Mercoledì 22 Agosto 2018
   
Text Size

RIFIUTI, ADOTTATO IL NUOVO REGOLAMENTO PER LA GESTIONE

lovascio longo

Redatto il nuovo regolamento comunale per la gestione dei rifiuti urbani, atto con il quale il comune di Conversano si allinea alla disciplina vigente in materia di rifiuti. Un adempimento dovuto in virtù dell'emanazione del Testo Unico ambientale, decreto 152/2006, che disciplina i rifiuti dividendo le competenze tra Stato, Regione, Comuni.

La conferma arriva dal dirigente dell'Ufficio Ambiente, il dott. Francesco Longo: “Il Testo Unico recepisce le indicazioni più moderne della normativa Europea in materia, mettendo in chiaro alcuni principi: nel gestire i rifiuti, gli Enti devono mirare alla prevenzione della produzione dei rifiuti, recupero delle materie dalla raccolta differenziata e recupero energetico, utilizzando solo - come ultima soluzione- lo smaltimento in discarica. Queste indicazioni sono state inglobate nel nuovo regolamento comunale, per cui d'ora in poi tutti i nuovi servizi di igiene urbana che saranno svolti a Conversano, si dovranno attenere a questo regolamento. Ciò è importante per Conversano, poiché il comune si appresta a bandire la nuova gara d'appalto per la gestione dei rifiuti. La Giunta ha approvato un progetto che si muove seguendo queste direttive. In linea di massima prevede una serie di novità: la prevenzione della produzione dei rifiuti che, necessariamente, comporterà l'eliminazione dei cassonetti dal centro abitato e dalle località; la raccolta differenziata porta a porta in tutto il paese, e altro ancora...”.

Il progetto in questione, naturalmente, dovrà essere discusso in Consiglio comunale entro e non oltre la fine dell'anno, poiché il 31 dicembre 2011 scade il contratto con la Tradeco, società che attualmente gestisce il servizio. Solo dopo l'approvazione il Comune potrà fare la gara d'appalto.

"L'adozione del regolamento - ha detto il Sindaco Giuseppe Lovascio - è determinante e indispensabile per proseguire la strada del cambiamento nel modo di gestire i rifiuti. Spero presto che il servizio sia all'altezza di una società civile come la nostra".

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI