl; chiedi in giro se è vero....
Segnala all'amministratore
 
 
#8 Gianvito F. 2010-11-18 22:18
P.S.: almeno qui il pezzo di carta vale qualcosa!
Segnala all'amministratore
 
 
#7 danielepasquale 2010-11-18 21:50
Per concorrere ad un posto di lavoro a termine o a "cottimo", in cui non occorre una grande preparazione, si pesano più i titoli di studio che esperienze pregresse e carico di famiglia.
Questo (a qualcuno che ancora non sa cosa vuol dire invitare a "lavurà" coloro ai quali, il lavoro non lo regalano per blasone o diritto dinastico), può non sembrare frutto di "inciuci" ma, dopo due anni e mezzo di scelte legittime e "mirate", il sospetto che, all'interno di questa maggioranza, ci sia scarso senso sociale appare legittimo.
Segnala all'amministratore
 
 
#6 Gianvito F. 2010-11-18 21:07
Ma dov'è l'inciucio nel richiedere laureati in statistica? Potrà essere un'esagerazione, ma da qui all'inciucio ne passa di acqua sotto i ponti. Come al solito, in questo paese, si pensa più a criticare che ad altro... Ma andate a lavùrar! (cit.)

No, seriamente, dov'è l'inciucio? Ma è giusto pretendere di più dal punto di vista organizzativo.
Segnala all'amministratore
 
 
#5 poverodisoccupato 2010-11-18 18:23
Mi dispiace per te mio caro Giuseppe ma con la salita sul comune, anche tu sei diventato un membro della casta e di conseguenza costretto ad adeguarti al sistema. Ti auguro ogni bene anche perchè so che moralmente sei un bravo ragazzo.
Segnala all'amministratore
 
 
#4 Livi Bacci 2010-11-18 18:01
tanto deluso da non capire l'ironia ? figuriamoci il sarcasmo...

abbasso il 3+2 !
Segnala all'amministratore
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI