Sabato 17 Novembre 2018
   
Text Size

IL MISTERO DELLA GESTIONE TRIBUTI

tributi

Già nell’Aprile 2009, l’Amministrazione stava tentando di capire la strada migliore per la gestione dei tributi, dopo una serie di precedenti storici sicuramente non virtuosi. A tal fine si approvò una delibera comunale (n. 43 del 27/04/2009) in cui s’invitata il Direttore dell’Ufficio Ragioneria a presentare una relazione dettagliata sui modelli di gestione dei tributi, cosicché il Consiglio comunale potesse valutare la soluzione più idonea da adottare.

Contestualmente, si indicava il 3 gennaio 2010 come data ultima per la dismissione della partecipazione della “Gestione tributi s.p.a.”, società mista cui, fino a quel momento, era stato dalessandroappaltato il servizio tributi. Questa dismissione non è mai stata finalizzata e, come spiega il capogruppo del PD Vincenzo D’Alessandro, “formalmente oggi non c’è una società che gestisca la riscossione dei tributi locali, né risulta una proroga verso la già operante Gestione Tributi s.p.a.”.

Nonostante questo, la giunta ha deciso di nominare un rappresentante del Comune in seno al CdA della società “con una procedura che ha disatteso il regolamento comunale, poiché non è mai stato presentato un avviso pubblico che, valutati i curricula, indicasse il candidato ideale; e soprattutto poiché non si sapeva – e non si sa – se questa società avrebbe continuato a lavorare per il Comune”.

Il gruppo consiliare, dopo l’insoddisfacente risposta ottenuta in occasione dell’interpellanza, ha deciso di presentare una mozione da affrontare nell’assise del 20 Aprile.

VEDI ANCHE LA MOZIONE PRESENTATA DAL PD NEL FEBBRAIO SCORSO

 

Commenti 

 
#3 L4c4p4g1r4 2010-04-18 03:29
Ma adesso che il partito dell'amo(re) si scinde, i redattori del giornaletto si divideranno pure loro oppure continueranno a decantarci (all'unisono) le lodi di questa meravigliosa laboriosissima efficacissima compagine di governo comunale ?
www.youtube.com/watch?v=WCPn5X7uVWQ
Figurati, poi, se si impauriscono delle mozioni del PD,
una roba capace di dividersi sulla divisione del PDL (vedi D'Alema e Franceschini) ;-)
Segnala all'amministratore
 
 
#2 danielepasquale5@gmail.co 2010-04-18 00:49
Bravo D'alessandro !!!
Bisognerebbe cercare di comprendere meglio metodiche e motivazioni di certe scelte amministrative. Talune tra queste paiono rasentare il ridicolo. Quanto al sospetto che ingenerano, qualcuno ha detto che questo spesso é l'anticamera della verità.
Ne ho viste tante di scelte simili, purtroppo. Alcune ho dovuto subirle anche sulla mia pelle ...
Certo é che quello che lascia interdetti (e neanche tanto, a questo punto!), é lo strano feeling che si crea tra le Amministrazioni Pubbliche ed i soggetti privati che interagiscono con loro offrendole/ci un servizio pubblico.
Su "l'amo", uno straordinario e bravissimo Miceli, m'é parso contrariato dalle critiche ad un presunto nepotismo che, da più parti, paiono piovere sulla Giunta Comunale. "Si tratta di poche centinaia di euro elargite a giovani bisognosi ...".
Complimenti per la chiarezza dunque.
Una domanda impertinente é d'obbligo però:
E se i giovani non "l'amassero" (quella bella ed autoreferenziale realtà amministrativa che tanto osanna !) meriterebbero lo stesso quelle "briciole"?
Segnala all'amministratore
 
 
#1 cicciominguccio 2010-04-17 18:47
Ma dico io cosa aspettano ad internalizzare il servizio, visto che questa pseudo società *moderato* non fa altro che essere inadempiente e creare problemi non solo al comune ma anche ai poveri cittadini? Di sicuro chi vi ha avuto a che fare potrà confermare anche che sono alquanto incompetenti ed arroganti e presuntuosi. *moderato*.
Segnala all'amministratore
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI