Mercoledì 25 Aprile 2018
   
Text Size

Locali Chiesa di San Francesco, il Comune li "restituisce"

san francesco- chiesa

Nel lontano 2007 il Vescovo Domenico Padovano chiedeva di consegnare alla Chiesa ex conventuale Di San Francesco d’Assisi "alcuni locali dell’intero complesso (dove è attualmente ubicato il Palazzo di Città, ndr) non utilizzati dall’Amministrazione Comunale, da adibire a finalità di culto e pastorale". Dopo una serie di confronti, iniziati nel 2008,  si era giunti all'accordo di cedere l'ambiente che ospita l'URP (Ufficio Relazioni con il Pubblico).

Ora i tempi sono maturi per dare seguito alla richiesta, come testimonia la deliberazione del direttore dell'Ufficio Tecnico pubblicata sull'albo pretorio. Tuttavia, per finalizzare il 'passaggio di proprietà' è indispensabile nominare un professionista "cui affidare l’incarico di redazione del tipo di frazionamento e della relativa voltura catastale". E, come preventivabile,  "per le carenze di organico dell’ente appaltante", bisogna esternalizzare la consulenza tecnica.

Ad occuparsene sarà l'ing. Vincenzo Bianco, selezionato sulla base del principio di rotazione dopo aver acquisito e vagliato i curricula dei professionisti fiduciari per l'affidamento delle opere pubbliche inserite nel Piano Triennale 2010-2012 e dei tecnici deputati all'espletamento delle attività amministrative.

L’incarico, che avrà una spesa presumibile di 2mila euro, sarà successivamente perfezionato con apposita convenzione.

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI