Mercoledì 14 Novembre 2018
   
Text Size

AD ANNA SALZO IL PREMIO DE@TERRA

agricolturagenerico
L'imprenditrice agricola di casa nostra, Anna Salzo, ha ricevuto l'encomio De@Terra 2009, premio promosso dall'Osservatorio Nazionale per l'Imprenditoria Femminile in Agricoltura e dal Ministero delle Politiche Agricole e Forestali, sotto l'alto Patronato del Presidente della Repubblica.

L'azienda agricola nasce nel 1996 a Conversano, quando Anna Salzo riceve in eredità dei terreni coltivati a frutta e ortaggi, su cui in seguito decide di adottare metodi di coltivazione biologica. Dopo aver raggiunto un equilibrio aziendale e dopo un attenta analisi di mercato, Anna decide di intraprendere la strada della trasformazione.

Proprio utilizzando frutta e verdura che coltiva, l'imprenditrice pugliese ha lanciato una linea di prodotti denominata "Sapori di Casa" che va dai sottolio alle confetture, dal paté alla frutta sciroppata, fino alla passata e ai sughi pronti. I prodotti sono lavorati a mano con le tecniche tradizionali, tramandate di padre in figlio. La clientela, inizialmente concentrata sul territorio pugliese, man mano si è estesa su tutto il territorio nazionale ed estero. I prodotti di 'Sapori di Casa' sono acquistabili presso i Mercati di Campagna Amica della Coldiretti di Bari.

"Grazie alla partecipazione a fiere internazionali - racconta visibilmente emozionata l'imprenditrice Anna Salzo - 'Sapori di Casa' ha avuto modo di farsi conoscere e ampliare il proprio mercato a clienti al di fuori del territorio nazionale. Attualmente vendiamo circa il 70% del proprio prodotto in Italia, il restante 30% sul mercato europeo e internazionale. Le prospettive di crescita sono alte, poiché continuerò ad impegnarmi per valorizzare i prodotti della nostra terra rimanendo fedele alle origini e alle tradizioni pugliesi".

"La candidata ha saputo arricchire - commenta con soddisfazione il presidente della Coldiretti Puglia, Pietro Salcuni - l'immagine dell'imprenditorialità femminile agricola, dando una fortissima connotazione ai propri prodotti, attraverso un marchio chiaramente e facilmente identificabile, garanzia della qualità e del legame con il territorio. La capacità di coniugare la sfida con il mercato, il rispetto dell'ambiente e la qualità della vita a contatto con la natura sembra essere proprio  una delle principali ragioni del crescente interesse dell'universo femminile nei confronti della moderna agricoltura. Il loro impegno è, infatti, particolarmente rilevante nelle attività più innovative e multifunzionali".

Giovani e donne stanno dimostrando una vivacità ed un'attenzione nuova all'imprenditorialità in agricoltura, dando linfa e forti impulsi al comparto. Basti pensare che negli ultimi cinque anni la percentuale di donne che lavorano in campo agricolo è aumentata, raggiungendo il 32,5% sul totale degli occupati in agricoltura, con 34.313 dipendenti e 11.162 donne che prestano la loro opera in maniera indipendente.

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI