Mercoledì 22 Agosto 2018
   
Text Size

“CANAPUGLIA” INCONTRA GLI STUDENTI DEL “MOREA”

canapuglia-logo

Informare e sensibilizzare le scolaresche sugli svariati utilizzi della canapa in ogni settore produttivo. È questo il messaggio emerso dall'incontro che si è tenuto, con il promotore dell'associazione CanaPuglia Claudio Natile, mercoledì 26 gennaio, presso il Liceo Classico "D.Morea" di Conversano, dove sono stati illustrati i vantaggi derivanti dalla coltivazione della pianta di canapa.

La canapa – spiega Natile – è una pianta millenaria, prove del suo utilizzo si hanno fin dai tempi del Neolitico, come dimostrato dal ritrovamento di alcuni semi fossilizzati in una grotta in Romania”. Originaria della zona dell'Himalaya, vide il nostro Paese grande produttore ed sportatore di canapa con centomila ettari coltivati, dal Nord al Sud Italia.

“Fino agli anni '40-'50 – continua Natile – la canapa era usata in tutto il mondo, fino a quando, negli Stati Uniti d'America, ne venne proibito l'utilizzo. Tale atteggimanto si pensa essere legato soprattutto allo sviluppo, che si ebbe in quegli anni, delle industrie petrolchimiche, che cominciarono a vendere prodotti fatti con petrolio, in netta competizione con quelli fatti di canapa”. Durante questo periodo la canapa fu etichettata come “erba del diavolo” o anche “erba assassina”, ed inoltre furono proiettati film contro la sua coltivazione.

Nel corso degli anni – ci dice Natile - si è parlato limitatamente dell'uso voluttuario e ricreativo della pianta, non considerandola come risorsa utile a limitare i molteplici problemi di cui la nostra società soffre, da quello economico fino all'ambito socio-culturale. Può essere usata, infatti, per la produzione di abbigliamenti e di accessori, e anche per quella di vernici e di plastica. Inoltre, i semi di canapa sono considerati un ottimo alimento perchè ricchi di acidi grassi essenziali omega3-6, proteine (quanto la carne!) e carboidrati”.

“Infine – conclude Natile – l'uso della canapa è importante anche in campo medico. Il thc, principale principio attivo della canapa, possiede elevate potenzialità terapeutiche nella cura di numerose patologie, implicando effetti collaterali ridotti rispetto ai farmaci convenzionali.”. Tutto questo rivela l'importanza di valorizzare questa pianta e ricominciare a coltivarla perchè è una coltura ad impatto ambientale pari a zero e di una versatilità alquanto singolare.

Commenti 

 
#16 giuseppe 2011-03-01 22:30
su you ube c'è un video che si chiama "LA VERA STORIA DELLA MARIJUANA" vi aiuterà a capire tante cose. W la canapa.
Segnala all'amministratore
 
 
#15 Gianvito F. 2011-02-02 19:27
Ed io infatti ho detto di apprezzare molto questo fatto, perché potrà dare nuove opportunità al nostro territorio; ma per riabilitarla, è necessario che vengano smentite anche alcune tesi abbastanza improbe!
Segnala all'amministratore
 
 
#14 Carmine Campaniello 2011-02-02 17:17
Il fine del progetto non è quello di affermare che fumare una "canna" faccia bene... siamo sempre li, la prospettiva con cui si guarda a questo argomento è sbagliata... Il progetto ha tale scopo, cioè quello di spiegare che l'unico utilizzo noto è il meno redditizio, inteso come prodotto realizzabile.
Segnala all'amministratore
 
 
#13 Gianvito F. 2011-02-02 10:13
Non credo che un medico pubblico, la mia fonte nella fattispecie, abbia interesse a distorcere delle informazioni in favore di un'organizzazione mondiale segreta. Andiamoci piano con i toni :-)

Non sono caduto in nessuna contraddizione né ho distorto alcunché. Ho soltanto chiesto di fare chiarezza anche su questi aspetti, perché c'è chi è arrivato a parlare di effetti "positivi" su persone non malate, e dubito che il fumo di qualsiasi cosa (dalla sigaretta alla canna) possa avere effetti positivi :-)
Segnala all'amministratore
 
 
#12 francesco85 2011-02-02 10:05
Condivido pienamente ciò che afferma Campaniello! Iniziamo a studiare di persona e non limitiamoci al sapere di seconda mano!
Segnala all'amministratore
 
 
#11 Carmine Campaniello 2011-02-01 18:49
Ho letto i vari commenti, e non sono che la migliore vetrina dell'informazione distorta e contraddittoria che continua a velare questa pianta. Ciò non può che far risultare utile il Progetto, in cui si discuteranno tutti gli aspetti della questione Canapa, se fa più male una pianta di canapa o un litro di petrolio in mare, una bottiglia di Rum, un pacchetto di sigarette, e cosi via...
Gli effetti nocivi della canapa sono noti (rif. Gianvito F.), come son noti gli effetti nocivi di mille altre sostanze in commercio e nell'aria, siamo solo stati istruiti bene a pensare a ciò che è giusto e ciò che è sbagliato, ma per chi?
per noi? non credo... dobbiamo avere la possibilità di scegliere.
Un saluto.
Segnala all'amministratore
 
 
#10 ciccio romito 2011-01-30 20:45
gianvi tranquillo che staremo ben attenti a guardare i due lati della medaglia
Segnala all'amministratore
 
 
#9 tanietti 2011-01-29 18:00
Credo e sostengo sia giusto e doveroso scioglere ogni tabù legato alla maryuana e cercare invece di capire bene cosa e come questa sostanza è in grado di fare. Soprattutto per quanto concerne le proprietà terapeutiche, perchè se è vero che essa ne possiede ricordando poi che curarsi è un diritto, sceglierla al posto di altre soluzioni come la morfina e/o derivati della quale si sa tutto effetti collaterali a brave, lungo e medio termine che incidono non poco sulla funzionalità intestinali, respiratorie inducendo nel consumatore (stiamo sempre parlando di un consumo a scopo di ridurre le sofferenze, di chi soffre di dolore cronico specie di natura neuropatica e oncologica) nel tempo uno stato di depressione generalizzata con ritorno del dolore sotto forma di crisi, durante le quali viene ad essere avvertito in modo ancora più forte poichè le soglia del dolore di chi utilizza oppiacei viene con l'utilizzo degli stessi ridotta cmq a prescindere dal soggetto che ne fa uso.
Lo spry sublinguale è difficile da reperire e a costi proibitivi, quando si soffre e alla sofferenza non si trova soluzione non ci dovrebbero essere restrizioni mentali, culturali a limitare la possibilità di chi vive il dolore di poter alleviare le proprie sofferenze. come mai è possibile l'utilizzo di veleni come lo Ziconotide di cui non esiste letteratura a lungo termine in merito ad un suo prolungato utilizzo e che come potrà tranquillamente ammettere chi ne fa uso, l'utilizzo dello ziconotide può essere causa di gravi disturbi psichici.
Questo è incredibile perchè certe sostanze si e altre no perchè se chi soffre deve sperare di stare mesglio, a priori deve subire e vedersi negata la possibilità di scelta.
Questo qualcuno me lo deve spiegare!!!1
Segnala all'amministratore
 
 
#8 Jdm 2011-01-29 13:20
Rispondo a Red Rationem dicendo che Carta Canta ha dato spazio ad una rubrica sulla Canapa interessantissima..curata minuziosamente proprio da Natile..dando spazio ad una corretta informazione circa le mille risorse di questa pianta...quanto alle iniziative che saranno promosse dall'associazione Canapuglia..(qualcuna già in atto-vedi l'incontro con gli studenti)sicuramente Carta Canta e Claudio Natile gli daranno il giusto rilievo..proseguendo la strada della divulgazione e dell'informazione già intrapresa con la rubrica.
Segnala all'amministratore
 
 
#7 Gianvito F. 2011-01-29 12:57
Guarda che siamo d'accordo. L'uso distorto di certe sostanze non solo fa male alla salute, ma anche alla propria terra. Uno dei motivi per il quale io non sono nemmeno tanto contrario alla legalizzazione di certe robe, ma solo perché si avrebbe un controllo più forte sugli utilizzatori e sul mercato, e poi perché svanirebbe il brivido del proibito di cui tu parlavi!

Ad ogni modo, gli intenti dell'associazione sono nobili, perché vogliono dare a Conversano una coltura di qualità di cui i nostri agricoltori avrebbero tanto bisogno, vista l'instabilità della nostra economia agricola.
Segnala all'amministratore
 
 
#6 Red C. 2011-01-29 10:07
GF non prendertela così. Non tengo all'idolatria né alla censura di chicchessia.

Ora eccoti il mio (predicoszzo non richiesto): la battaglia proibizionista è già persa a Conversano (ed altrove), per la diffusione tra i ragazzi e le ragazze di sostanze ed alcolici (informatevi tra i vostri giovani parenti).
L'argomento della legalità andrebe utilizzato per aprire gli occhi dei concittadini giovani (e meno giovani) su chi tiene le fila del mercato e chi si foraggia acquistando le sostanze illegalmente.
Costoro ringraziano di cuore quei bempensanti che contribuiscono involontariamente a sostenere il mercato (che altrimenti probabilmente si ridimensionerebbe), conferendo al prodotto l'irresistibile (per alcuni) gusto del proibito.
Una grande operazione di marketing davvero !
Segnala all'amministratore
 
 
#5 Gianvito F. 2011-01-28 23:53
Segretario, i suoi toni poco distesi mi sorprendono. Gramsci, a cui lei s'ispira, non mi sembra facesse dello scherno e della mancanza di rispetto una delle sue caratteristiche. Ma vabbé.

Circa il post di Red Canzian: solita persona che interviene a gamba tesa per farsi idolatrare da persone come Paolo Laricchiuta. Tutto nella normalità. Sarebbe bello ogni tanto poter colloquiare, ma con certa gente, ahimè, non è possibile. Io ho sollevato una questione che ho potuto constatare di persona e numerose volte: poi chi vorrà recepire, recepirà o non recepirà. Di certo i destinatari del mio post non erano né Red Canzian né l'esimio Segretario.

Per quanto riguarda il resto, caro Segretario, le ricordo che il "rilassamento" indotto dalla canapa è illegale se non per giusti fini terapeutici, dunque lei - grande fautore e promotore della legalità - non dovrebbe accondiscendere ed approvare le richieste di Red Canzian.

Mi chiedo, inoltre, il senso dell'aggiunta del soggetto che, se non si fosse capito dalla persona del verbo "accogliere", era ed è inequivocabilmente "io" (Gianvito Fanelli). Spero, egregio Segretario del Circolo "A. Gramsci" del Partito di Rifondazione Comunista - Conversano" possa fare luce alla mia implicita domanda.

La ringrazio e la riverisco molto,
Hasta siempre
Segnala all'amministratore
 
 
#4 p.laricchiuta 2011-01-28 19:15
Red Canzian sei un GRANDE!

comunque, credo di sì... quantomeno rilassa
tuttavia c'è ignoranza un po' su tutti i fronti e spero che l'Associazione possa colmare questi vuoti, ed in quest'ottica IO accolgo felicemente gli incontri con gli studenti liceali.
Segnala all'amministratore
 
 
#3 Red Canzian 2011-01-28 18:16
Ma la miracolosa sostanza può far qual cosa per la grafomania ? Se sì, potreste regalare una fornitura al nostro? :P
Segnala all'amministratore
 
 
#2 Gianvito F. 2011-01-28 11:39
D'accordo soprattutto con l'ultima frase, vista l'ambiguità della sostanza, ma spero che si possa anche sensibilizzare a proposito degli effetti nocivi della canapa, anche quelli sottovalutati al pari dei possibili benefici. Mi è capitato di parlare con persone che ignoravano gli effetti che la sostanza può avere sulla psiche (schizofrenia, depressione) ed anche sul fisico. Insomma, c'è ignoranza un po' su tutti i fronti e spero che l'Associazione possa colmare questi vuoti, ed in quest'ottica accolgo felicemente gli incontri con gli studenti liceali.
Segnala all'amministratore
 
 
#1 Red rationem 2011-01-28 09:59
perche' Natile questa cosa non la pubblicizza sul giornale per cui scrive, cioe' Cartacanta ?
Segnala all'amministratore
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI