Domenica 24 Giugno 2018
   
Text Size

LA SINTESI DELL’ATTIVITÀ DELLA PM A CONVERSANO

comandante

Come accennavamo in occasione dei festeggiamenti del Santo Patrono della Polizia Municipale, uniti a quelli per il 150° anniversario dell’Unità d’Italia, il Comandante dott. Giovanni Di Capua ha provveduto alla “disamina delle attività che hanno visto impegnato il Corpo della P.M. di Conversano nel corso del 2010”.

Doveroso iniziare le proprie riflessioni con il ricordo del collega Francesco Franzese, ringraziando “tutta la Comunità conversanese, che nel momento più doloroso si è stretta attorno al Corpo”.

 

IL QUADRO NAZIONALE – Di seguito alcune riflessioni di respiro nazionale che si sono appuntate “sull’indifferenza del legislatore nazionale e regionale, che, nonostante le numerose e continue sollecitazioni ricevute non hanno saputo dare alcuna risposta alle aspettative della categoria”.

Il famoso “Pacchetto Sicurezza” ha sortito l’unico effetto di aumentare la mole dell’impegno della Polizia locale, nulla modificando a riguardo della disciplina contrattuale. E la Regione ha seguito l’indirizzo nazionale, bloccando l’erogazione di contributi per l’acquisto di attrezzature e non dando seguito alla richiesta di potenziamento del Comando, non predisponendo le necessarie nuove assegnazioni.

 

I DATI LOCALI – “L’impegno profuso dall’Amministrazione guidata dal Sindaco Avv. Lovascio, ha visto aprire il 2010 con un rafforzamento della dotazione organica”. Tale impegno non ha, tuttavia, sortito il risultato sperato in ragione della prematura scomparsa dell’agente Franzese e del pensionamento dei colleghi Barisonzo e Lapresentazione. Donde la richiesta di una maggiore attenzione da parte del governo cittadino a porre in essere ogni sforzo per rimpinguare le fila del Corpo.

Tra i principali provvedimenti, la realizzazione di posti di controllo traffico dinamici all’interno del centro urbano e l’utilizzo dell’apparecchiatura Autovelox in dotazione. “Oltre 300 controlli di polizia stradale e quasi 6mila violazioni accertate, per una somma complessiva di 243mila euro” (+ 150% rispetto al 2009). Circa 500 punti decurtati dalle patenti e un accertato di 20mila euro nell’ambito delle violazioni a Regolamenti e Ordinanze (+ 650% rispetto al 2009).

Inasprita con successo la lotta alle affissioni ed alla pubblicità abusiva. E a questo proposito il Comandate auspica che l’abitudine locale di affiggere manifestini che annunciano i matrimoni siano coniugati con il “rispetto delle regole della civile convivenza e del decoro cittadino (il parente che festeggia gli sposi con il manifestino, può curarne anche la rimozione, evitando di creare pericoli attraverso la copertura di segnaletica stradale)”.

 

PARCHEGGI E CENTRO STORICO. Si tocca poi il capitolo delle aree di sosta a pagamento, attivato dal mese di maggio e corredato, nelle ultime settimane, da pannelli di info-mobilità. Tale servizio “ha consentito a chiunque ha raggiunto Conversano per le numerose manifestazioni di trovare posi liberi ove parcheggiare l’auto, determinando un incasso lordo di 91.205,75 euro”, 25mila dei quali sono stati introitati dal Comune.

“Ritengo – prosegue il Comandante Di Capua – che l’intervento di più grande rilevanza sia stato quello teso a tutelare il Centro Storico e ad innalzare il livello di sicurezza nell’intero centro abitato”. Il riferimento è ai varchi elettronici, che dal 7 febbraio saranno avviati in esercizio definitivo, e – più in generale – al reintegro ed ampliamento del sistema di videosorveglianza, il quale conta ad oggi 21 postazioni suscettibili di successive aggiunte senza modificare strutture hardware e software”.

 

TUTELA AMBIENTALE – Cospicui gli accertamenti di natura amministrativa sull’attività edificatoria, venti dei quali “hanno comportato il deferimento all’Autorità Giudiziaria” per violazioni urbanistico-edilizie “tutte regolarmente convalidate dal pubblico  ministero e oggetto di decreto di sequestro da parte del giudice per le indagini preliminari”.

Altre operazioni hanno riguardato la segnalazione presso l’Ufficio Ambiente di una serie di discariche a cielo aperto, tutte poi bonificate; il controllo di 15 strutture private con coperture in amianto e gli accertamenti per la regolarizzazione delle occupazioni di suolo pubblico da parte dei pubblici esercizi.

Non ultima, la nascita della cabina di regia, in sinergia tra Area Ambiente, Area Tecnica e Area di Vigilanza.

 

LA FORMAZIONE – Notevoli le attività di formazione, interne ed esterne, tra cui la realizzazione di corsi per educazione stradale (progetto “KATEDROMOS”) atti alla sensibilizzazione dei giovani studenti al corretto uso del casco e ai rischi dell’assunzione di alcool e sostanze stupefacenti o psicotrope; la partecipazione alla seconda giornata regionale sulla sicurezza stradale, organizzata dall’Assessorato regionale ai Trasporti; attività di formazione presso la LUM di Casamassima e le famose “multe morali” comminate, in collaborazione con l’associazione CONLORO, dai bambini verso gli automobilisti più indisciplinati.

Ancora, il corso di autodifesa impartito agli agenti dal Maestro Bartolomeo Lovecchio e il percorso di formazione, tenutosi presso il locale Presidio Ospedaliero a cura del C.I.S.O.M., che ha consentito agli Istruttori Liuzzi e Agnello di conseguire il Diploma di Corso di Primo Soccorso. Un traguardo che amplia i servizi offerti dal Corpo ai cittadini e che si completerà con l’acquisto di un defibrillatore portatile.

 

IL LAVORO D’UFFICIO – Oltre alla redazione del Regolamento per l’utilizzo del sistema di videosorveglianza, l’impegno degli uffici si è profuso nella “celebrazione delle gare d’appalto inerenti i nuovi servizi”; nella soluzione del contenzioso con l’EUROSTAFF con la rescissione anticipata del contratto e la rimozione delle apparecchiature Photored 17/A installate sul territorio e nella ricognizione delle multe evase negli anni 2005-2008 – con notifica d’ingiunzione fiscale, “già effettuata per il 2005 e 2006, in partenza per il 2007 e 2008” – che ha portato ad accertare un credito pari a 628.608,81 euro.   

 

INFORMATIZZAZIONE DEL COMANDO – Completato il processo di adeguamento del software gestionale per interfacciarsi con il servizio di videosorveglianza, i bollettari vanno in pensione lasciando il posto a moderni palmari connessi a stampanti bluetooth con l’opportunità agli Ausiliari del Traffico di notificare le violazioni di loro competenza evitando ogni tipo di contestazione, che spesso nasce a seguito di difficile “interpretazione” della calligrafia. Tra l’altro, il servizio di elaborazione e stampa dei verbali è stato esternalizzato, “sollevando il Comando dall’enorme carico di lavoro che tale attività richiedeva”.

Infine si è proceduto all’acquisto, tramite convenzione con il CONSIP, di un veicolo da adibire ai servizi di pronto intervento e protezione civile.

 

Tabella riepilogativa dell’attività profusa sul territorio

tabella-P.M-def

Commenti 

 
#2 il falco 2011-01-27 12:07
dalla relazione del comandata Di Capua in occasione dei festeggiamenti per San Sebastiano ho appreso che Conversano ha riavuto il suo Gonfalone conforme a quello descritto e raffigurato nel decreto di assegnazione. Quando potremo assistere ad un corretto uso dello stesso con modalità legittime e conformi a quanto previsto nello statuto e nel regolamento comunale? Assisteremo ancora a lungo che lo rechi persona dipendente di azienda privata con divisa e stemma sul cappello? Non vi è nessuno tra i dipendenti che senta con orgoglio portale il gonfalone? Quest'anno ricorrono i 150 anni dell'Unità d'italia e certamente Conversano dovrà prevedere manifestazioni celebrative nelle quali vi sarà la presenza del gonfalone. Spero che ci si attivi in tale direzione
Segnala all'amministratore
 
 
#1 Gianvito F. 2011-01-22 15:14
I costi di tutta la roba nuova acquistata? A chi è stata esternalizzata la stampa dei verbali?
Segnala all'amministratore
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI