Domenica 24 Giugno 2018
   
Text Size

SAC: TUTTE LE TAPPE DEL SUCCESSO

sibilia2

A giugno le prime somme per rendere fruibili beni culturali e ambientali

Il Sac è una macchina molto complessa. Il quartetto - con Conversano comune capofila (a seguire Polignano, Rutigliano e Mola) - ha trionfato grazie a un team e a un progetto che si è rivelato poi vincente. La nostra intervista con ricostruzione dettagliata delle fasi, riparte da qui, dagli uffici dell’assessore alla cultura Pasquale Sibilia, da dove tutto - compresa l’idea - ha avuto origine, prima che la graduatoria regionale ne decretasse il successo nell’ambito del bando regionale SAC.

“Una delle più grandi opportunità nell’ambito del turismo intelligente - osserva Sibilia - perché stiamo parlando di salvaguardia, tutela e fruizione dei nostri beni culturali ed ambientali.”

Perfino l’Unione Europea sembra interessata al progetto presentato dal quartetto, finito primo in graduatoria, e che per questo riceverà subito il finanziamento, che in totale ammonta a oltre 1,5 milioni. Un progetto pilota, un modello da seguire in Europa.

BANDO INNOVATIVO - L’innovatività del bando SAC a cui ha partecipato e vinto il nostro quartetto, è nel metodo. Si parte dal presupposto che negli ultimi anni i comuni hanno ricevuto diversi finanziamenti per sistemare o realizzare luoghi, opere, beni culturali e ambientali. Ma quanto di questo è realmente fruibile?

“Appena il 40% - osserva l’assessore - il 60% non è fruibile. Ecco come il bando SAC promuove la messa immediata in fruizione di questi luoghi. Fruibile prima di tutto per noi residenti e poi, di conseguenza, per i turisti: questo è uno degli elementi di novità, l’idea di partenza del bando che pensiamo di aver ben sintetizzato nel progetto.” In altre parole, saranno per primi i residenti a fruire dei beni culturali e ambientali presenti sul territorio; un atteggiamento culturale dal quale non si potrà più prescindere se si vuole maturare una sana cultura dell’accoglienza e dell’ospitalità.

Dunque, rendere fruibile qualcosa che è già pronto. Un esempio su tutti per Conversano è Castiglione, uno dei luoghi più belli dal punto di vista ambientale e culturale. “Basterebbero due telecamere e una persona all’ingresso - fa notare Sibilia - perché quel posto diventi fruibile.”

L’IDEA PROGETTUALE E IL TEAM - L’idea del progetto vincente, dal titolo ‘Mari tra le mura: nel blu dipinto di Puglia’, parte dal comune di Conversano, dall’assessorato ai beni culturali nella figura dell’assessore Sibilia che, nell’ordine, coinvolge i tre comuni di Rutigliano, Polignano e Mola.

“Una volta presentata l’idea progettuale dalle sole figure politiche, l’adesione è stata immediata - racconta Sibilia - Quando ci siamo incontrati, abbiamo pensato di estenderci ad altri comuni come Monopoli, che inizialmente hanno dato una disponibilità di massima sul progetto, ma poi hanno fatto un’altra scelta che è quella dell’area vasta. Noi eravamo sicuri di aver fatto la scelta giusta. A questo punto abbiamo individuato nel Teatro Pubblico Pugliese (TPP) un’ipotesi validissima di Cabina di Regia, poiché presente in tre dei quattro comuni, e perché all’interno vi è un ufficio progetti molto valido diretto dal dott. Lino Manosperta che ci garantiva il tutto con un minimo sforzo di 500 euro più iva a comune.  Il TPP, in concerto con i comuni, ha individuato dei tecnici esterni per la stesura del progetto nel dettaglio. Prima ancora dell’individuazione dei tecnici esterni, hanno lavorato i tecnici interni rispettivamente ad ogni assessorato, dando una mano alla stesura del progetto per quanto atteneva la loro città”.

COME PROCEDE IL SAC – A giugno 2011 i primi cinque progetti saranno immediatamente finanziati per le aree già cantierizzabili. Parola di Barbanente. Quindi, già a giugno, Conversano, come comune capofila, riceverà le prime somme per la messa in fruizione di servizi e luoghi ambientali e culturali.

IL PROGETTO – Consiste nella messa in rete tra i quattro comuni (Conversano, Polignano, Rutigliano, Mola) di beni ambientali e culturali, partendo da due idee:

-          “Gocce di Puglia”: l’acqua come elemento naturale che unisce le lame di Polignano e Rutigliano, il porto di Mola e i laghi di Conversano;

-          “Ecometrò”: una metropolitana con linee colorate. Ciascun colore rappresenta i rispettivi percorsi (gastronomico, culturale, artistico, religioso), con vari mezzi (in baci, a piedi o navetta elettrica).

MOBILITA’ LENTA - L’ecometrò sintetizza quella forza progettuale che è alla base del concetto di ‘lentezza’, del vivere sostenibile e lento, rafforzando così il nostro tipico tenore di vita. Non a caso, il sottotitolo del progetto è “la mobilità lenta dei comuni di Conversano, Polignano, Rutigliano e Mola”. La lentezza è la caratteristica propria del concetto di SlowFood, marchio ormai riconosciuto a livello internazionale.

L’intero progetto, basandosi sul concetto di “mobilità lenta”, dedica tanta attenzione ai collegamenti, quindi anche alle piste ciclabili. Una delle carte vincenti per Conversano e per il punteggio totale è il progetto di pista ciclabile nel centro storico, un tracciato che percorre gran parte dei beni artistici e culturali della nostra città.

IL SAC PUO’ CREARE OCCUPAZIONE E LAVORO? – “Spero di si. Ne sono convinto”. L’assessore Sibilia annuncia che in un futuro non lontano, partiranno ulteriori bandi per la gestione dei luoghi da rendere fruibili. Una grande opportunità per il settore turistico, e per le tante associazioni e microimprese finanziate da Bollenti Spiriti.

IL LOGO ‘MARI TRA LE MURA’– Un quadrilatero rappresenta i due mari (Polignano e Mola) e le due terre (Conversano e Rutigliano). Un quadrilatero che unisce e racchiude al suo interno una pennellata di cielo e di mare con la nostra skyline. Il sottotitolo “Nel blu dipinto di Puglia” rievoca il mito Domenico Modugno, il cantautore italiano più famoso al mondo, nato a Polignano, con padre di origini polignanesi e madre conversanese.

Commenti 

 
#3 Angelo Lorusso 2011-05-14 14:36
http://tinyurl.com/68obxd8
Segnala all'amministratore
 
 
#2 TURISTA 2011-05-14 08:11
SONO QUI PER UNA VACANZA IN CASA DI AMICI CHE SI SONO TRASFERITI DA POCO DA MILANO VI DICO CHE E' UNA CITTA' MERAVIGLIOSA PICCOLA BELLA SPERO CHE LE INIZIATIVE PRESE IN QUESTO PIANO DETTO SAC SIANO DI BUON AUSPICIO PER UN TURISMO MIGLIORE ......
Segnala all'amministratore
 
 
#1 gf 2011-05-13 08:44
ok...ma che cosa è 'sto SAC???????
Segnala all'amministratore
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI