Martedì 16 Gennaio 2018
   
Text Size

Impianto CDR: Acquisite le aree, la Regione può firmare il contratto

discarica-camion

Una nota diffusa dall'Ufficio Stampa del Sindaco ha comunicato l'avvenuta acquisizione da parte del Comune di Conversano delle aree su cui insiste l'impianto di biostabilizzazione e produzione di CDR (Combustibile da Rifiuto).

Nel comunicato, il primo cittadino − oltre a segnalare la presenza di "altre particelle" che verranno incamerate nei prossimi giorni − definisce l'acquisizione come "un passo in avanti", poiché "la Regione Puglia e il gestore dell’impianto potranno a loro volta firmare il contratto che metterà a regime il servizio".

Se è vero che quel contratto consentirà finalmente al nostro Comune di ottenere un ristoro ambientale garantito e quantificato ab origine in 5,99 euro a tonnellata, non è da dimenticare il problema posto dalla clausola delle 470 tonnellate al giorno di indifferenziato che i 21 comuni consorziati dovranno consegnare obbligatoriamente al gestore.

Una clausola che, come il Comitato Riprendiamoci il Futuro ha più volte denunciato, rischierebbe di compromettere la fattibilità stessa della raccolta differenziata per l'ATO BA 5, giacché il quantitativo richiesto coincide con la produzione di rifiuti dell'intero bacino.

Un empasse che si dovrebbe risolvere provincializzando gli ATO; in questo modo una parte dei comuni attualmente inclusi nel bacino Bari 4 troverebbe ospitalità nell'impianto conversanese, sopperendo alle tonnellate di tal quale sottratte dai piani di prevenzione e riduzione dei rifiuti che un po' tutte le Amministrazioni si accingono ad attuare.

Commenti 

 
#1 Ettore 2012-02-10 11:29
E Conversano diventa sempre più paese "H"ospitale.. evviva!
Segnala all'amministratore
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI