Lunedì 20 Agosto 2018
   
Text Size

PRONTO IL PROGETTO PER IL CANILE SANITARIO

canile_conversano

Negli ultimi tempi la stampa si è interessata dello stato di salute dei nostri cani. L’input è arrivato da una sentenza del Tribunale di Rutigliano che, dopo la denuncia della Lega Nazionale per la Difesa del Cane, ha imposto al Comune di Conversano di trasferire i trenta cani affidati alla struttura di Cassano poiché non era stata precedentemente eseguita la prevista profilassi sanitaria.

In attuazione di tale sentenza, il Servizio Ambiente si è attivato per ottenere un dettagliato resoconto dei cani ospitati ed entro sessanta giorni procederà a sistemare i cani in più confortevole sede, secondo intese con la stessa Lega, ricontatta per il 19 aprile al fine di coordinare il trasferimento.

Oltre questo provvedimento tampone, il direttore del Servizio Ambiente, Ing. Francesco Longo ci ha illustrato le iniziative, partite ben prima di ogni pressione mediatica, volte a risolvere un problema che, ci pare di capire, non affonda le sue radici nel presente.

“Conversano – chiarisce Longo – ha un progetto già finanziato per il rifacimento del rifugio ‘San Francesco’; in più abbiamo girato all’Ufficio Tecnico alcuni fondi, destinati alle campagne di sensibilizzazione per le adozioni, da impiegare per la realizzazione di un canile sanitario annesso al rifugio. La nuova struttura – il cui progetto, elaborato senza affidamenti esterni, sarà pronto entro questa settimana – permetterà alla Città di Conversano di garantire la corretta cura e tutela dei randagi”.

Per quanto riguarda l’aspetto gestionale dei cani, gli Uffici si stanno muovendo in due direzioni. “La prima – continua l’ingegnere – riguarda il rifugio “San Francesco”, dove è stata rivista al ribasso la convenzione con l’ADA (Amici degli Animali) che proseguirà per i prossimi sei mesi, ossia per il tempo necessario a realizzare il canile sanitario, la cui gestione sarà oggetto di apposita gara. In secondo luogo, per la prevenzione del problema randagismo, si stanno pianificando una serie di attività di controllo, a iniziare dalla verifica dell’effettiva registrazione all’anagrafe regionale dei cani di proprietà”.

Un’ultima precisazione sul cucciolo Castagna, generosamente approdato sul ‘bancone’ della trasmissione satirica Striscia la Notizia: “Non risponde al vero il fatto che il cane sia stato ignorato dall’Ufficio, al contrario quando ci fu sottoposto il problema, pur essendo competenza dell’Asl, ci offrimmo di fornire i primi soccorsi”.

Commenti 

 
#7 Bellantuono 2012-06-02 08:45
Dimenticavo di ringraziare quei pochi volontari ed ex dipendenti che veramente venivano ad aiutare con amore per gli animali che purtroppo per colpa di gentaglia con la maglietta da animalista sono scappati via in silenzio ! Grazie ragazzi anche se non uscirete mai sui giornali del paese io non dimenticherò mai quello che avete fatto per i cani del Rifugio S.Francesco! grazie,Piero,Anna,Gianni,Marika,Margherita,Claudia,Tonia,Giuseppe,Lori e Luca,e GENCO LEONE che seppur non ha bella fama tra i conversanesi,io Sò cosa ha dato!ho nominato i migliori,spero di non aver dimenticato nessuno!
Segnala all'amministratore
 
 
#6 Bellantuono 2012-06-02 08:17
continua....Tutto questo e durato per anni interi fino a che stanco di tutto questo marciume che si era creato intorno all'associazione,e dato che la prof.era stanca che si andava da lei a riferire cose allucinanti sul mio conto,la quale intanto si era ammalata e non veniva al canile giusto per avere un riscontro di quello che gli veniva riferito.(le mie denuncie di ruberie da parte di colleghe e volontarie non venivano neanche esaminate!)Decido così di smettere di fare Volontariato! dato che ero l'unico a farlo! mentre altri si attribuivano meriti che non gli si addicevano in quanto tutto facevano fuorchè aiutare concretamente ed avevano anche la faccia tosta di accusare chi lavorava duro!Dicevo..dato che questa gentaglia non veniva allontanata dall'associazione perchè la Prof. aveva paura di rimanere e che il mio lavoro extra e gratuito non veniva apprezzato (come se fosse scontato che dovevo farlo),decido di rispettare il mio contratto di lavoro regolato dal c.c.n.l. ossia!(addetto alle pulizie),quindi niente più lavori di edilizia(muratura,falegnameria,idraulica,elettrico e ferramentistico)niente più manutenzione straordinaria a spese della mia salute in quanto il mio contratto non lo prevede!a distanza di 2 anni esatti,la struttura ha urgente bisogno di manutenzione,le mura di cinta perimetrale sono di un verde sporco e la vecchia pittura e scrostata quindi la facciata e inguardabile ed io ribattevo(chiamate un pittore pagatelo!e fatevi rifare la facciata!)Ma veniva lasciata a decadere.La struttura delle gabbie di cui ogni anno rifacevo la pitturazione,era arrugginita ed i pali portanti in ferro cominciavono a corrodersi ed io ribattevo(chiamate un pittore Pagatelo! e fatevi pitturare tutte le gabbie!)venivano lasciate ad arruginire.La metà delle cerniere delle porte di entrata alle gabbie erano tutte rotte a causa della ruggine e venivano tenute legate con fil di ferro ma non si chiudevano bene,ed io ribattevo! (chiamate un fabbro Pagatelo! e fatevi saldare le cerniere nuove!)ma venivano lasciate rotte.Il cane bisogna portarlo dal veterinario perchè lui non può venire a prenderlo,ed io ribattevo(datemi una macchina di servizio e ve lo porto!)chiaramente non avevamo macchine di servizio perchè si usava quella del sottoscritto!i cani hanno rotto la metà delle loro pedane in legno bisogna rifarne almeno un centinaio!Ed io ribattevo:chiamate un falegname e fatevele fare!o compratele già pronte anche se vi costeranno il doppio!ma i cani rimanevano al gelo ed al ghiaccio senza pedane!!!Questo e quello che i cosiddetti animalisti hanno fatto per l'associazione!(i cani erano tutelati la struttura ora fatiscente, era ben curata ed agibile in qualsiasi momento c'era una persona che correva appena chiedevi qualsiasi tipo di aiuto senza pensare ad un rientro economico..Io che ero il braccio della Proff.Intartaglia,Ora mi attengo al mio contratto decennale(addetto alle pulizie)e non sono più Socio!riuscirà la nuova Presidente a ripristinare i Ruoli??
Segnala all'amministratore
 
 
#5 Bellantuono 2012-06-02 07:32
sono ben 13 anni che lavoro al canile di Conversano,e non immaginavo che molti che si professano amanti degli animali altro non sono che malati di protagonismo ed approfittatori ed aggiungerei gente senza cuore.Sono stati in tanti i volontari che si sono avvicinati per dare un aiuto all'associazione,ma tutto facevano tranne che dare un aiuto concreto.alla fine lo scopo diventava quello di cacciare dal canile,l'unica persona che per anni ha dato tanto senza chiedere mai nulla in cambio cioè IO. Ho costruito gabbie,recinti,manutenzioni straordinarie,impianti senza mai chiedere un centesimo,ho portato centinaia di cani con la mia auto dal veterinario snguinanti e rigurgitanti tantèvvero che alla fine un automobile l'ho gettata via per gli odori ormai nauseanti che la tappezzeria aveva assorbito tutto ciò solo perchè credevo nell'opera della professoressa,le ore a disposizione per l'associazione,erano illimitate!dopo due anni pieni di vero Volontariato la proff.decide di assumermi alle sue dipendenze per 4ore al giorno,chiaramente ne facevo il doppio come sempre!facendo risparmiare alla prof.tanto denaro così da poter avere un badget piu ampio per la cura dei randagi ospiti al rifugio.Fino a che cominciano ad approdare volontari e nuovi dipendenti nella struttura i quali cercavano di approfittarsi di tutto quello che poteva portargli qualcosa intasca!e quindi in mia assenza veniva il marito di una dipendente a dipingere le strutture (soggette a manutenzione delle quali mi occupavo io in forma di volontariato senza nulla a pretendere)facendo tutto in fretta prima che rientrassi io e alla fine chiedeva 500 euro di compenso che alla richiesta,la prof. sbigottita elargiva nonostante le mie opposizioni e lamentele,si facevano mercatini di sensibilizzazione (per raccogliere i fondi per le cure extra dei randagi non solo ospiti ma anche di strada)tutti a fine giornata mostravano il rendiconto delle offerte con nome e cognome e somma offerta,mentre qualcun altra consegnava il ricavato senza mostrare alcun chè e si capiva subito il motivo..quando ho cominciato a ribellarmi a queste e tante altre vicende ingiuste come la sistematica sparizione dei sacchi di mangime da parte di colleghe e volontarie,(non ho raccontato ancora nulla)allora è cominciata la lotta per cacciare via dal canile un grosso ostacolo come il sottoscritto.Alla prof. venivano riferiti fatti inesistenti sulla mia condotta all'interno e fuori del canile pur di convincerla a licenziarmi,veniva sabotato il mio operato continuamente,venivano svuotati anche i secchi dell'acqua dove si abbeveravano i cani di cui io ero responsabile affinchè venisse dimostrato che ero incapace di accudire i cani dato che li tenevo senz'acqua!venivano infilate bottiglie di plastica nei tombini delle fogne affinchè si otturassero,sparivano oggetti con cui lavoravo!venivano lanciati croccantini sotto le pedane delle gabbie di cui ero responsabile per dimostrare che lavoravo male ero sporco e sprecavo cibo!..continua
Segnala all'amministratore
 
 
#4 Sergio E. 2011-04-17 09:26
C'è gente che ha avuto mille cose,
tutto il bene,
tutto il male del mondo

youtu.be/lRbee1HGzXA
Segnala all'amministratore
 
 
#3 Angelo Lorusso 2011-04-15 14:36
Grande
Segnala all'amministratore
 
 
#2 Iudice 2011-04-15 12:56
c'è gente come uno che abita in piazza XX settembre che ha fatto ammalare la Prof.ssa Intartaglia. Onestamente avendo visto con i miei occhi tutto quello che ha fatto la Prof.ssa, auguro a questa gente tutto il male di questo mondo! perchè se questa gente avesse avuto altro da fare al posto di manie di protagonismo, adesso la Prof.ssa starebbe meglio e nessuno si prenderebbe i meriti di quello che non ...ha fatto!
Ha destinato molto soldi, suoi, al canile, e questo la gente non lo sa! sa solo le chiacchiere che vengono dette da una donna chiaramente comunista, e da un uomo che invece di lavorare passa il suo tempo in piazza!
ecco questo è quello che dovrebbe sapere la gente! ringraziare come giustamente dice il commento precedente al mio, la Prof.ssa, altro che!
ma purtroppo quando qualcuno fa del bene...non viene mai apprezzato!
però ricordate che Dio vede e provvede.
Segnala all'amministratore
 
 
#1 PaoloS 2011-04-14 08:00
NESSUNO HA NEMMENO DETTO GRAZIE ALLA PROFESSORESSA INTARTAGLIA,FONDATRICE E SOPRATTUTTO BENEFATTRICE DEL RIFUGIO.NEANCHE UNA TARGHETTA O UNA FESTA.ERA LEI A FAR SOPRAVVIVERE IL CANILE ANTICIPANDO DI TASCA PROPRIA QUELLO CHE IL COMUNE HA SEMPRE DECISO DI NON DARE..O DI DARE COL CONTA GOCCE.SE CONVERSANO NON è STATA DAVVERO INVASA DAI CANI,PER PIù VOLTE,è STATO MERITO SUO,SE DURANTE GLI SCIOPERI,QUALCHE OPERATORE STANCO DEI RITARDI DEI PAGAMENTI DEGLI STIPENDI,DECIDEVA DI LIBERARLI TUTTI....LEI ERA LI AD ANTICIPARE TUTTO,PER IL BENE COMUNE,E PER AIUTARE E GIUSTAMENTE PAGARE LO STIPENDIO AI DIPENDENTI.
VERGOGNA!CI SONO TANTE STORIE SUL CANILE,STORIE DI BOICOTTAGGIO,DI INFAMIA,DI MANCANZA DI CUORE..
MA ANCHE DI TANTI GIOVANI CHE SONO APPRODATI AL CANILE PER AMORE PER I CANI..MA SONO DAVVERO POCHI..TUTTO E DICO TUTTO GIRAVA INTORNO AI CANI QUANDO LA PROF.ERA PRESIDENTE..ED HA SEMPRE FUNZIONATO TUTTO GRAZIE A LEI.GRAZIE DI VERO CUORE PROF.GIUSY INTARTAGLIA,ANCHE CON MILLE DIFFICOLTà PERSONALI,HAI SEMPRE PENSATO AL TUO GRANDE AMORE:IL CANE.
TI VOGLIAMO BENE E GRAZIE DI TUTTO!!!
Segnala all'amministratore
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI