Domenica 24 Giugno 2018
   
Text Size

"Un atto criminale, vile e codardo"

attentato brindisi foto

Durante la "Giornata dell'arte e della creatività", gli studenti degli istituti superiori conversanesi hanno organizzato una manifestazione in ricordo di Melissa Bassi, la giovane sedicenne travolta nell'attentato di Brindisi.

I ragazzi hanno affermato con forza che la decisione di continuare la manifestazione − in tono minore, con il palco più piccolo, quello dedicato alle attività ludiche, listato a lutto − non è stata una mancanza di sensibilità. Al contrario, ha prevalso "il desiderio di dimostrare che i giovani ci sono, che non piegano la testa davanti alla ferocia delle bombe, davanti a chi con il terrore minaccia i principi fondamentali del vivere civile".

Svuotare quella piazza, sarebbe stata la scelta più facile ma, probabilmente, avrebbe significato accettare di essere zittiti dalla barbarie della violenza. Dunque, più che giusto "continuare e trasformare lo sgomento in riflessione, in consapevolezza di dover agire per costruire un mondo in cui le mafie non trovino spazio". 

 

Commenti 

 
#1 pincopallino 2012-05-20 19:03
non si può continuare a danzare e cantare in tono minore o lo si fa o non lo si fa...è un'affermazione che non ha senso .I nostri giovani ,non certo per loro colpa,sono già marci dentro ,senza cuore e perfettamente inseriti in un mondo frenetico che ci vuole come delle macchine sempre produttive ad ogni costo e ad ogni età .Davanti ad una tragedia del genere ,ci si doveva fermare. Magari sarebbe opportuno insegnare a questi ragazzi che un silenzio dignitoso non vuol dire subire passivamente la barbarie o piegare la testa(che a quanto pare sembra l'unico cruccio dei ragazzi ) al contrario continuare come se niente fosse e abbassando ipocritamente i toni vuol dire inchinarsi e abbracciare un sistema che per sua convenienza ci sta privando della nostra dimensione umana...e davanti a una morte innocente ci si ferma ...senza giustificazioni varie.
Segnala all'amministratore
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI