Domenica 19 Agosto 2018
   
Text Size

INCONTRO PUBBLICO SU VIDEOORVEGLIANZA E ZTL

municipio

Nella serata di martedì 11 gennaio, si è svolto un incontro pubblico avente come tema la gestione della Zona a Traffico Limitato. All’evento, svoltosi presso la Sala Consiliare, hanno preso parte l’assessore Antonio Alfarano, il Comandante dei Vigili Urbani, dott. Giovanni Di Capua, il sindaco Lovascio ed alcuni cittadini, in prevalenza gestori di esercizi commerciali ubicati nel Centro Storico e residenti.

Il Comandante Di Capua ha voluto fornire informazioni dettagliate sul sistema di videosorveglianza. In tutto sono state installate 21 telecamere (comprese le 8 già presenti, più altre 13, di cui una installata a Triggianello): l’obiettivo è quello di accrescere la sicurezza stradale.

Per quanto riguarda la gestione delle immagini, Di Capua ha assicurato il rispetto della privacy. Ha inoltre aggiunto che solo il Comando di Polizia Municipale ed il Comandante della locale stazione dei Carabinieri possono avere accesso ai dati (tuttavia, ai fini investigativi, altre autorità potranno usufruire del sistema). Di Capua ha voluto sottolineare che, in collaborazione con l’azienda che ha realizzato l’impianto, si è voluto salvaguardare l’aspetto estetico del Centro cittadino.

Il centro del discorso ha riguardato i 3 varchi che delimitano le zone a traffico limitato. Questi sono caratterizzati dalla presenza di un cartello munito di display che indica se la zona è accessibile o meno (a seconda degli orari prestabiliti). Pertanto nei pressi del cartello è installata la telecamera. In prossimità dei 3 varchi, è stata realizzata una segnaletica aggiuntiva che illustra al meglio le “vie di fuga” che dovrebbero facilitare gli automobilisti nel trovare percorsi alternativi a quelli delle ZTL.

Tramite un portale informatico si può monitorare il transito in queste zone. Nel database sono inserite le targhe dei veicoli autorizzati, che quindi non vanno incontro a sanzioni. Al contrario nel momento in cui un veicolo non autorizzato si immette in una zona a traffico limitato (sempre nelle ore di chiusura al traffico) il software si serve della telecamera per fotografare la targa ed il proprietario del mezzo va incontro a sanzioni.      

Alcuni dei cittadini presenti hanno manifestato perplessità sul funzionamento del sistema. In particolare, le famiglie residenti che dispongono di più mezzi, hanno chiesto chiarimenti per quanto riguarda i permessi. I gestori di esercizi commerciali hanno invece manifestato preoccupazioni per quanto riguarda i propri fornitori, i quali devono raggiungere con i veicoli i bar, i ristoranti ed i negozi vari.

Per quest’ultimo problema, Di Capua ha dichiarato che tramite il Numero Verde – che dispone di 3 diversi servizi: per diversamente abili, carico e scarico ed altri messaggi – si possono ottenere dei permessi provvisori, ma questi devono essere motivati. Se, per esempio, un cittadino ha la necessità di ritirare un prodotto e caricarlo in auto nei pressi dell’esercizio commerciale, deve comunicare al Numero Verde e spedire un fax con lo scontrino.

Per quanto riguarda il problema sollevato dai residenti, Di Capua ha risposto che può sussistere un problema, in quanto il sistema informatico non permette (ad una famiglia con 3 veicoli, per esempio) di spostare il permesso da un veicolo ad un altro, visto che non controlla il permesso ma la targa. Pertanto la soluzione potrebbe essere quella di registrare la targa di ogni veicolo nel database del sistema (mentre i veicoli aventi permesso sono già registrati).  

Il sindaco Lovascio ha voluto intervenire per ribadire che la città va incontro ad un “cambiamento radicale”. “Conversano ha bisogno di una svolta per quanto riguarda la circolazione stradale” ha proseguito, invitando a osservare questo cambiamento in una “prospettiva turistica”. Il turismo (insieme all’agricoltura)  potrà essere il settore trainante della città in futuro. “La scelta di monitorare le ZTL è indirizzata in questo senso”. Infine ha auspicato un clima di collaborazione, “ma – ci tiene a sottolineare – non chiedeteci di tornare indietro, sarebbe una sconfitta per l’intera Città”.

Commenti 

 
#4 Gianvito F. 2011-01-14 21:41
Io amo Lovascio. E chi mi dà del lecca***o, può andare a farsi un giro.

FINALMENTE ZTL. Ora parcheggio in P.zza Carmine e via pure i residenti del centro storico.


CENTRO STORICO AI PEDONI ED ALLE BICI.
Segnala all'amministratore
 
 
#3 PazzariellO 2011-01-14 00:03
Attenziòn, battagliòn, ...
andiamoci cauti con i facili entusiasmi: non è la prima volta che questa amm.ne indice conferenze stampa per annunciare magnifiche sorti (e regressive)

"si può monitorare" non significa che qualcuno lo farà mai in modo sistematico, anzi con i tagli penso che si limiteranno per un po' a vivacchiare sfruttando l'effetto telecamera incombente; quando, poi, si saranno accorti che il gatto latita, i soci riprenderanno a ballare (non hanno mai smesso)

Ai commercianti interessa della monnezza da asporto che i loro giovani avventori ci lasciano per le strade (dove le telecamere non arrivano) ?
Segnala all'amministratore
 
 
#2 Alberto 2011-01-13 17:30
Ma è noto da quando entreranno in funzione queste benedette telecamere????
Segnala all'amministratore
 
 
#1 Beppe Cacciapaglia 2011-01-13 09:40
Approvo fortemente questa soluzione, finalmente i cittadini potranno godere del territorio con benefici per la salute.
Segnala all'amministratore
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI