Lunedì 17 Dicembre 2018
   
Text Size

“CANAPUGLIA IN BICICLETTA” – PRIMA VISITA AL CAMPO

CanaPuglia-in-bicicletta

L’associazione CanaPuglia, progetto vincitore del bando Principi Attivi 2010 della Regione Puglia, organizza per Domenica 19 Giugno 2011, ore 16.00, la prima visita al campo di canapa, un bosco di piante alte oltre 2 metri che da appena 70 giorni è stato seminato a circa 10Km da Conversano (Ba). L’evento, aperto a tutti, vuole rappresentare un’occasione unica per far conoscere da vicino la pianta di canapa, la sua storia, i suoi “mille utilizzi” e il suo valore ambientale, in quanto è una coltura che non necessita di trattamenti chimici (pesticidi, diserbanti) per svilupparsi, produce 2-4 volte l’ossigeno che sviluppa una foresta, sequestra grosse quantità di Co2 dall’atmosfera (uno dei principali gas ad effetto serra) e fissa nel suolo il Carbonio, elemento fondamentale per mitigare i cambiamenti climatici.

Il punto d’incontro è presso Cyclon, negozio specializzato in biciclette, in Via Monopoli 104 a Conversano (Ba), da dove, tutti in bicicletta, mezzo conforme al concetto di sostenibilità ambientale, si raggiungerà l’azienda agricola che ospita il campo. Giunti lì, i partecipanti potranno degustare cibi biologici a base di canapa, conoscere i vari prodotti che potremmo produrre con la canapa, rispettando l’ambiente e migliorando la qualità di vita dell’uomo.

“Un campo di canapa è un mare verde che ondeggia nel vento. Gli steli alti e stretti, l’uno vicino all’altro, formano un muro verde; le cime rigogliose dalle foglie lanceolate, puntate verso l’alto, sembrano quasi indicare una via, od una meta. Un campo di canapa raccoglie in sé millenni di storia: ogni parte di esso racconta qualcosa del cammino dell’uomo. Nella Cina del 1000 avanti Cristo, in un trattato medico, la canapa, chiamata  "Ta-Ma", grande pianta, veniva raffigurata con un ideogramma composto da un uomo adulto (Ta) sopra una pianta da fibra (Ma), ad indicare la forte relazione simbiotica già allora esistente tra canapa ed esseri umani”. (Da un articolo pubblicato su "Il giornale d'Italia" del 9.04.2003, col titolo "Ricordando la canapa").

“CanaPuglia in bicicletta”: un evento, supportato dal Comune di Conversano, Cyclon, associazioni ambientaliste, per trascorrere una giornata all’insegna dello sport, dello stare insieme e della sostenibilità ambientale.

 

CanaPuglia_in_bicicletta-_locandina

Commenti 

 
#6 A. Pezzella 2011-06-19 08:00
Una volta la zona di Napoli nord (es. Frattamaggiore) campava proprio sulla canapa: ci sono ancora i vecchi opifici per i tessuti e le corde
Segnala all'amministratore
 
 
#5 Angelo Lorusso 2011-06-17 18:06
Credo che la produzione di biomasse possa essere ottimamente alimentata dagli scarti delle colture esistenti, magari selezionati già a monte della vendita, offrendo un prodotto anche più "pulito" ed evitando inutili roghi, peraltro illegali.

Purtroppo non possiamo più vantarci neanche di un ecocentro.
Segnala all'amministratore
 
 
#4 Tony 2011-06-17 15:22
22.06.10 Acerra - L'utilizzo delle biomasse a fini energetici rappresenta oggi una valida risposta alle pressanti questioni energetiche ed ambientali. La realizzazione di distretti bioenergetici, legati al concetto di filiera corta - cioè una filiera in cui produzione ed approvvigionamento di biomassa, e produzione ed uso finale di energia avvengono a livello locale - rappresenta un contributo positivo verso il raggiungimento dell'indipendenza energetica e lo sviluppo economico locale.
Lo sfruttamento energetico delle biomasse endogene, di origine agricola, è obiettivo delle politiche energetiche europea, nazionale e regionale, ed è considerato strategico anche dalle politiche agricole e di sviluppo rurale comunitaria e regionale che prevedono specifiche misure per facilitare la conversione di alcune zone agricole verso le produzioni no-food e per la diversificazione dell'imprenditoria agraria. E' il momento di creare una realtà locale in grado di salvaguardare l'ambiente.
E' il momento di promuovere una coltura che non richieda trattamenti di fitofarmaci / diserbanti / concimanti, che contribuisca al risparmio idrico in agricoltura e che contrasti in modo efficace la desertificazione e la deforestazione, che sia in grado di svolgere un ruolo di bonifica dei suoli e dell'aria e che offra 15 tonnellate di sostanza secca per ettaro in soli quattro mesi. La canapa è tutto ciò e non solo perchè da essa si ottiene biomassa per la rivalutazione energetica ma anche materie prime per l'industria, come la fibra, da cui si possono produrre tessuti, biopolimeri, cellulosa, pannelli ad alta isolanza termica per la riqualificazione energetica degli edifici ed altro ancora.
La canapa rappresenta una preziosa opportunità per promuovere lo sviluppo industriale sostenibile rappresentando al contempo una fonte di reddito integrativo per le aziende agricole ed un'azione diretta alla bonifica dei siti ed al recupero dei suoli dismessi.
Michele Castaldo - Assocanapa " Coordinamento Nazionale per la Canapicoltura "
Membro del Consiglio Direttivo e Referente per le Regioni Campania e Calabria
Sede regionale : Via N. Bixio 16 bis - 80023 - Caivano NA tel.3357166529
web: http://www.assocanapa.it - e-mail:
Segnala all'amministratore
 
 
#3 Beppe Cacciapaglia 2011-06-17 13:26
Come Legambiente parteciperemo alla passeggiata, curiosi di vedere un campo di canapa e di degustare questi prodotti di una culinaria alternativa. Grazie a Claudio per l'invito.
Segnala all'amministratore
 
 
#2 claudio natile 2011-06-16 13:50
Per il sig.Nico Mottola: l'evento non è patrocinato dal governo ma è il progetto CanaPuglia ad esserlo.
Secondo il bando Principi attivi, siamo obbligati ad inserire i loghi istituzioni su ogni ns iniziativa.
Per qualsiasi cosa, non esiti a contattarmi.
Claudio
Segnala all'amministratore
 
 
#1 nico mottola 2011-06-15 10:07
Da informazioni assunte su Roma direttamente non risulta che questo evento sia patrocinato dal Governo Italiano e dal Ministero della Gioventù.
Segnala all'amministratore
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI