Martedì 20 Novembre 2018
   
Text Size

GENTILE 'RIVOLUZIONE' DELLA SEGNALETICA STRADALE

pasqualegentile

Nel comunicato che segue, Pasquale Gentile, in qualità di segretario Udc, critica quella che chiama "nuova rivoluzione della segnaletica stradale", mentre nel finale lancia ancora strali su Pirp e impianto carburanti.

________

Egregio Direttore,

capire che a Conversano le idee sono confuse lo si capisce facendosi un giro in macchina per le vie cittadine. La nuova rivoluzione della segnaletica stradale la dice lunga su quando le scelte che si vanno adottando sul nostro territorio lascino desiderare o sono unilaterali. La volontà di rendere fruibile la viabilità cittadina deve essere una prerogativa indispensabile per un territorio.

Prendiamo ad esempio Via Divisione Aqui, Via Saba, Via Neviera e le strade limitrofe. Via Saba, un tempo a doppio senso di circolazione, è stata resa a senso unico, nel senso di marcia che conduce in Via Divisione Aqui. Tale scelta la reputiamo errata, in quanto si doveva pensare di far defluire il traffico in vie secondarie, anziché farlo sfociare in strade ad alta densità commerciale e veicolare. Pertanto, se di senso unico si voleva parlare, sarebbe stato giusto fare la scelta inversa.

Stesso discorso dicasi per via San Lorenzo. Entrando da Putignano, tenuto conto della scarsa illuminazione sia della strada che dell’incrocio in senso lato, l’attuale segnaletica appare inadatta atteso che, oggi si ha la possibilità di andare diritto, a destra e sinistra. Andando diritto, ossia percorrendo parte di via S. Lorenzo, si arriva ad un nuovo divieto di accesso, che obbliga di fatto gli automobilisti ad andare a destra o sinistra, costringendoli a percorrere strade abbastanza strette e poco adatte a supportare un eventuale innalzamento del traffico. Tale difficoltà si ripercuoterà in maniera contraria agli interessi della viabilità allorquando quelle strade saranno percorse da forestieri intenzionati a raggiungere il centro città e quindi poco pratici della zona.

Riteniamo che la situazione precedente, permetteva agli automezzi in ingresso di confluire in strade ben più ampie e confortevoli. Per regolarizzare il traffico sarebbe bastato riattivare i semafori, ormai desueti da mesi; a tal proposito non si riesce a comprendere come si potrà conciliare l’attuale viabilità con i semafori attualmente installati, salvo ad eliminarli.

Altra tegola per la nostra città è la toponomastica. I cartelli di indicazione stradale si confondono nella miriade di insegne direzionali di attività commerciali, alcune delle quali sono addirittura state montate sui pali pubblici. I cartelli “parapedonali” che dovrebbero assolvere una funzione di servizio, rappresentano delle vere e proprie gabbie per i pedoni, ma soprattutto per i passeggini e le persone in carrozzella. Riteniamo opportuno far applicare in ogni suo punto il regolamento comunale sull’arredo urbano. Strumento urbanistico essenziale per rendere la nostra città pratica e soprattutto ordinata. Ma soprattutto pensiamo che certe scelte debbano essere condivise tra amministratori comunali, attività commerciali e abitanti delle aree interessate ai cambiamenti della viabilità o all’installazione di pannelli pubblicitari che a volte ne deturpano l’intera area.

Anche in questo caso, lo dico sia in veste di Segretario politico che di amministratore, siamo stati messi di fronte a situazioni assunte unilateralmente senza nessun tipo di concertazione, così come è già successo per il Pirp e il nuovo impianto carburanti-multifunzione.

Il Segretario Cittadino UDC

Pasquale Gentile

________

VEDI ANCHE MODIFICHE ALLA CIRCOLAZIONE E COMMENTI

Commenti 

 
#1 gio999 2010-02-17 12:25
ma il sig. gentile sa che il regolamento delle insegne c'è e si è in attesa (DA TRE ANNI!!!!!) che il comune faccia il censimento della pubblicità esistente sul territorio, tolga tutta la segnaletica pubblicitaria abusiva e faccia sapere quanta superficie è disponibile?!? xkè non si fa un giro nell'UTC x vedere la miriade di domande presenti e delle quali non si sa più niente da 3anni?!?
Segnala all'amministratore
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI