Domenica 24 Giugno 2018
   
Text Size

SI È CHIUSA A CESENA MACFRUT

Cesena1

Si è chiusa la più importante fiera internazionale dell’ortofrutta che si svolge in Italia: la MACFRUT di Cesena, giunta alla 28^ edizione.

Domenico Scarpellini, presidente di “Cesena Fiera”, ha sottolineato a FreshPlaza.it, il più importante sito italiano di informazione online sull'ortofrutta:

“È stata una edizione eccezionale, ed in tanti hanno confermato il mio giudizio, sottolineando la crescita in qualità e in quantità sia degli espositori che dei visitatori. La convegnistica, di alto profilo, ha visto impegnati relatori provenienti da ogni parte del mondo (dalla Russia alla Cina, dalla Nuova Zelanda ad Olanda, Inghilterra, Spagna e Francia). Tv nazionali e locali, stampa specializzata anche estera e quotidiani nazionali e locali, la diretta di Decanter (Radio 2 RAI) ci hanno facilitato nell’illustrare i vari momenti della rassegna, sottolineando l’importanza della nostra manifestazione e comunicando l’utilità di consumare frutta e verdura”.

Positivo il bilancio, dal punto di vista pugliese, per il presidente dell’APEO (Associazione Pugliese Esportatori Ortofrutticoli) Giacomo Suglia, evidenziando che quasi la metà delle aziende pugliesi rappresentate alla fiera di Cesena provenivano dall’area del GAL Sud Est Barese (Rutigliano, Mola, Conversano, Noicattaro, Casamassima e Acquaviva). “A fronte di una buona affluenza di operatori e di pubblico non specializzato”, ha dichiarato Suglia, “si è potuta riscontrare una tendenza alla contrattazione che non lascia dubbi sulla forza di un comparto che soprattutto nell’area del sud est barese è molto evoluto e attivo. Le fiere come Macfrut – ha aggiunto – sono momenti di partecipazione importante che offrono agli operatori una visione più ampia del mercato e l’occasione di confrontarsi su nuove tecniche e nuovi prodotti in grado di attrarre mercati in espansione come quelli arabi e mediorientali. L’aggiornamento è dunque uno dei nodi fondamentali sui quali si gioca la partita dello sviluppo di prodotti già altamente apprezzati in tutto il mondo come l’uva da tavola”.

Il vice presidente del GAL Sud Est Barese, Donato Fanelli, ha sottolineato il ruolo strategico della presenza del GAL a Cesena: “In questi giorni il nostro stand non è stato un contenitore vuoto, ma è stato effettivamente un punto di incontro e di raccordo tra buyer e produttori: abbiamo avuto Claudio Gamberini, Responsabile ortofrutta Conad e la responsabile per la catena Penny Market, Francesca Alessandrini, solo per citare i più noti. Il GAL assolve così pienamente alla funzione di supporto al territorio che però deve comprendere ancora meglio quali sono le opportunità dei fondi per lo sviluppo rurale e in questa direzione deve andare il nostro impegno come GAL e come produttori”.

Molto soddisfatto di questa tre giorni anche il presidente del GAl Sud Est Barese Pasquale Redavid: “Macfrut si è confermata un’efficace opportunità per migliorare la visibilità degli operatori e incrementare gli scambi commerciali del nostro territorio sul mercato internazionale”.

A Cesena era presente anche uno stand del Comune di Rutigliano, allestito in collaborazione con il Comitato civico “Sagra dell'uva di Rutigliano”, il cui presidente, Franco Lozupone, per l’occasione ha donato alla direttrice di FreshPlaza.it, Rossella Gigli, il fischietto simbolo della sagra di Rutigliano.

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI