Lunedì 19 Novembre 2018
   
Text Size

COZZE: ANNEGA TURISTA SESSANTENNE

cozze_2011

Un turista francese di circa sessan'tanni è annegato questa mattina a Cozze.

L'uomo si era tuffato con i due nipoti nei pressi di "Porto San Giovanni". Probabilmente le cattive condizione del mare hanno messo in difficoltà il sessantenne, trascinato dalle correnti fino al tratto di mare prospicente la spiaggia nota come "Il Timone". Inutile l'intervento dei soccorsi.

I due nipoti sono riusciti,invece, a mettersi in salvo.

Commenti 

 
#4 contuttoilrispetto 2011-08-11 13:04
Con tutto il rispetto per la persona che non c'è più e per i suoi familiari, ma con il mare così agitato com'è che due ragazzini erano in acqua? non voglio fare inutili moralismi ma credo sia sempre più indispensabile la presenza di addetti al salvataggio lungo tutta la costa affollata da bagnanti. Non solo per intervenire tempestivamente ma anche per EVITARE che chiunque si spinga in mare quando le condizioni del mare stesso sono Pericolose. Dobbiamo "tenere" di più per la VITA.
Segnala all'amministratore
 
 
#3 daniele pasquale 2011-08-11 06:58
Il signor Antonio, stando alla cronaca riportata sui maggiori quotidiani nazionali, si è comportato da EROE.
Conversano, sua città natale, dimostri attenzione e rispetto per una persona la cui vita, compreso l'epilogo tristissimo ma edificante, è stata segnata dal sacrificio e dall'amore per la famiglia.
Segnala all'amministratore
 
 
#2 daniele pasquale 2011-08-11 06:18
Un uomo di 64 anni, Antonio Amodio, nato a Conversano (Bari) e residente in Francia, è morto stamattina mentre cercava di mettere in salvo due nipoti di 12 anni, gemelli, che erano in difficoltà tra le onde per il mare agitato e che poi hanno raggiunto la riva.

È accaduto sul litorale di Cozze, a una trentina di chilometri a sud del capoluogo. Amodio, a quanto accertato da carabinieri e Guardia costiera, dopo aver visto in difficoltà i ragazzi, che vivono in Francia e che sono in vacanza in Puglia con i genitori, si è lanciato in loro soccorso assieme al padre degli stessi gemelli, contribuendo a metterli in salvo grazie anche agli addetti al salvataggio del complesso turistico in cui si trovavano. L'uomo si è però accasciato su uno scoglio ed inutili si sono rivelati i tentativi di rianimarlo.
(Il Messaggero)
Segnala all'amministratore
 
 
#1 daniele pasquale 2011-08-11 06:16
Ma lui si è tuffato per salvare i nipoti o no?
Ci sono agenzie di stampa che parlano di un gesto eroico di quest'uomo.
Segnala all'amministratore
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI