Domenica 16 Dicembre 2018
   
Text Size

INQUINAMENTO LUMINOSO. INDICAZIONI UTILI

inquniamento-luci

L'inquinamento luminoso è un tema forse un po' troppo sottovalutato dall'opinione pubblica. Poco si sa di questo problema e poco si sa anche degli effetti negativi che esso può provocare all'ambiente. Per rendere un po' più chiara la situazione, ci siamo avvalsi dell'esperienza dell'Ingegnere Ludovico Genco, esperto astrofilo, che ci ha spiegato nel dettaglio questo problema.

“Per inquinamento luminoso – dice Genco – si intende un'alterazione dei livelli di luce che sono presenti nell'ambiente notturno, rivolti direttamente o indirettamente verso il cielo. Esso è causato dalla proiezione verso l'alto di flussi luminosi, e anche da luci che sono riflesse da superfici che illuminano con un'intensità eccessiva” L'ingegnere ci ha spiegato anche che “questo è purtroppo un problema  abbastanza diffuso nei territori della provincia di Bari, in particolare, a Conversano, sono stati installati, in determinati punti della città, degli impianti di illuminazione che favoriscono l'inquinamento atmosferico”. Questi impianti non “seguono le direttive imposte dalla legge regionale: infatti alcune sorgenti luminose, non sono state poste all'interno di plafoniere e sono di conseguenza sporgenti, e tendono quindi ad illuminare verso l'alto”.

“Non bisogna illuminare verso l'alto – continua Genco – perché in realtà non c'è nulla da illuminare, bisogna invece mantenere l'illuminazione  verso il basso, evitando ovviamente luci che possano abbagliare i passanti”. A Conversano impianti di questo tipo, per esempio, li troviamo nel centro storico o in Villa Belvedere, dove sono state sistemate, nel terreno, impianti che puntano la loro luce verso l'alto e che, a causa della loro forte intensità, abbagliano coloro che passano da quelle parti. Anche alcuni edifici della zona industriale presentano il medesimo problema e dovrebbero essere anch'essi controllati da chi di dovere, poiché, come ci spiega l'ingegnere Genco, queste norme sono “previste anche per l'ambito privato”. Tanti sono gli effetti negativi causati dall'inquinamento luminoso: “Possono essere problemi di diverso tipo. Soffermandoci sul problema ecologico, c'è da dire che l'illuminazione notturna ha sicuramente un effetto negativo  sull'ecosistema circostante: la fotosintesi clorofilliana delle piante, ad esempio, subisce delle alterazioni dovute ad intense fonti luminose che “ingannano” il normale oscuramento del cielo. E' un problema anche per gli animali, in particolare per gli uccelli migratori, poiché il loro percorso è “deviato” dalle forti luci della città. Ed infine è un problema anche per noi astrofili, poiché abbiamo un'immagine imperfetta del cielo che osserviamo, e per ognuno di noi in quanto l'occhio viene esposto ad un forza eccessiva se rivolto verso il flusso luminoso”.

“Al giorno d'oggi, purtroppo – chiosa Genco – la gente non è più abituata ad ammirare le stelle e non è a conoscenza di problemi di questo tipo. Di questo sono certamente responsabili i mezzi di comunicazione che, fin ora, non si sono interessati molto di questo problema. I cittadini  hanno il dovere di denunciare alle nostre associazioni disagi di questo tipo: illuminare bene significa anche vivere bene”.

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI