Martedì 11 Dicembre 2018
   
Text Size

PIANO OPERE PUBBLICHE: GLI INTERVENTI DEL 2011

gungolo-carlo

Ritorniamo a parlare del Piano triennale delle Opere Pubbliche, la cui esecutività è stata sancita dalla delibera di giunta n. 243 del 28/12/2010, per segnalarvi gli interventi previsti per il 2011. Interventi, ci ricorda l’Assessore ai Lavori Pubblici Carlo Gungolo, che potranno subire delle variazioni in base alla copertura finanziaria da rintracciare in sede di bilancio.

Oltre a tutti i provvedimenti inclusi nel PIRP, di cui vi abbiamo già riferito, tra le opere che partiranno entro quest’anno va annoverata la sistemazione a servizi sportivi, cultuali e religiosi dell’area servizio di via Monopoli e la sistemazione a verde attrezzato per quella di via Castellana. Entrambe le iniziative vedranno la diretta partecipazione dei soggetti privati, secondo il principio del reciproco interesse.

Nuovi investimenti anche sulle aree di sosta: prevista la realizzazione di un parcheggio sotterraneo in Piazzo Aldo Moro (circa 12 milioni di euro da recuperare attraverso “progetto finanza”) e la sistemazione a parcheggio pubblico della zona E2 di Via Cappuccini (nei pressi del Cimitero).

Boccata d’ossigeno per l’edilizia sociale e scolastica con la demolizione e ricostruzione della palazzina dei Servizi Sociali (via Gioberti) e di due asili comunali (via Buonarroti e via Sassari). “Tali opere – precisa Gungolo – saranno realizzate attuando una fase di concertazione, a evidenza pubblica, per contemperare gli interessi pubblici con quelli del privato. Infatti, parliamo di strutture le cui cubature possono essere ottimizzate; dunque il pubblico ottiene gli stessi volumi ma completamente ristrutturati, su quelli ulteriormente realizzabili s’inserisce l’interesse del privato”.

Il capitolo viabilità, oltre le opere di ordinaria manutenzione, vede l’installazione di asfalti a bassa rumorosità in via Vernaleone (nei pressi della c.d. zona 167), strada interessata anche dalla realizzazione di un centro polivalente per anziani.

Infine, la copertura di via Mario La Volpe (vicinanze Scuola Media “Forlani”) e ampliamenti per 30 milioni di euro in favore del PIP (Piano Insediamenti Produttivi).

Commenti 

 
#14 Gianvito F. 2011-01-20 16:26
Viaggio di nozze? "Magari!"

Per l'incontro... Dico ancora magari! Ma pure con gli amministratori, con interventi a tempo prefissato e senza grida, schiamazzi e scambi di banco, come il "caro" Matteo Salzo è abituato a fare insieme al compagno di merende Piemontese.
Segnala all'amministratore
 
 
#13 Giacinto Carenza 2011-01-20 14:55
SAbio io ci sto,
Segnala all'amministratore
 
 
#12 SABIO 2011-01-19 15:07
cari Olgettino e Giacinto (visto che Gianvito è in viaggio di nozze!), è giusto che non ci si deve nascondere dietro i nomignoli. Se avete coraggio mentale perchè non organizzare un incontro in sala consiglio (senza gli amministratori) e continuare a parlare di questi argomenti in un confronto serio?
attendo notizie!
Segnala all'amministratore
 
 
#11 Gerolamo Abbondanza 2011-01-19 12:36
caro Giacinto NomenOmen, in programma potrebbe significare le calende greche, da quando è stata rifatta la strada ?

(se mi firmassi Peppino Lorusso saresti più contento? varrebbe tanto quanto il tuo presunto nome vero...)
Segnala all'amministratore
 
 
#10 Giacinto Carenza 2011-01-19 09:17
Olghettino non te ne uscire con ste str...... quando dico i lavori sono gia in programma parlo di un tempo circoscritto entro la fine di maggio.
Di risposte alle tue e a quelli degli altri posso darne tante però gradirei da parte Vs il non uso di nomiglioli, se vogliamo costruire bisogna pur conoscere chi si ha di fronte.
Segnala all'amministratore
 
 
#9 Olgettino 2011-01-18 20:51
ok, ho capito: subito prima delle prossime elezioni lo rifanno, grazie
Segnala all'amministratore
 
 
#8 SABIO 2011-01-18 19:03
MA LA 167 SI LIMITA ALLA VIA VERNALEONE?
E TUTTO IL RESTO?
Segnala all'amministratore
 
 
#7 p.laricchiuta 2011-01-18 13:36
l' intervento del privato in ambito pubblico è SEMPRE da prendere con le cautele del caso. pubblico vuol dire di tutti, a partire dai soldi/introiti che da quell' intervento ne potrebbero derivare. sono svariati i casi conversione dal pubblico al privato, in toto: villa lucia+LOFANO ti dice nulla durante l' amm. Judice? alla luce di ciò, visto i dati in ambito di lavoro nero&le infiltrazioni mafiose che gl' appalti pubblici richiamano (12ml di € sono 24 MILIARDI di pochi anni fa...) fan gola a molti! tanto "è pubblico!" questo si deve evitare, utilizzando una progettualità che può far ricevere al Comune(p.s.: tutti noi) 12ml o più di finanziamenti pubblici. sorvegliamo... anche se poi, le conseguenze chi le paga?
Segnala all'amministratore
 
 
#6 Giacinto Carenza 2011-01-18 13:14
caro Olgettino l'asfalto in via dei Paolotti sarà rifatto, purtroppo non si può intervenire in questo momento a causa delle condizioni metereologiche, il lavoro fatto è stato contestato, e la ditta che lo ha realizzato ha ammesso l'errore derivato dalla mescola dell'asfalto. i lavori sono già in programma.
quindi credo che siamo in buone mani, ed è giusto che sovrintendendano loro.
Segnala all'amministratore
 
 
#5 Olgettino 2011-01-18 00:26
ora l'ex assessore scrive per dire che aveva avviato tutto lui

e l'asfalto a bassissima rumorosità di via dei paolotti? non lo dovete rifare? chi non ha controllato ? gli stessi che sovrintenderanno a questi lavori?
Segnala all'amministratore
 
 
#4 melania gasparro 2011-01-17 17:49
opere buone. ottime motivazioni. ora bisogna vedere quante ne realizzeranno davvero o qnd diventeranno solo soldi sprecati!
Segnala all'amministratore
 
 
#3 Gianvito F. 2011-01-17 16:31
Io ti chiedo di essere più esplicito, perché - sinceramente - mi perdo un po' nei tuoi doppi sensi. Comunque, le joint venture col privato oggi sono necessarie, ahimè. Non credo che un Comune di 27mila abitanti potrebbe mai aspirare a 12 mln di euro di finanziamenti pubblici, sinceramente.
E le fanno tanto a sinistra, quanto a destra, chiunque ci sia al Governo, e tanto nelle città quanto nei paesini.
Segnala all'amministratore
 
 
#2 p.laricchiuta 2011-01-17 15:44
il privato non potrà che, per stessa definizione, farsi gl' interessi propri... la bontà e/o "buonismo" del capitalismo non ha mai salvato il pubblico. anzi. le cattedrali nel deserto sono di drammatica quanto concreta realtà. come la penuria di fondi. e di chi è la colpa? nel caso in cui il governo (regionale o nazionale) è della parte politica opposta, imputare la colpa a loro sennò è della crisi. corre(o)tto?
Segnala all'amministratore
 
 
#1 Gianvito F. 2011-01-17 14:10
Bene, soprattutto per il parcheggio in p.zza Aldo Moro, fondamentale per togliere anche le auto dei residenti dalla ZTL.
Segnala all'amministratore
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI