Martedì 16 Ottobre 2018
   
Text Size

Decrescita, il contributo della cittadinanza consapevole

Nello De Padova  incontro

Le Cooperative ITACA e TESEO hanno dato il benvenuto a Nello De Padova, mercoledì 21 marzo, presso la Sala multimediale S.Chiara (via Porta antica della città) a Conversano, in occasione dell’evento finale del laboratorio di cittadinanza attiva, dedicato alla Decrescita Felice, nell’ambito del progetto “Aspettando 31 Liberi Tutti”, promosso dal Comune di Conversano e finanziato dal DPR 309/909 a valere sulla quota regionale del Fondo nazionale di lotta alla droga. L’incontro ha visto la partecipazione sia di Alessandra De Filippis, presidente Cooperativa ITACA sia della dott.ssa Franca Tarulli in rappresentanza dell'Assessorato alle Politiche sociali.

nello de padova pubblicoIl laboratorio è stato sviluppato in cinque incontri: nel primo è stato introdotto il tema della decrescita attraverso la riflessione sul rapporto Merci/Beni, Occupazione/Lavoro, Sviluppo sostenibile/Decrescita; nel secondo e terzo incontro si è aperto il dibattito sui video: L’Anticasta e La Storia delle cose, che hanno trattato le teorie della decrescita, espresse da Ivan Illich, Georgescu Roegen, Serge Latouche e Maurizio Pallante e si è discusso sui punti essenziali su cui si basa la decrescita: stili di vita più appropriati per le relazioni umane, tecnologie che mirano a consumare meno energia e a produrre meno rifiuti ed, infine, politiche che agiscono, direttamente, integrando la democrazia rappresentativa con la democrazia partecipata.

Al laboratorio hanno preso parte ragazzi, volontari che, divisi in due gruppi, hanno rielaborato due progetti che abbiano delle ripercussioni a livello locale in tema di Decrescita e concretamente realizzabili senza, preferibilmente, contributi economici esterni. Il primo progetto ha puntato sulla diminuzione dell’uso delle auto e, quindi, dell’inquinamento, fortificando l’utilizzo delle biciclette. L’altro progetto è stato elaborato con l’obiettivo di sensibilizzazione la cittadinanza ad un’alimentazione sana, attraverso la comparazione di una serie di prodotti alimentari realizzati da grandi aziende, con quelli realizzati in casa e informare i cittadini sul tema della decrescita.

Alle riflessioni dei due gruppi di ragazzi sono seguite quelle di Nello De Padova, il quale ha messo in risalto come sia importante avere una visione sistemica delle idee progettuali, in fatto di decrescita e che occorre vedere queste idee in maniera produttiva, senza aspettarsi una loro concretizzazione immediata.

Ciò che emerso dall’incontro è il recupero della centralità della mobilità sociale, quando si parla di economia e di decrescita e la volontà di riconsiderare il rapporto tra il cittadino e l’economia. La decrescita è il tentativo di togliere all’economia mercantile la centralità che ha assunto, negli ultimi due secoli, erodendo molte attività dell’autoproduzione e dell’economia delle relazioni sociali. Insomma, "l'incontro finale – afferma Nello de Padova – vuol essere un momento di riflessione sul contributo che la cittadinanza consapevole e, soprattutto, il consumatore consapevole può portare al cambiamento degli stili di vita delle comunità, con un occhio di riguardo ai cambiamenti che vanno nella direzione di rivedere alcune dinamiche dell’economia".

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI