Sabato 21 Aprile 2018
   
Text Size

CARELLI-FORLANI, CONSEGNATE LE BORSE DI STUDIO

carelli-generale

Un Natale all’insegna dell’integrazione e della interculturalità.  E’ questo il messaggio lanciato dalla “Favola del Natale”, il recital messo in scena, questa mattina,  dagli alunni della Carelli e Forlani (istituti di scuola media accorpati in un unico ente) davanti a genitori, istituzioni scolastiche, e alla presenza del primo cittadino, Giuseppe Lovascio. “La Favola del Natale – ha spiegato Marilù Marotta, docente di religione e referente del Progetto Teatro Educazione –  parla del sogno del Natale ma anche della realtà, delle difficoltà che i ragazzi incontrano nel loro quotidiano. I testi, curati dal professore Antonio Lestingi, sono stati scritti da vari autori, come Franco Lestingi e gli stessi alunni. Il teatro è importante – ha aggiunto la Marotta – e grazie al teatro si possono affrontare discussioni e dibattiti insieme ai ragazzi. Ringrazio a questo proposito l’assessorato alle Politiche Culturali per aver sostenuto il progetto teatrale La scena dei Ragazzi".  

Nell’ambito della stessa giornata, prima dello scambio degli auguri, sono state assegnante anche le borse di studio. “Prevale il merito – ha detto la Preside dell'istituto, Rosa Maria Quaranta,  orgogliosa anche dell’impegno della Carelli –  così hanno voluto coloro che le hanno istituite: l’associazione Francesco e Angela Fanelli, Maria Lovascio Sannicandro, Domenico Cascella, Comune di Conversano – Francesco Vernaleone, Ramunni-Lorusso, e Scuola Carelli. Sono importanti e servono da stimolo agli studenti”.  

“Il nostro futuro sono proprio i ragazzi – ha detto il sindaco Lovascio, che nel corso dell’evento ha consegnato le borse di studio agli studenti meritevoli – occorre non perdere la speranza, bisogna alimentare i sogni di questi ragazzi,  dando loro gli strumenti di cui hanno bisogno per coltivare le proprie passioni, accrescere il proprio livello culturale, aprire la mente ed incrementare le opportunità di sbocco nel mondo del lavoro. Sono orgoglioso, e Conversano deve essere orgogliosa, di questi studenti e del livello di questa scuola”.

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI