Martedì 16 Gennaio 2018
   
Text Size

"STRISCIA LA NOTIZIA" A CONVERSANO

StrisciaLanotizia082

Lunedì 21 novembre, Striscia la Notizia, il programma più irriverente (come si definiscono loro) di canale 5, ha mandato un servizio proprio sull’ospedale di Conversano.

Fabio e il suo fido compagno Mingo, sostando davanti al “Florenzo Jaja”, dapprima fanno un riassunto di quello che è ormai chiamato “riordino ospedaliero”, per poi chiedersi come mai parecchi ospedali, tra cui lo Jaja, a rischio chiusura, abbiano speso milioni di euro, di soldi pubblici, per ristrutturazione di ambienti e macchinari.

Entrando dal pronto soccorso, un infermiere afferma che funzionerà ancora per poco, e, camminando per i reparti vuoti e nuovi di zecca, elencano i soldi spesi (citando anche il grande Totò):

-3 milioni e mezzo per il Pronto Soccorso;
-2 milioni di euro per sale operatorie e reparto Rianimazione;
-300 mila euro per Ginecologia e Ostetricia;
-2 milioni di euro per Radiologia.

Infine, viene chiesto il senso delle ristrutturazioni, al Dirigente Medico dott. Giuseppe Stama, il quale non riesce a dare una risposta chiara, forse perché non esiste, ricordando, però, il deficit economico e di personale ospedaliero in Puglia (dovuto ai tagli e alla cattiva amministrazione del governo Berlusconi).

Una realtà, quella della ristrutturazione, che non si concilia con quella del deficit! Errori umani, certamente, dovuti soprattutto alla noncuranza della cosa-pubblica.

Qui sotto il link del video integrale:

http://www.striscialanotizia.mediaset.it/video/videoextra.shtml?14052

Commenti 

 
#3 Gianvito F. 2011-11-24 14:08
Mingo è quello che parla, per la cronaca...
Segnala all'amministratore
 
 
#2 M. Antonio 2011-11-24 10:56
Il riordino ospedaliero in Puglia era stato avvertito ben 8 anni fà quando l'allora presidente Fitto propose un piano che venne ferocemente attaccato da Vendola e divenne suo cavallo di battaglia nella campagna elettorale poi vinta.
Adesso non si insinui ancora una volta che la dissipazione di denaro pubblico, lo sperpero e gli scandali nel settore sanità, le assunzioni clientelari e quant'altro siano da addebitare ai "tagli del governo Berlusconi".
Segnala all'amministratore
 
 
#1 Angelo 2011-11-24 10:32
che vergogna!!! E pensare che questo ospedale era fra i migliori della Regione!
Segnala all'amministratore
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI