Mercoledì 21 Novembre 2018
   
Text Size

TENTA DI INCENDIARE FURGONE, ARRESTATO CONVERSANESE

carabinieri0001

TENTA D’INCENDIARE UN FURGONE

L'arresto per accusa di incendio doloso


 

Scoperto mentre avrebbe tentato di nascondersi dopo aver appiccato il fuoco ad un furgone, ed è finito in carcere. Si tratta di Cosimo Di Lorenzo, 33enne di Conversano, già noto alle forze dell’ordine, arrestato la notte scorsa dai Carabinieri della locale Stazione con l’accusa di incendio doloso.

I militari, durante un servizio di perlustrazione, nel transitare in via Abba hanno notato del fumo provenire da un furgone Peugeot Ranch parcheggiato, mentre Di Lorenzo, accortosi dell'arrivo dei carabinieri, avrebbe prima tentato di nascondersi dietro un veicolo in sosta e poi fuggito, dandosi a gambe levate.

I carabinieri raccontano che, una volta raggiunto dopo un breve inseguimento, il piromane, pur di sottrarsi alla cattura, non ha esitato ad aggredire i militari, sferrando calci e pugni all’impazzata. Solo l’intervento dei rinforzi, nel frattempo impegnati per domare le fiamme, ha permesso di bloccare l’individuo, poi condotto in caserma.

Il sopralluogo ha permesso agli operanti di rinvenire della plastica e dei fogli di carta riposti sulle gomme anteriori del veicolo e dati alle fiamme, oltre ad un accendino in plastica, verosimilmente gettato dall’uomo prima di darsi alla fuga.

Tratto in arresto, il 33enne è stato associato presso la casa circondariale di Bari.

Commenti 

 
#5 Law and Order 2011-02-10 11:30
@ Gianivto: secondo me Gianvito non ha tutti i torti..... ma chiedo a Gianvito: conosci e sapresti dirci i nomi degli avvocati difensori dei soliti Ignoti?
Segnala all'amministratore
 
 
#4 Gianvito F. 2011-02-05 14:43
Ma io cmq vedo sempre i soliti noti girare tranquillamente...
Segnala all'amministratore
 
 
#3 Il pupazzo 2011-02-04 13:17
Bisogna riconoscere che da quando è arrivato il Maresciallo Savatti, a Conversano i delinquenti hanno vita difficile.
Segnala all'amministratore
 
 
#2 sabio 2011-02-04 08:33
L'arma dei "Fedeli nei secoli" è l'unica, a mio parere, ad essere il corpo che garantisce libertà e sicurezza ai cittadini. Dobbiamo essere fieri di loro. Bravi!
Segnala all'amministratore
 
 
#1 law and order 2011-02-04 01:22
Sempre vicini all'arma dei Carabinieri. Solidarietà ai carabinieri feriti dalla colluttazione con il malvivente. Collaboriamo con i carabinieri e forze di polizia, per ripulire la nostra città da questi delinquenti
Segnala all'amministratore
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI