Lunedì 19 Novembre 2018
   
Text Size

TRUFFA PASSI CARRABILI: MONTRONE RISPONDE

passi-carrabili-conversano

Riprendiamo il discorso sui passi carrabili abusivi. La clausola contrattuale cui accennavamo si è verificata più che reale, dunque – come ipotizzato – spetterebbe alla stessa “Gestione Tributi S.p.A.” provvedere all’accertamento delle irregolarità.  E, questa volta, usiamo il condizionale non per dubbio o scrupolo, bensì per precisa constatazione che, a fronte di un esplicito impegno contrattuale, niente è stato fatto. In attesa di poter avere qualche informazione tecnica dal dott. Moschetti – ancora impegnato nella finalizzazione del bilancio – abbiamo posto qualche domanda all’Assessore all’Economia e Finanza, Vincenzo Montrone.

Esiste una clausola nel contratto con la “Gestione Tributi S.p.A.” che prevede, da parte della stessa, il monitoraggio dei passi carrabili. Come mai finora nessuno di questi controlli è stato espletato?

“Per quello che mi è noto, qualche anno fa, fu realizzato un progetto e fu anche acquistata una macchina fotografica. Poi tutto si è bloccato per ragioni ancora da accertare. Comunque, sto lavorando per arrivare a una soluzione definitiva dell’intera questione della gestione dei tributi nella nostra città. Al momento sono state individuate tre ipotesi. La prima è l’internalizzazione. Questa è la soluzione cui io sarei più propenso; tuttavia, ad oggi, non è realizzabile poiché bisognerebbe costituire un ufficio dotato di software e personale. Ora, in base ai vincoli del patto di stabilità, per quest’anno potremo procedere a due sole assunzioni, che andranno a beneficio del corpo di Polizia Municipale, un investimento necessario se si pensa che dovremmo avere 25 agenti e, invece, ne disponiamo solo di 15. Si aggiunga che anche altri uffici lamentano carenza di personale: il servizio Affari Generali necessita di tre figure, l’Ufficio Anagrafe manca di due unità e l’Ufficio Tecnico avrebbe bisogno di quattro o cinque professionisti”.

Le altre due soluzioni?

“Una è l’esternalizzazione; ipotesi a me non molto gradita, giacché le vicende di questi ultimi anni hanno messo a nudo le difficoltà di riscossione dal privato: molti comuni non riescono a chiudere i bilanci a causa di ammanchi consistenti. Un caso emblematico è la Tri.Com di Polignano. Resterebbe dunque l’ultima via: continuare con la gestione mista, laddove il privato svolgerebbe solo servizi propedeutici all’accertamento, mentre tutte le procedure d’incasso e di verifica sarebbero gestite dall’Ufficio Ragioneria. Ed è su questa ipotesi che stiamo lavorando, con tavoli tecnici e con l’ausilio di esperti del settore, al fine di verificare se sussistano i requisiti legali per proseguire il rapporto con la Gestione Tributi S.p.A.”.

A prescindere dalla soluzione che verrà individuata, quali provvedimenti si possono prendere per procedere alle regolarizzazioni dei passi carrabili?

“Risolto il puzzle della “Gestione Tributi”, partiremo con gli accertamenti non solo sui passi carrabili ma su tutte le tasse (Tarsu e Tosap in primis) e per tutti gli anni precedenti”.

Resta la grande incognita di quando la complicata vicenda sarà risolta, stante un contratto scaduto da due anni e una banca dati la cui esistenza fluttua nel “non è dato saperlo”. Ed ancora, come sarà possibile riscuotere gli anni precedenti per i passi carrabili, visto che non esiste nessun registro a documentare l’inizio dell’illecito? Dobbiamo forse ipotizzare una “maxi sanatoria” per cui, nelle more delle soluzioni giuridiche e tecniche, ognuno pagherà il dovuto come se avesse affisso il cartello il giorno prima? E se così fosse, da chi verrà risarcito il danno erariale subito?

 

Commenti 

 
#8 Angelo Lorusso 2010-05-27 15:09
errata corrige: chiedo scusa a SteveJobs. era Jean Bajean
Segnala all'amministratore
 
 
#7 Angelo Lorusso 2010-05-27 15:08
SteveJobs, tu che porti un nick così impegnativo, ho da dirti solo una cosa.

La frase che lascia l'Italia nel ridicolo della sua indecenza è proprio quella di cui sopra
Citazione:
...
scritto da Jean Bajean, 25 maggio 2010 alle ore 23:48:50
ma dov'è il problema?????


Continuiamo così.

Omertè, libertè, me ne fregh
Segnala all'amministratore
 
 
#6 danielepasquale5@gmail.co 2010-05-26 17:43
Non può esserci alcun illecito nella questione ausiliari.
Forse si potrebbe anche asserire che la Ditta ha "ausilato" l'amministrazione che chiedeva un "ausilio"(fosse anche ... "ausiliare"), per prestare "ausilio" a chi voleva come "ausiliare".
Ma io non credo sia possibile tale indegna discriminazione tra tanti post aspiranti inconsapevoli "ausiliari" (filoamministrativi e non)...
Nel dubbio, affidiamoci al giusto "ausilio" della buonafede.
O, per chi ci crede, della ... propria fede. ;-);-);-)
P.S. ma dove si manda la domanda?
Segnala all'amministratore
 
 
#5 Jean Bajean 2010-05-26 02:48
ma dov'è il problema?????

se il segnale è tarocco si parcheggia lo stesso anche volentieri!!!!!!!!!!!!
Segnala all'amministratore
 
 
#4 L4c4p4g1r4 2010-05-25 03:53
dove sarebbe il luogo comune? Piazza Battisti a sinistra dell'arco ?
Segnala all'amministratore
 
 
#3 SteveJobs 2010-05-25 03:30
Peraltro gli ausiliari stanno facendo benissimo il loro lavoro...
Segnala all'amministratore
 
 
#2 SteveJobs 2010-05-25 03:29
Amico mio,
mi deludi un po' se ti getti anche tu nel qualunquismo da Piazza XX Settembre... Dove sono le prove dell'illecito?
Segnala all'amministratore
 
 
#1 L4c4p4g1r4 2010-05-24 11:40
Fate così (ve lo devo insegnare io?): esternalizzate, fino a quando l'azienda esterna non selezioni giovani bravi e capaci (di fare campagna elettorale per lorsignori) dopodiché cambiate idea e internalizzate così li potete assumere (se Tremonti e Brunetta, amici vostri, ve lo lasciano fare).
E comunque se vengono a contestarmi, io ho la scusa buona:
"il cartello taroccato da negozio 'tutto a 1€' è stato messo, magari da Anemone, a mia insaputa"
Segnala all'amministratore
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI