Mercoledì 21 Novembre 2018
   
Text Size

AGENTI AUSILIARI SI DIMETTONO DOPO MINACCE

vigile-minacciato-conversano

Dopo continue minacce di morte, si licenzia un vigile ausiliario di Conversano.

Diversi sono stati gli episodi che hanno coinvolto il personale della PM, rei di formulare contravvenzioni a coloro che avevano parcheggiato, in maniera selvaggia, le loro autovetture. Colpevoli delle minacce, tre cittadini conversanesi, prontamente denunciati dalle forze dell’ordine.

A far scattare l’abbandono del posto di lavoro ad un giovane agente, l’aggressione subita da un cinquantenne che, non contento di aver ricevuto una multa per mancato pagamento del ticket di parcheggio, si è lanciato sul ragazzo, l’ha spintonato, insultato e minacciato di morte. Sul posto sono intervenuti, oltre ai colleghi dell’agente, anche i Carabinieri, che hanno condotto l’uomo al Comando e, dopo i regolari accertamenti, l’hanno sanzionato anche con il sequestro del libretto di circolazione poiché la sua auto non è risultata in regola con la revisione.

Questo è solo uno dei tanti episodi di intolleranza rivolti verso i giovani ausiliari e che ha condotto alle   spontanee dimissioni di due di loro. Tra i due, uno ha preferito rinunciare allo stipendio di 700 euro al mese per 20 ore di lavoro, sebbene disoccupato, pur di non continuare a subire offese gratuite.

Commenti 

 
#7 specialone 2010-07-26 14:25
Non giustifico quanto accaduto, anzi... Xò queste rogne se le vanno a cercare! I sig.ri ausiliari fanno le multe a ki non conoscono. A me (residente del CS) non permettono nemmeno di scaricare l'auto (vogliono il grattino... qnd il minimo è 30 €cent e mezzora non starò a casa!) visto la norma (stupida!!!)di avere un pass a famiglia (c'è gente che abita ai confini di Conversano e ha un regolare pass... mah!) e la non istituzione di una zona di carico e scarico in Via Bolognini), poi il conoscente che sta tranquillamente seduto a 7000caffè continua a starsene seduto a sorseggiare il suo caffè...
Segnala all'amministratore
 
 
#6 jean valjean 2010-07-25 06:13
salve,

secondo me nn è questione di conflitti sociali ....il problema è che a nessuno piace essere multato (con sta crisi).. se poi aggiungi il fatto che ad esserlo è un VASTASO il giuoco è fatto..il caldo la rabbia, gli partono i 5 minuti e tak la viuuuenza... ecco non vorrei dire ma di sti personaggi "un po' irascibili" a conversano ce ne sono a iosa in libertà....quindi non ci meravagliamo + di tanto...fanno parte dell'evoluzione della specie pure loro. buone vacanze ai vigili urbani:-)
Segnala all'amministratore
 
 
#5 diabolik 2010-07-24 19:01
Caro Mario sono perfettamente d'accordo con te. Il clima di odio e' alimentato da anni di "conflitto sociale" che con l'aiuto dei giornali e alle "agenzie educative" tutte orientate e al a servizio del modo di pensare tipico della sinistra-marxista. E' un disegno preciso ! Basta leggere un po' delle tesi politiche in cui si riconoscono (conlitto sociale, lotta di classe) Il lupo perde il pelo ma non il vizio
Segnala all'amministratore
 
 
#4 danielepasquale5@gmail.com 2010-07-23 23:05
caro mario teo,
quello che dici è senza senso.
Come puoi mettere sulla stessa bilancia due cose così diverse?
Nessuno ha alimentato un odio verso tali figure ma, presumendo di essere ancora in un paese decente, sono state espresse delle libere opinioni sui modi poco corretti con i quali sono state fatte queste assunzioni.
Se poi, si sono verificate vili aggressioni nei confronti di chi adempiva ad un dovere contrattuale, queste non possono in alcun modo essere ricollegate ad un dissenso franco e motivato verso le scelte partigiane dell'amministrazione.
Ribadisco che il modo in cui sono stati scelti gli ausiliari non può essere condiviso.
Al contempo mi preme sottolineare che gli stessi agenti ausiliari hanno adempiuto al loro compito in modo esemplare!
E non è facile in un contesto difficile e delicato come il nostro paese ...
Segnala all'amministratore
 
 
#3 Mario Teo 2010-07-23 20:03
Mi vergogno per quanto accaduto al giovane ausiliare. Queste sono scene da film. Credo che il nostro paese non sia pronto a nessun tipo di cambiamento e ad alcuna forma di civiltà. Ma consentitemi di aggiungere che questo clima di odio e disprezzo verso gli ausiliari è anche frutto dei tanti giornali e politici che spesso è volentieri hanno alimentato l'odio verso tali figure. A buon intenditore, poche parole.
Segnala all'amministratore
 
 
#2 Pressing 2010-07-23 00:06
Questi fatti sono assolutamente inacettabili e vanno stroncati immediatamente. Si deve dare un segnale di civiltà facendo tutto il possibile per tutelare chi lavora esclusivamente per la comunità. Certa gente si sente autorizzata ad avere certi comportamenti anche a causa del colpevole lassismo (per non parlare di collusione) che hanno con gli operatori locali che non riescono neanche a far mettere un casco ad un quattordicenne.
Segnala all'amministratore
 
 
#1 danielepasquale5@gmail.com 2010-07-22 20:58
Esprimo la mia sincera solidaietà al giovane "ausiliario" e, ricordo per correttezza che l'altro agente si è dimesso poichè ha trovato una migliore opportunità lavorativa in altro comune.
Mi spiace constatare, dopo due anni, che cercare di creare condizioni di vivibilità e decoro nelle strade cittadine è ancora ... rischioso per la propria incolumità!
Auguro al ragazzo che, presto possa trovare un nuovo lavoro.
Segnala all'amministratore
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI