Venerdì 22 Giugno 2018
   
Text Size

VANDALISMO. LOVASCIO: 'ANDARE NELLE SCUOLE'

lovascio-sindaco

“Per studiare il fenomeno dilagante del vandalismo io comincerei dalle scuole elementari”. Così, il sindaco Giuseppe Lovascio ieri sera, nel suo intervento dedicato alla cerimonia di San Sebastiano, patrono del corpo di Polizia Municipale.

Il sindaco è intervenuto a margine della relazione fiume del comandante della PM Giovanni Di Capua, il quale ha tracciato un bilancio posito per il 2010, ma un anno che ricorderemo per gli atti di vandalismo ai danni di opere pubbliche e servizi di utili alla comunità, recentemente alla ribalta delle cronache locali.

Contro questa piaga il sindaco invoca maggiora attenzione e studio: “Bisogna indagare il fenomeno con lo spirito del buon padre di famiglia, che non si limita solo a registrare e condannare, ma vuole ricercare le motivazioni”.

“Cosa spinge i ragazzi a commettere atti vandalici? Bisogna andare nelle scuole – ha suggerito il primo cittadino – andare incontro alle motivazioni e al disagio.”

Registriamo il monito dell’assessore Alfarano affinché la Polizia Municipale ci protegga e ci aiuti a preservare il decoro della città, ormai “indirizzata verso il turismo” e - sottolinea Lovascio, orientata verso un maggiore “contenimento dell’attività industriale”.

“Se vogliamo ridare futuro ai giovani e a chi vive a Conversano - ha concluso il sindaco - i primi ad amarla dobbiamo essere noi, servendola con grande cuore”.

Il nostro archivio, a cominciare già dagli albori di Conversanoweb, documenta numerosi episodi di vandalismo e azioni di devastazione contro il patrimonio pubblico, in taluni casi anche storico e paesaggistico, com’è accaduto con la famosa breccia sulla sommità della torre dodecagonale del castello ricavata da privati e stimati cittadini, e non da adolescenti in preda ai più rudi e primordiali istinti, o a chissà quale fenomeno sociologico da reprimere. Abbiamo denunciato l'episodio alla Sovrintendenza dei Beni perché anche questo è vandalismo o essere vandali. Talvolta la brama, la presunzione del potere e l'azione visibile sono l'uno la conseguenza dell'altra.

 

VEDI LA DENUNCIA E LE FOTO DELLA BRECCIA SUL CASTELLO DI CONVERSANO

NEL 2009 500 EURO DI MULTA PER I VANDALI

VEDI ANCHE CERIMONIA DELLA PM E GALLERIA FOTO

BIKE-SHARING ALLA STAZIONE E VANDALI IN AZIONE

IL SERVIZIO DI VIDEOSORVEGLIANZA A CONVERSANO

IL SISTEMA DI VIDEOSORVEGLIANZA ATTIVATO

 

Commenti 

 
#9 A. Van Vera 2011-01-27 10:16
la scarsa autorevolezza delle prediche ai ragazzini delle elementari è il miglior incentivante a intraprendere la via del vandalismo (come le raccomandazioni "non fumare", "non ti drogare" da parte di gente che non s'è guadagnata nessun rispetto)
Segnala all'amministratore
 
 
#8 milo dattoma 2011-01-25 12:11
E se iniziassero a fare, come dice Lovascio, dalle elementari in su, una sorta di corsi di antivandalismo tenuti da street artist come quelli che han dipinto la facciata del campo sportivo quest'estate, tutti ragazzi provenienti dal mondo dei graffiti(anche vandalismo)che magari hanno saputo sfruttare questo hobby facendone una prfessione o perlomeno facendo dei bei disegni che nn siano sgorbi.
I ragazzini vedono loro come degli idoli, e di sicuro per un ragazzino sarebbe più facile seguire un writer che un vigile urbano(di sicuro in un corso del genere l'insegnante street artist dovrebbe anche essere supportato da un corpo come quello dei vigili urbani, che magari in lezioni come queste spiega la questione legale e civile del vandalismo).
Di sicuro sarebbe una buona idea, che al quanto pare in alcuni comuni del nord sta già funzionando.
Segnala all'amministratore
 
 
#7 Gianvito F. 2011-01-22 12:47
Che significa studiare il fenomeno?

La gente ruba e brucia macchine ovunque, e di regola sono le Forze dell'Ordine a doversene occupare. Qui parliamo di vandalismo ad altri livelli.
Segnala all'amministratore
 
 
#6 nico mottola 2011-01-22 12:11
In questo la penso, un po' in maniera diversa dal Sindaco. Non si puo' surrogare andando solo nelle scuole "a comprendere le ragioni" perché secondo me occorre prima rimarcare il valore dell'educazione, partendo dalla famiglia che a mio parere oggi è in senso generale troppo permissiva in fatto di educazione. La lotta alla criminalità (perche' a mio avviso non esiste micro o macro criminalità) non la si fa come dice e pensa chi sta a sinistra, affermando che occorre "...comprendere le ragioni di chi sbaglia...". Chi sta a destra del panorama politico sa che la lotta alla ciminalità la si fa solo reprimendo e sanzionando duramente coloro che si sono macchiati di reati, di qualsiasi reato, piccolo o grande che sia, assicurando con la giustizia la certezza della pena.
Ritornando alla famiglia, e qui chiudo perche' il discorso sarebbe lungo, anche molti pediatri e psicologi sostengono e concordono sul fatto che non bisogna tentennare quando i figli sbagliano, bisogna richiamarli e se del caso quando sono recidivi anche ricorrendo a quello che a giusta ragione viene definito il ceffone "terapeutico".
Segnala all'amministratore
 
 
#5 Esopo 2011-01-22 10:38
Ancora a studiare ?

*mod*

Al netto delle chiacchiere
dov'è la repressione ?
dov'è il deterrente ?
Segnala all'amministratore
 
 
#4 spasmo 2011-01-22 09:05
Peccato che quando l'opposizione chiede di mettere i bilancio somme per studiare il fenomeno ed intervinere, la risposta è un bel due di picche.
e poi Non ci meravigliamo se qui la gente ruba o brucia tranquillamente le macchine.*****.
Segnala all'amministratore
 
 
#3 sentibilissimo 2011-01-22 08:52
il senso era quello, appunto, di andare nelle scuole e sensibilizzare
Segnala all'amministratore
 
 
#2 Gianvito F. 2011-01-21 18:45
Dichiarazioni importanti, da spedire a chi parla di Lovascio repressore e basta. C'è bisogno di sensibilizzazione culturale unita a deterrenti.
Segnala all'amministratore
 
 
#1 fedro 2011-01-21 17:57
forse i vandali si annidano alle elementari?
Piuttosto si incrementi la vigilanza di notte.
Segnala all'amministratore
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI