Venerdì 22 Giugno 2018
   
Text Size

VOTATO L'EMENDAMENTO AL PIANO OSPEDALIERO

ospedale

Il testo passa all'unanimità e sarà presentato alla Regione Puglia per la discussione.

 

E’ stato approvato all’unanimità, dal consiglio comunale di Conversano, l’emendamento proposto dalla Commissione Sanità al piano di riordino regionale, per quanto riguarda il nostro presidio ospedaliero e il distretto Monopoli-Conversano. Il testo è approdato stamani negli uffici della Regione e sarà sottoposto all'attenzione della Terza Commissione regionale che dovrà esprimersi per decidere se approvare o meno le modifiche.

L’assise conversanese propone delle modifiche al piano di riordino della rete ospedaliera, la ‘cura dimagrante’ approvata dalla giunta regionale e che, tra le altre cose, prevede  in Puglia 1.411 posti letto in meno.

Uno snellimento lento, per step, un taglio non proprio netto, che si consumerà nel giro di due anni: entro il 31 dicembre 2011 la Regione eliminerà 500 posti letto in meno, di cui 130 negli Enti Ecclesiastici e 370 nelle Aziende ed Enti del Servizio Sanitario Regionale. Entro il 31 dicembre 2012, infine, verranno disattivati ulteriori 300 posti letto delle Case di cura private accreditate.

LE MODIFICHE PRESENTATE - “Vogliamo che la struttura di Conversano rimanga complessa – illustra l’emendamento ai nostri microfoni il presidente della Commissione, Gianluigi Rotunno - altrimenti andremmo a meno di 50 posti letto”.

Intanto sembrano lontani i tempi delle barricate. “Conversano deve preparare le barricate e difendere i diritti” – erano questi i toni dell’annunciata apocalisse nel giugno del 2010.

Poi nell’ottobre scorso si fa avanti un prodigioso Sansonetti che annuncia i progetti all’ospedale di Conversano per farne un futuro polo medico. Ci credono in pochi, ma il direttore del San Giacomo, sotto accusa nella guerra tra corsie opposte, per la fuga di medici da Conversano a Monopoli, riesce a stemperare gli animi.

"I medici - promise Sansonetti - da Monopoli verranno a Conversano per potenziare la struttura. Non chiedetemi quali sono i tempi, ma vogliamo il polo medico per potenziare il servizio".

“Si è fatto tanto casino…” – qualcuno ha sussurrato ieri in aula, pensando che il piano di riordino è stato tutto sommato un passaggio abbastanza indolore. Staremo a vedere.

****

IL TESTO DELL’EMENDAMENTO APPROVATO

Premesso che nelle tabelle allegate al Regolamento in oggetto, alla Sezione Provincia di Bari, per il P.O. Monopoli- Conversano risultano previsti 179+53 ( tot. 232) posti letto totali contro i 156+72 (totale 228) attualmente funzionanti.

Considerato che attualmente la Medicina Interna di Conversano ha 21 posti letto funzionanti mentre quella di Monopoli ha 17 posti letto funzionanti ed è articolazione di Conversano.

Considerato che Conversano è sede della Struttura Complessa.

Considerato inoltre che nel recente passato presso il P.O. di Conversano erano attivi 4 pl di Lungodegenza che sono stati temporaneamente sospesi per la messa a norma della struttura sostanzialmente completata.

Considerato ancora che presso l’Ospedale di Conversano è stata prevista la disattivazione di 19 posti letto di diverse specialità, nonostante una logistica ampiamente adeguata ad accogliere molti più posti letto dei 53 previsti.

Si propone

di prevedere per il P.O. di Conversano 16 pl di Medicina interna + 4 pl di Lungodegenza con il mantenimento della struttura complessa e per il P.O. di Monopoli 14 p.l. di Medicina Interna; rimane invariato  il numero del totale dei p.l. del P.O. Monopoli-Conversano.

 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI