Domenica 18 Novembre 2018
   
Text Size

RIORDINO: ACCORPATE 'FORLANI' E 'CARELLI'

banchi-scuola

Con delibera della Giunta Regionale, la numero 2954 del 28/12/2010, giunge a compimento l’iter di definizione e approvazione del “Piano regionale di riordino della rete delle istituzioni scolastiche pugliesi” che mira ad “effettuare interventi tesi ad una razionalizzazione organica della rete scolastica e dell’offerta formativa”.

Tale Piano interessa direttamente l’assetto futuro delle nostre scuole, giacché è stata respinta la proposta avanzata dal Comune di Conversano, espressa con Delibera di Giunta n. 96 del 19.11.2010, di evitare l’accorpamento delle due scuole secondaria di I^ grado.

In virtù del numero esiguo di alunni iscritti alla Scuola Media “Forlani” (294), l’Assessorato Regionale ha disposto l’unificazione di quest’ultima con la “Carelli”, la quale conta 549 alunni. Il provvedimento decorrerà dall’anno scolastico 2011/2012.

In linea generale, tre sono stati gli obiettivi che hanno orientato le scelte del Piano:

-  L’unificazione di “scuole fortemente sottodimensionate rispetto ai parametri previsti, privilegiando la costituzione di Istituti comprensivi” (i cosiddetti “accorpamenti verticali”, che garantirebbero una continuità didattica tra scuola primaria e secondaria);

-  La salvaguardia “in via eccezionale dell’autonomia di scuole, sia pure sottodimensionate, ma che costituiscono presìdi di aggregazione culturale e sociale in realtà territorialmente e/o socialmente svantaggiate” (con riferimento ai Comuni montani, isolati o di piccola estensione e, parimenti, alle aree a forte rischio di devianza minorile o dispersione scolastica);

-  Ilmantenimento di scuole sovradimensionate rispetto ai parametri previsti in presenza di impegno a una autoriduzione delle iscrizioni nelle prime classi”.

Infine, ritenendo necessario monitorare “costantemente la situazione dell’offerta formativa e di istruzione in Puglia”, l’Assessorato esprime la propria intenzione ad “istituire un Osservatorio regionale composto da rappresentanti della Regione, delle Province, dei Comuni, dei Distretti produttivi e tecnologici, dell’Ufficio scolastico regionale ed esperti del mondo della scuola e del lavoro, da attivare nell’anno 2011 con apposito provvedimento”.

Commenti 

 
#2 FalquiEPiccioni 2011-01-07 08:22
ma da chi?
dal Preside della Libertà ?

stiam tornando alle scuole differenziali, ma per censo
pieno ottocento

grazie Giulietto,
grazie Mariastella.
Segnala all'amministratore
 
 
#1 Gianluca 2011-01-07 01:44
Salve,
ho sentito dire brutte cose razziste sulla scuola Forlani!
In decenni non si è mai sentito nulla di ciò ed ora ke siamo arrivati al 2011 non possiamo privilegiare una scuola nei confronti di un'altra!
Spero ke l'accorpamento sia molto utile
Segnala all'amministratore
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI