Venerdì 22 Giugno 2018
   
Text Size

LAVORO SOMMERSO IN PUGLIA: I DATI DEL MINISTERO

lavoro-nero

Nel Consiglio dei Ministri dello scorso Gennaio 2010, il Ministro Maurizio Sacconi presentò il “Piano straordinario di contrasto al lavoro sommerso nell'edilizia e nell'agricoltura” che, prendendo in esame i settori più esposti all'utilizzo dell’occupazione irregolare”, mirava a rafforzare le azioni di controllo e di contrasto nelle quattro Regioni più problematiche sotto questo profilo: Campania, Puglia, Calabria e Sicilia”.

A tal fine, grazie al coinvolgimento del personale ispettivo del Ministero e ai Corpi delle Forze dell’Ordine, sono stati effettuati più di 5mila controlli nella sola Puglia.  

Questi i risultati relativi al periodo Marzo – Ottobre 2010.

 

REGIONE PUGLIA

• Agricoltura

Aziende ispezionate: 2.165

Aziende irregolari: 983 (pari al 49 % rispetto a quelle ispezionate)

Lavoratori oggetto di verifica: 10.613 (972 extracomunitari, di cui 10 privi del permesso di soggiorno)

Lavoratori totalmente in nero: 1.129

Lavoratori irregolari per altre cause: 1.064

Posizioni lavorative fittizie e/o prestazioni previdenziali indebite: 5.100

Sospensioni per lavoro nero: 54 (di cui 31 revocate)

 

Edilizia

Aziende ispezionate: 3.013

Aziende irregolari: 1.845 (pari al 61% rispetto a quelle ispezionate)

Lavoratori oggetto di verifica: 8.270 (121 extracomunitari)

Lavoratori totalmente in nero: 822

Lavoratori irregolari per altre cause: 1.361

Sospensioni per lavoro nero: 287 (di cui 197 revocate)

Sospensioni per motivi di sicurezza: 3 (di cui 0 revocate)

Violazioni in materia di salute e sicurezza: 2.612

Commenti 

 
#6 p.laricchiuta 2011-01-16 15:13
@sabio: scusami ma di che e/o di chi stai parlando? il senso dev' essere quello che se una persona fisica vuole diventare negoziante/imprenditore e così via, deve rispettare la legge o richiederne il rispetto sennò scatta la denuncia. è questo il passo da compiere in automatismo; esattamente come sembra automatica la raccomandazione, lo dev' essere il proprio senso civico. di ognuno di noi. basta fare1giro tra i pub di Conversano il sabato sera o 1altro giorno così per notare quanto lavoro nero c' è, quanto sfruttamento, quanta mafia. allo stao di cose presenti dobbiamo tutti assieme ribellarci perché è possibile una società in cui il mio sorseggiare la birretta NON debba costare il lavoro nero di chi me l'ha spillata. comincia a non frequentare più questi posti di sfruttamento e vedrai come tutti possiamo cambiare in concreto le cose! Hasta
Segnala all'amministratore
 
 
#5 p-artigiano 2011-01-16 09:57
sabbiò, se non ce la fai resistere almeno potresti fare un po' di ammuina
Segnala all'amministratore
 
 
#4 sabio 2011-01-15 19:42
caro Paolo,
la mafia, la raccomandazione, il favoritismo, il clientelismo, anche se fanno parte del senso comune e della caratterizzazione essenzialmente italiana, sono facce della stessa moneta. Ora e sempre Resistenza. come tu dici, significa che la maggior parte di chi dovrà fare le barricate è la stessa identica parte che quando andava a scuola si faceva raccomandare dai genitori. Gli stessi autori, giornalisti e quant'altro che oggi godono di privilegi e di tanto danaro, all'epoca scolastica sono stati raccomandati. Allora, quale resistenza!
Segnala all'amministratore
 
 
#3 mario.b 2011-01-15 18:11
999 operai su 1000 sono a nero....bisogna castigare....i padroni....che si gonfiano sempre piu'....
Segnala all'amministratore
 
 
#2 p.laricchiuta 2011-01-15 16:13
novità delle novità! ma basta chiedere al tizio che ci serve il caffè/la pizza/il gelato o ci cambia le gomme dell' auto se il suo contratto è regolare o a NERO per capire quanta parte dell' economia CITTADINA sia nascosta cioè mafiosa. la mafia si combatte partendo dai comportamenti individuali... altrocchè "collaborare con i commercianti" e "filiera corta" come sostenuto nell' ultimissimo congresso socialista di ieri! ora e Sempre, Resistenza!
Segnala all'amministratore
 
 
#1 daniele pasquale 2011-01-15 09:43
che bollettino di guerra!
i datori di lavoro indicano un referendum tra i loro operai per eliminare tutti questi inutili "freni" allo sviluppo delle loro benemerite attività ...
potrebbe risultare interessante un approfondimento dell'indagine sulla base di dati ufficiali relativi al nostro paese.
complimenti alla redazione per l'articolo!
Segnala all'amministratore
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI