Sabato 17 Novembre 2018
   
Text Size

INFOLAGHI, UN VIDEO PER RACCONTARE IL PROGETTO

infolaghi-2

Conversano comune virtuoso nello sviluppo

e nella promozione dell’eco-turismo

 

Creazione di 10 nuove figure professionali, oggi esperti nell’educazione ambientale della riserva naturale regionale dei Laghi di Conversano e Gravina di Monsignore; 5 mesi (da aprile a settembre 2010) la durata del progetto Infolaghi, 20.000 opuscoli informativi distribuiti in oltre 10 comuni tra cui Bari, oltre 10.000 accessi al sito www.infolaghi.it e circa 10.000 visitatori di cui 800 hanno compilato un questionario diventato panel di una ricerca qualitativa sul valore della riserva. E ancora, 10 eventi speciali organizzati nei mesi di giugno e luglio di cui 5 giornate di escursioni gratuite che hanno coinvolto centinaia di persone e infine 4 convegni organizzati nel solo mese di settembre. Tutto questo e molto di più è stato Infolaghi, progetto finanziato da Provincia di Bari, Regione Puglia e Fondo Sociale Europeo e organizzato dall’organismo di formazione professionale C.N.I.P.A. Puglia, in associazione temporanea d’impresa con l’associazione di promozione sociale Polyxena e patrocinato dal Comune di Conversano, e nato con l’obiettivo di promuovere e valorizzare la riserva naturale regionale dei Laghi di Conversano e Gravina di Monsignore.

Ed è proprio nell’ottica di farsi promotore di un esempio virtuoso e di buone prassi che il progetto Infolaghi presenta oggi un video, disponibile su youtube e sul sito www.infolaghi.it, che riassume tutte le fasi e i momenti più coinvolgenti che hanno caratterizzato l’estate Conversanese 2010.

Un vero e proprio strumento di consultazione utile anche per tutti quei comuni e istituzioni che vorranno seguire l’esempio virtuoso del Comune di Conversano che ha deciso di diversificare la propria offerta turistica valorizzando le bellezze naturali, uniche, del proprio territorio, nel pieno rispetto dell’ambiente e di un nuovo modello turistico a “Km 0”.

Il video e la narrazione accompagnano gli spettatori in un viaggio alla scoperta del progetto Infolaghi incentrato a promuovere uno stile di vita ecosostenibile, sollecitando la comunità a riscoprire il legame con il proprio territorio.

Obiettivi diventati concrete realtà proprio grazie al progetto Infolaghi che, tra le altre attività, ha visto l’allestimento di un Infopoint gestito dai ragazzi ormai esperti; la realizzazione di una guida descrittiva della riserva che, per la prima volta, presentava una mappa iconografica completa della riserva naturale: un percorso ciclopedonale di circa 40 km che ha toccato tutti i laghi e svariati punti di interesse storico artistico dell'area rurale di Conversano.O ancora, escursioni alla scoperta della natura come l’esperienza del butterfly watching presso la Casa delle Farfalle, o l’organizzazione di eventi volti a riscoprire le tradizioni locali, come la raccolta e la setacciatura tradizionale di una tipica varietà di grano locale presso Masseria dei Monelli. Di particolare successo è stata la visita in notturna del villaggio di Castiglione, un insediamento medievale circondato da querce secolari, ricadente nel parco. Una notte resa suggestiva dalla luce della luna e allietata dalle mille storie narrate e da canti e balli della tradizione pugliese.

Insomma esempi reali di come il territorio pugliese ed in particolare della provincia di Bari sia già, per sua natura e conformità paesaggistica, ricco di unicità capaci di attrarre un vasto pubblico di appassionati e di turisti, anche stranieri. Un potenziale da saper valorizzare nel pieno rispetto e sostenibilità ambientale e di cui il progetto Infolaghi rappresenta una chiara dimostrazione di successo.

 

Commenti 

 
#3 vergogna! 2010-12-28 15:03
l'indignazione ormai è diventata nei confronti di tutto, perché non va nulla, non ci resta che piangere?
Segnala all'amministratore
 
 
#2 Amurri e Verde 2010-12-26 19:37
non capisco bene il senso di tanta indignazione

ognuno fa l'ambientalista come crede

pure la min. Prestigiacomo che mo piange e strepita non ha battuto ciglio sul nucleare dello sbadato ex nib. Scajola
(e li han rivotati....pensa come stiamo frecati)

riserverei l'indignazione per cause più serie
Segnala all'amministratore
 
 
#1 vergogna! 2010-12-26 16:50
La tiritera è la stessa di sempre: Tutela dell'ambiente, tutela integrale degli habitat naturali, rospo smeraldino... infallibili esempi di conduzione delle aree naturali, zone umide, zone Sic tutte caz..ate se poi il riscontro con la realtà mette in evidenza situazioni tristi e sconcertanti.

Gli incendi estivi dei laghi di Agnano e di Castiglione, della stessa area di Castiglione con eclatanti discariche a cielo aperto, ne sono l'esempio. Penso sia il momento di smettere i panni di ambientalisti d'èlite e di fare ambientalismo solo a pagamento.

In questi giorni a ridosso del lago Petrullo si sta consumando l'ennesimo massacro nei confronti del territorio e quasi tutti i consiglieri, i cari ambientalisti, gli agricoltori ecc.. stanno a guardare, in attesa, forse, che qualcuno elargisca monete per pagare il silenzio. Vergogna!
Segnala all'amministratore
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI