Mercoledì 21 Novembre 2018
   
Text Size

DISCARICA, LETTERA SEGRETARIO UDC GENTILE

discarica-lombardi-ecologia

Abbiamo il piacere di ospitare una lettera del segretario UDC, Pasquale Gentile, in merito alla mancata chiusura della discarica e alla mozione di sfiducia presentata nel corso della seduta di consiglio comunale del 12 gennaio scorso.

____________

Egregi Direttore,

come ricorderete nel Consiglio Comunale di Conversano, tenutosi il 12.01.2010, venne affrontata la mozione di sfiducia all’Assessore all’Ambiente proposta da noi Udc unitamente alla lista Il Centro. Ricordiamo, altresì, che prima del consiglio, avevamo fatto affiggere e distribuire manifesti e volantini che informavano la cittadinanza del grave danno all’ambiente e alla salute, cui i conversanesi andavano incontro, a causa della mancata chiusura della discarica, ormai sovraccarica. Inoltre, segnalavamo il probabile incremento di oltre l’80% della tassa di smaltimento rifiuti, oggi quasi certa.

Durante la discussione consiliare vennero affrontati i temi tecnici e politici che a parere dei proponenti avevano di fatto consentito alla Regione e alla Provincia di non chiudere la discarica di C.da Martucci, gestita dalla Lombardi Ecologia Srl. L’Assessore all’Ambiente, nella sua relazione, cercò di contenere i dati forniti dal relatore della mozione, opponendone a sua volta altri diametralmente opposti. La discussione politica, che aveva lo scopo di confrontarsi sulla problematica della discarica, che vedeva sicuramente uniti i temi dell’ambiente e della salute, si concludeva con una compattazione della maggioranza ed un astensione del resto dell’opposizione presente, quasi a voler avvalorare le tesi dell’Assessore Loicano. Purtroppo, tenuto conto dell’andamento dei lavori del consiglio, come Udc non potevamo far altro che prendere atto di come la maggioranza volesse affrontare e gestire il problema.

Questo silenzio assordante è durato meno di una settimana, atteso che sullo stesso argomento il Comune di Mola, secondo quanto riportato sui settimanali locali, riprende l’argomento condividendo le preoccupazioni e le tematiche tecniche esposte dall’Udc. Ma in quest’ultimo caso il Comune di Mola, che non è sede di discarica, prende iniziative sia giudiziarie che politiche, manifestando il proprio dissenso anche al Presidente della Regione, nonostante questi siano organici allo stesso schieramento politico.

Come Udc ci chiediamo come mai il nostro Sindaco ed Assessore non rispondono agli omologhi rappresentanti di Mola? La verità è quella che sosteniamo noi o quella che si è voluta far passare in Consiglio Comunale? Di certo siamo confortati, come gruppo politico, dal fatto che altri amministratori stanno difendendo il proprio territorio sotto l’aspetto ambientale e della salute, così come stiamo facendo noi. Con la differenza che noi possiamo solo proporre, salvo a prendere iniziative diverse dalla politica, mentre chi governa una città dovrebbe produrre atti concreti a tutela dei sui cittadini e del suo territorio. Con affetto rinnoviamo come Udc l’invito al Sindaco, alla Giunta e alla maggioranza di lasciare da parte l’appartenenza politica e affrontare con incisività e atti concreti il problema nelle sedi opportune. L’occasione è data anche dall’imminente momento politico, in cui tutte le forze in campo non possono non condividere i nostri timori e rendersi parte diligente per risolverli o comunque limitarli con impegni precisi da prendere con la città e le forze politiche che la rappresentano.

Il Segretario Udc

Pasquale Gentile

VEDI ANCHE MOZIONE LOIACONO E PERICOLO INCENERITORE

Commenti 

 
#1 L4c4p4g1r4 2010-01-30 02:13
UDC ?



Segnala all'amministratore
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI