Lunedì 17 Dicembre 2018
   
Text Size

"Stato sanitario e Nuove varietà di vite ad uva da tavola"

convegno-uva-da-tavola

 

Il Centro di Ricerca e Sperimentazione in Agricoltura "Basile Ceramica" di Locorotondo ha organizzato, presso la Sala Consiliare del Comune di Conversano, giovedì 9 febbraio, il seminario divulgativo “Stato Sanitario e Nuove Varietà ad uva da tavola in Puglia”.

convegno-uva-da-tavola2Il seminario è stato pianificato in collaborazione con l'assessore alle attività produttive, Giuseppe Locorotondo, e il Sindaco Giuseppe Lovascio. Al seminario sono intervenuti Pierfederico La Notte (CNR – Istituto di Virologia Vegetale – Consiglio Nazionale delle Ricerche > Selezione sanitaria e clonale dell’uva da tavola) e Giuseppe Ferrara (DISAAT – Università degli Studi di Bari Varietà di uva da tavola di recente introduzione: caratteristiche qualitative e commerciali).

Il comparto dell’uva da tavola riveste grande importanza economica nel Sud Est Barese; tuttavia l’acerrima concorrenza di prodotti esteri e la crisi del mercato hanno colpito il settore spingendo gli imprenditori a cercare strategie di competitività più efficaci per il sistema produttivo pugliese. Durante il seminario sono state divulgate, dal dott. La Notte, indicazioni tecniche per l’impianto ed il reimpianto dei vigneti e sono state fornite indicazioni su quali interventi preventivi attuare per scongiurare i danni dovuti a virus con l’obiettivo di creare innesti resistenti alle malattie fungine, magari usando geni resistenti. Queste tecniche potrebbero essere una buona risorsa per l’agricoltura biologica.

Il dott. Ferrara ha spiegato come sia stato determinante il ruolo delle malattie nell’evoluzione dell’uva da tavolo poiché ha spinto la ricerca verso un miglioramento genetico anche avvalendosi di varietà estere, dell’Est europeo, americane e così via. E in un mondo globalizzato la tenuta del materiale è importante per l’esportazione. Gli obiettivi sono la variabilità del colore della buccia, l’ampliamento del calendario della maturazione, il sapore, la dimensione della bacca.

Infine, sono stati delineati gli aspetti qualitativi e commerciali. Insomma il settore dell’uva da tavola è interessato a produrre ciò che funziona sul mercato e che il prodotto sia di qualità.

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI