Martedì 11 Dicembre 2018
   
Text Size

POSTE ITALIANE : 4 MESI DA CONVERSANO A MONOPOLI

posta1_cr

La prossima volta sarà meglio inviare la fattura con quattro mesi di anticipo. Deve aver pensato questo una ditta di articoli informatici con sede a Milano e punto vendita a Conversano.

L’accaduto è semplice ma alquanto singolare. Il titolare di un negozio di articoli informatici a Monopoli, ha acquistato alcune chiavette internet dal rivenditore sito in Conversano. La fornitura viene effettuata regolarmente e la fattura spedita subito dopo. Siamo al 18 ottobre 2010. Passano i giorni ma la fattura spedita da Conversano non giunge a destinazione. Nel frattempo, il negoziante di Monopoli dimentica di dover ancora ricevere la fattura finché, il 18 febbraio 2010, se la vede recapitare.

Quattro mesi per ricevere una lettera da una città che dista pochi chilometri da Monopoli. Nonostante i tempi biblici che a volte accompagnano lo smistamento della posta, la vicenda è apparsa decisamente strana; chiedendo qualche informazione si è riuscito ad appurare che la lettera era stata recapitata ad un’omonima impresa con sede a Kolkata in India.

Esiste tuttavia una spiegazione a questo disguido: uno scrupoloso impiegato delle Poste Italiane, tratto in inganno dall’affrancatura eccessiva (90 centesimi piuttosto che 60) e dal modo errato di imbustare la lettera – che faceva trasparire solo la ragione sociale del destinatario –  ha fatto una breve ricerca e ha ritenuto che la missiva era destinata, appunto, all’omonima software house indiana.

Alla fine, la vicenda è entrata nelle chronica mirabilia da raccontare agli angoli delle strade e, di certo, ha portato una buona dose di pubblicità, tanto gratuita quanto involontaria, per le due aziende – soprattutto quella indiana, di cui molti di noi fino a ieri ignoravano l’esistenza.

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI