Mercoledì 17 Gennaio 2018
   
Text Size

Una sottoscrizione a favore dell’operaio che ha dissotterrato i rifiuti

legambiente-mola

Il circolo di Legambiente di Mola di BariI Capodieci, dalla campagna al mare” promuove una sottoscrizione a favore dell’operaio della Lombardi Ecologia che qualche giorno fa ha portato alla luce rifiuti smaltiti illegalmente in contrada San Vincenzo, a Mola, iniziando a svelare l’illecito smaltimento di rifiuti avviato a partire dagli anni 80 nelle campagne di Mola e Conversano.

Legambiente negli ultimi anni ha più volte segnalato la presenza di fuoriuscite di biogas da aree esterne alle discariche in contrada Martucci, indizio di interramento di rifiuti in aree non autorizzate.

Purtroppo, le denunce di Legambiente alle autorità competenti, contenute anche nel libro patrocinato da Legambiente e WWF "L'ultimo chiuda la discarica" (Levante editori, Bari) di Pietro Santamaria, non hanno finora avuto esito.

La raccolta di fondi a favore di Domenico Lestingi ha lo scopo di aiutarlo a sostenere le spese del procedimento legale in corso, con la speranza che si arrivi a fugare i dubbi sullo stato del nostro territorio, che da troppo tempo assillano la nostra associazione e i cittadini tutti.

I versamenti possono essere effettuati utilizzando il seguente codice IBAN: IT79 L033 5901 6001 0000 0066 272, dedicato esclusivamente a questa causa, presso il Banco di Napoli filiale di Mola: contributo di solidarietà a Domenico Lestingi per l’ambiente.

 

Mola di Bari, 6 aprile 2012

I Capodieci, dalla campagna al mare

Legambiente Mola di Bari

Commenti 

 
#4 Tonio 2012-04-08 12:52
Si è rotto, comunque, un meccanismo di omertà e silenzi durato decenni. Adesso occorre capire se le "ordinanze" dei sindaci di Mola ( adottate in situazioni di emergenza ) prevedevano, come pare, la rimozione dei rifiuti e la bonifica del sito al termine dell'emergenza. E perchè non si è provveduto a questa bonifica.
Segnala all'amministratore
 
 
#3 Tonio 2012-04-07 20:03
Spero che abbia indicato nomi e cognomi di chi ordinò i vari interramenti.
Mi auguro anche, che coloro i quali ricevettero le molte denunce del Lestingi ( costringendolo ad azioni eclatanti quanto illecite ) vengano denunciati a loro volta per omissione di atti d'ufficio e falso.
Segnala all'amministratore
 
 
#2 il moralizzatore 2012-04-07 12:39
non comprendo questa decisione, l'uomo che ha dissotterrato quei rifiuti e colpevole quanto chi ha ordinato quella operazione, e comunque il problema dell'operaio era il rischio di licenziamento credo qualche mese di stipendio arretrato e la probabilità di restare senza lavoro se tutto ciò non si fosse verificato credo che avrebbe ancora taciuto.
Segnala all'amministratore
 
 
#1 up 2012-04-07 07:26
e come faceva a sapere dove stavano sotterrati ?
Segnala all'amministratore
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI