Lunedì 19 Novembre 2018
   
Text Size

H1N1, ECCO DOVE VACCINARSI

vaccino
Di seguito l’elenco dei 36 centri di riferimento per la Asl di Bari in cui, da ieri 5 novembre (la mattina, dal lunedì al venerdì), è possibile prenotare la vaccinazione contro l’influenza da virus AH1N1.


Bari (lungomare Starita, 6 – 080.5842777-2518)

Acquaviva delle Fonti (via Vittime di via Fani – 080.3077042- 16)

Adelfia (via Marconi 12 – 080.4626025)

Alberobello (viale Bari 28 – 080.4328225)

Altamura (via Pasquale Caso – 080.3108117-8)

Bitetto (via Palo21 – 080.9920879 – 080.5843147)

Bitonto (via G. Gomes 84 – 080.3737243)

Bitritto (via Modugno 15 – 080.634585)

Capurso e Cellamare (via Egidio 1, Capurso – 080.4626407)

Casamassima (via Lecce – 080.673512)

Castellana Grotte (via don F. Lanzillotta – 080.4965623)

Conversano (via f.lli Pascale – 080.4091438)

Corato (via G. Di Vittorio – 080.8721406)

Gioia del Colle (via N. Sauro 6 – 080.4050103)

Giovinazzo (viale Papa Giovanni XXIII – 080.3357801)

Gravina (via Giovanni XXIII 5 – 080.3108612)

Grumo Appula (via della Repubblica, presso presidio ospedaliero – 080.3830823-25)

Locorotondo (piazza Marconi – 080.0804351236)

Modugno (via I Maggio 2 – 080.5843116)

Mola (corso Italia 21 – 080.4717730-31)

Molfetta (via Togliatti 6/I – 080.3357908-11)

Monopoli (via Pisonio 12 – 080.4149306)

Noci (via Sgobba – 080.4050711)

Noicattaro (via Verdi 93 – 080.4626991-86)

Palo del Colle (via G. La Pira – 080.626398)

Polignano (via L. Sturzo – 080.4050140)

Putignano ( via De Cataldo – 080.4050565)

Rutigliano (via San F. D’Assisi 198 – 080.4776627)

Ruvo (corso Piave 80, presso presidio ospedaliero – 080.3608251)

Sammichele (via Buonarroti – 080.4050167)

Santeramo (via P. Togliatti 5 – 080.3035754-87)

Terlizzi (corso V. Emanuele 26 – 080.3608390-89)

Triggiano (via Oriente 2 – 080.4626130)

Turi (via De Donato Giannini 080.4050176)

Valenzano (via Tasselli 15 – 080.4626228)

Commenti 

 
#3 Ale Lomele 2009-11-10 03:24
In questo momento nel mondo sussistono meno casi di h1n1 rispetto ai casi di influenza stagionale di una sola nazione europea. Gli operatori sanitari pare che abbiano opinioni non concordi sull'efficacia del vaccino. Alcuni esperti ritengono il rischio di mortalità dell'influenza suina 20 volte inferiore alla stagionale, nonchè il vaccino addirittura dannoso. In questa situazione di enorme confusione io sarei per non farlo e non farlo fare, continuandomi a fidare del buon sistema immunitario di cui la natura ci ha dotati. Non vorrei che il tutto partisse dalle solite campagne terroristiche made in America..
http://www.youtube.com/watch?v=ASibLqwVbsk
Segnala all'amministratore
 
 
#2 danielepasquale5@gmail.com 2009-11-09 23:26
Oggi, intorno alle 12,00, sono arrivate le sospirate dosi di vaccino a Conversano.Sono solo 180 ma, meglio poche che nulla. Purtroppo continua ad essere difficile da comprendere la modalità per l'accesso alla vaccinazione. Da un lato i medici di famiglia non avendo ricevuto direttive in merito, non sanno che devono consigliare ai loro pazienti di portare con loro la docmentazione che certifichi le patologie da cui sono affetti o, quanto meno, un certificato che attesti le stesse patologie. D'altra parte nella stragrande maggioranza della categoria dei medici di famiglia persistono dubbi sulla validità del vaccino. Molti tra loro lo sconsigliano caldamente ingenerando e/o dilatando le perplessità degli utenti. Il vaccino infine, serve o no?
Da una autorevole ricerca menzionata da alcuni tra i medici contattati, sembra che, nel lazio, su 250.000 vaccinati, solo poche decine di pazienti siano poi risultati immuni. In effetti la categoria dei medici e degli operatori sanitari risulta recalcitrante all'invito di vaccinarsi. Io ed altri miei familiari, ad es., apparteniamo ad una cosiddetta categoria a rischio poiché allergici. Ebbene, in questo caso mi è stato ribadito più volte che vaccinarsi é rischioso. C'é qualcuno tra i lettori che é in grado di dare qualche informazione precisa?
Segnala all'amministratore
 
 
#1 danielepasquale5@gmail.com 2009-11-09 12:38
Purtroppo, però, il vaccino non é disponibile!!!! Almeno non lo é per tutte le caregorie a rischio. L'influenza A, intanto, é già arrivata in città. Ci sono alcuni casi nelle scuole cittadine ed i medici di famiglia sono nel pallone. Non hanno indicazioni in merito e lamentano il rischio concreto di contrarre il virus nelle aumentate visite domiciliari di questo periodo. Invitano i pazienti a rivolgersi direttamente alle ASL, altri non intendono certificare la condizione di rischio e, di conseguenza, favorire la vaccinazione dei pazienti. A me sembra una condizione di grande confusione che può alimentare paure ingiustificate.
Caro luigi, se puoi cerca di informare meglio sulla diffusione del virus in città, sulla possibilità di vaccinarsi o meno, sulle modalità di prenotazione, ecc. Nei cortili delle scuole, e tra la gente in generale, il tam tam di allarme stà contagiando, di panico talvolta ingiustificato, più dell'influenza stessa.
Segnala all'amministratore
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI