Domenica 16 Dicembre 2018
   
Text Size

TAGLIO ALLA CULTURA: DISSENSO DELLA CONSULTA

aula-conversano

Anche la Consulta “Cultura” insorge. Dopo i numerosi emendamenti al bilancio che minacciano i fondi dedicati alle attività culturali, è stato protocollato questa mattina un documento in cui si  “esprime  il formale dissenso e l’espressa disapprovazione verso qualsiasi ipotesi di taglio”.

La posizione della Conslta, scaturita da una riunione tenutasi lo scorso 8 agosto, mira a evitare la paralisi delle attività culturali e il danneggiamento delle associazioni che hanno organizzato – investendo in prima persona – una rilevante parte del cartellone degli eventi conversanesi.

 

consulta-1

Commenti 

 
#5 Il Buon Padre 2011-08-12 09:28
Il buon padre di famiglia fa i bilanci preventivi ad inizio dell'anno. Il buon padre di famiglia se è certo di avere in cassa 300.mila euro può firmare gli atti e non tenere alla gogna decine di associazioni che profondono tanto impegno per dare lustro alla facciata di questa amministrazione. Il buon padre di famiglia si assume la responsabilità di tutto quello che promette mettendo la sua firma, senza scaricare le colpe a terzi. Il buon padre di famiglia si prende responsabilità e colpe. Il peggiore padre di famiglia corre a prendersi onoreficenze, scarica le colpe agli altri, dilapida le risorse, fa promesse che non può mantenere con le proprie forze, abusa della propria posizione, usa la menzogna come metodo di insegnamento e soprattutto lascia ai propri figli il peggior modo di vivere la vita!
Segnala all'amministratore
 
 
#4 Narciso Boccadoro 2011-08-10 00:34
Il taglio è palesemente una scusa del PDL per cacciare Pasqualino dopo che questi è stato tra gli artefici della campagna elettorale di Lovascio. Trattasi di faida interna quindi.
La cultura non c'entra nulla (nemmeno con tante delle iniziative patrocinate, comunque)
Segnala all'amministratore
 
 
#3 daniele pasquale 2011-08-09 23:14
Non mi piace nessuno degli "eventi estivi conversanesi" ma bisogna dire la verità: potevano essere anche straordinari e bellissimi e ... non sarebbe cambiato nulla.
La guerra sembra diretta a Pasqualino ma l'obbiettivo vero è più "grosso". I tagli sono un pretesto ...
Mi spiace anche per Pasqualino, sia chiaro.
Quella maggioranza sfornata dalle urne, non sembra riscontrare tanto gradimento nella maggioranza che rappresenta.
Del resto è risaputo, ... ti puoi spendere allo spasimo ma, nulla puoi dinanzi alla deriva di chi non aspetta altro che sedersi a tavola e placare la sua fame atavica.
Sono in giro in ogni quartiere ...
in perenne campagna elettorale ...
Cattivo segno per Lovascio!
Apra gli occhi e raddrizzi le antenne poichè promettono l'impossibile a tutti!
Segnala all'amministratore
 
 
#2 jonathan 2011-08-09 14:10
quando una cosa bene o male funziona, ci son sempre persone che tendono a distruggerla. Un'aggiunta: basta con i contributi alle associazioni. Basta! I soldi sono i nostri. Tutto passi dal comune. anche i contributi provinciali e regionali. Non si può fare gli imprenditori con le associazioni.
Segnala all'amministratore
 
 
#1 il professore 2011-08-09 12:27
ma come vi viene in mente di tagliare i capitoli di spesa alla cultura?
non lo sapete che poi non potranno piu' giocare a biliardo con i soldi dei cittadini tutti i ragazzi di conversano? lo sapete che non potranno piu' bere il vino sotto al castello mentre il castello stesso sta cadendo?
non lo sapete che a noi poco interessa che i monumenti hanno bisogno di manutenzione?
non vi permettete piu' di tagliare i soldi alla cultura, perchè questa è tutto cio' che conversano e i conversanesi hanno bisogno. non ci interessa se poi la mattina dopo tutti i cittadini hanno gia' dimenticato che cosa è successo la sera prima. poco ci interessa se qualcuno( tanti) non possono comprare il pane per i loro figli.cio'che vogliamo è questo. feste, feste, festeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeee e vino.
Segnala all'amministratore
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI