Mercoledì 17 Gennaio 2018
   
Text Size

Numero Verde per i reati ambientali: il bilancio conclusivo dell’attività estiva

wwf-numero-verde

Anche il 2012, per il nono anno consecutivo, si è svolto dal 15 Giugno al 15 Settembre il progetto “Numero Verde per la segnalazione dei reati ambientali” che ha consentito ai cittadini di segnalare presunti reati ambientali sul demanio marittimo regionale.

Quest'anno sono pervenute 420 Segnalazioni, dato che conferma la tendenza degli anni precedenti: 13 sono relative a territorio al di fuori della Puglia, 407 sono relative alla Puglia. Le segnalazione sono state classificate in 260 record, dei quali 166 sono di competenza demaniale e 94 sono ricadenti al di fuori del Demanio Marittimo.

Complessivamente le telefonate ricevute hanno superato quota 1500.

Delle segnalazioni trasmesse ad oggi il 70% ha ricevuto riscontro da parte degli Enti interessati, mentre per il rimanente 30% si è ancora in attesa di conoscere l’esito delle segnalazioni , in quanto i relativi accertamenti sono ancora in corso.

L’azione di verifica e l’attività di controllo sul territorio è stata molto intensa ed efficace ed ha comportato diverse sanzioni amministrative, in relazione alle trasgressioni accertate in materia ambientale.

Particolarmente rilevanti i reati relativi alla distruzione del sistema dunale costiero (11%), che spesso è causato dal camping selvaggio (11%) ed è correlato alle costruzioni abusive (13%) e cementificazioni costiere. Numerose le degnazioni di violazione dell’Ordinanza Balneare della Regione Puglia (23%) e le lamentele per gli arenili sporchi e abbandonati al degrado (16%). Non sono mancati i natanti che hanno messo a rischio la sicurezza balneare (8%) e le denunce di maltrattamento degli animali (15%).

Dai dati è emerso chiaramente come sulle coste pugliesi sia ancora troppo frequente il mancato rispetto dell’Ordinanza Balneare della Regione Puglia e delle concessioni dei lidi. In tutte le province pugliesi sono state numerose le segnalazioni di spiagge invase dai rifiuti di tipo urbano e di alghe in decomposizione.

Grazie alle numerose segnalazioni pervenute al Numero Verde è stato possibile realizzare una fotografia della situazione ambientale in Puglia e delle prepotenze avverso l’ambiente dei pugliesi, come realmente percepito dalla popolazione nelle sue peculiarità e criticità.

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI