Giovedì 15 Novembre 2018
   
Text Size

"Discarica Lombardi Ecologia: Fabbrica di Tumori?"

discarica-agosto-2012-2

Con l’ordinanza n.98 del 18 marzo 2011, il Commissario Delegato all’Emergenza Ambientale Nichi Vendola ha dichiarato esaurito il terzo lotto della discarica in c.da Martucci avviando, prima provvisoriamente ora in regime definitivo, l’impianto complesso per la produzione di CDR (combustibile da rifiuti).

Si è chiuso un capitolo e, con l'aiuto di una nostra fonte che per il momento preferisce mantenere l'anonimato, proveremo a ricostruire la biografia di quella discarica, con tutte le sue contraddizioni e i punti oscuri che ancora oggi non trovano risposte.

Il primo tassello lo pone questo video elaborato dalla nostra fonte. Seppure opinabile nella forma, fornisce una convincente ricostruzione di come i fratelli Lombardi abbiamo ottenuto l'autorizzazione all'esercizio della propria discarica, trasformando "la conca d'oro in un cimitero di rifiuti".

Una spiegazione, infine, la merita il titolo del filmato: "Fabbrica di tumore?". Affermazione addolcita in forma di prudente interrogativo che, da qualche tempo, è stampata sulle labbra di molti concittadini. In altre parole, ci si domanda se esista davvero una relazione tra l'esercizio della discarica e l'aumento dei casi di morte per patologie tumorali.

"Nessuna ricerca di scalpore − precisa la nostra fonte − solo la consapevolezza che a Conversano e nei paesi limitrofi ammalarsi e morire di tumore è diventato sempre più frequente. Ed il sospetto che la discarica e la sua gestione equivoca centrino qualcosa, posso garantirvelo, non è infondato".

Lo abbiamo detto e, ora più che mai, non abbiamo timore a ripeterlo: forse è troppo presto per parlare di ecomafia, di azioni che intenzionalmente metterebbero a rischio la salute di centinaia di persone nella provincia barese; tuttavia qualcosa si è iniziato a muovere ed il sistema di omertà e connivenze sta lentamente crollando, aprendo scenari inediti.

Commenti 

 
#13 daniele pasquale 2012-08-23 02:48
Commenti assennati ed ineccepibili che si infrangono contro una cruda realtà: Perchè nel video si vede il Vesuvio? Chi e perchè manipola la verità? Serve davvero falsificare?
Segnala all'amministratore
 
 
#12 Il Commenta 2012-08-21 19:09
caro vercingetorige ti do una notizia favolosa per te questa brava gente sara presto dalle tue parti e spero che presto la conoscerete tutti voi e tenetevela stretta auguri a tutti voi e buon appetito
Segnala all'amministratore
 
 
#11 Giovanna Lanzilotta 2012-08-20 15:03
100 passi verso la verità

Al di là della forma di questo video resta la sostanza.
Invito Vercingetorige, dunque, a darci dimostrazione delle sue parole.... ovvero delle sue mere opinioni.

In generale è imbarazzante per me credere che ci siano ancora oggi persone che 'difendono' gli interessi di una azienda come la Lombardi.

Dopo tutto quello che è successo... Un'azienda che, dal mio punto di vista, avanza un credito incalcolabile in termini culturali, ambientali e, non ultimo, economici verso quella comunità sana che ancora oggi non sonnecchia e (r)esiste per non diventare facile preda della 'campagna acquisti' (come la sponsorizzazione ad un evento)...

Altri, invece, sempre della comunità conversanese, guardano ogni giorno quello che accade e tacciono. E sembra che non succeda mai nulla. Mai nulla è troppo per queste persone. Mai nulla che li spinga a dire BASTA! Rifiuti seppelliti in luoghi non adibiti a discariche?
Cosa vuoi che sia? "Sarà mica la prima volta che accade?"
Ma che altro deve succedere per farvi indignare?
Basta un posto di lavoro per farvi stare zitti?

Senza contare che, anche commentare uno scempio qualsiasi è diventato scomodo o poco 'opportuno', si preferisce il quieto vivere alla verità. Bene: ufficialmente posso dire che questo atteggiamento MI FA SCHIFO e lo dico con la semplicità linguistica e culturale necessaria.

C'è penuria di nomi e cognomi anche qui nei commenti e me ne dispiace. Significa che non ci riteniamo ancora liberi. Come a... voler vivere in una democrazia di facciata, ma davvero va bene così?
Segnala all'amministratore
 
 
#10 Gianfranco Sisto 2012-08-17 19:24
ciao carissimo Vergingetorige, una sola domanda:
sei ancora il principe dei Galli o sei diventato il condottiero dei Lombardi, pardon dei Longobardi?
saluti da Pipino il Breve
Segnala all'amministratore
 
 
#9 Fabio DAprile 2012-08-16 09:25
Gentile Vercingetorige,
fin dalla premessa avvisavamo i lettori che il filmato risultava "opinabile nella forma". Molte delle immagini inserite sono, difatti, riprese da comuni motori di ricerca (è sufficiente impostare la ricerca sul termine "discarica" per averne conferma).

Oltre alla sua arguta segnalazione del Vesuvio che trionfa alle spalle di una delle immagini, potremmo aggiungere le vasche superficiali per la raccolta e il trattamento del percolato (di cui la nostra discarica è sprovvista); il tecnico intento ad analizzare il grado di radioattività dei rifiuti (un controllo che in quell'area è stato fatto solo una volta, in occasione della chiusura degli anni '90) e, ci lasci passare la freddura, anche lo scheletro non sembrerebbe "geograficamente rispondente a quella realtà"....

Il motivo per cui abbiamo deciso, non senza riserve, di pubblicare questo documento è il racconto, circostanziato e finora non smentito, sul modo in cui la Lombardi Ecologia avrebbe ottenuto l'autorizzazione a gestire la propria discarica. Una "discarica privata" che, nel tempo, è riuscita a convertire la naturale inclinazione di un'intera contrada: da prima terra per produttività agricola ad ultimo anello della filiera dell'industria dei rifiuti.

Risulta, infine, quantomeno pleonastico scomodare le categorie di "terrorismo ecologico" e "onestà intellettuale" per un banale montaggio di immagini, sopratutto se − dopo la pronuncia di comprensibili giudizi − si evita di entrare nel merito della vicenda e domandarsi − solo per fare qualche esempio − se quella discarica nel 1983 era realmente rientrante nella tipologia individuata dal DPR n.915 o perché non sia stato dato corpo e seguito alla sentenza del Consiglio di Stato del 1996, la quale confermava che la discarica "nasceva su false attestazioni" e così via ...

Il timore di essere additati come "terroristi ecologici" e la parsimonia nel conservare una presunzione di "onestà intellettuale" hanno avuto il 'merito' di minimizzare le incongruenze che si verificavano nella gestione dei rifiuti nel momento in cui potevano essere bloccate, come la recente inchiesta aperta dalla Procura barese sta iniziando a documentare.
Segnala all'amministratore
 
 
#8 Vercingetorige 2012-08-13 13:42
Questo video è un insieme di falsità artefatte.... basta con il terrorismo di matrice ecologica!
A chi ha montato queste sequenze estrapolate da contesti che non rispondono a quella realtà geografica (si vede il Vesuvio sullo sfondo di alcune sequenze) bisognerebbe chiedere conto della loro "onestà" intellettuale!
Segnala all'amministratore
 
 
#7 Antonello 2012-08-09 08:16
Non trovo parole per esprimere lo sconcerto che queste immagini mi ingenerano. Infischiarsene della vita degli altri abitando luoghi lontani non assicura la propria e, se vi è una giustizia divina, mai come in questi casi la invoco.
Segnala all'amministratore
 
 
#6 Gianfranco Sisto 2012-08-08 20:22
caro diabolik non c'è colore politico che si salvi rispetto la questione discarica.... non a caso in contrada Martucci abbiamo 3 lotti che rappresentano bene destra, sinistra e centro anzi ne sono il monumento a futura memoria ...in più bisogna dire che ogni cittadino conversanese non può più continuare a buttare i suoi rifiuti a cuor leggero, saluti.
Segnala all'amministratore
 
 
#5 Gep 2012-08-08 13:52
Ho visto dei mostri in questo video:Vincenzo e Paolo Lombardi!Complimenti per il video.perché non pubblicarlo ai nuovi mostri?Vedere Andrea Babbo mi ha toccato il cuore...mi dispiace...
Segnala all'amministratore
 
 
#4 diabolik 2012-08-07 23:51
Le parti politiche che negli anni hanno amministrato e sono responsabili di quello che e' avvenuto dagli anni 90in poi sono le amministrazioni del centro-sinistra. Sono gli anni del famoso "patto della spigola" dell'allora sindaco.... Fino a quel momento la responsabilità politica e di gestione era ancora in capo ed in toto alle amministrazioni locali. Poi sono arrivate le leggi di delega nazionale, la legge Ronchi che affidava le responsabilità alla regione per i macroterritori e in seguito le ATO, oggi in liquidazione, ed alcune prerogative affidate di recente alla provincia. Oggi a distanza di quasi 8 anni di Governo regionale con a capo vendola, che anche in questo caso come per la sanità aveva promesso una maggiore tutela ambientale del territorio e sopratutto interesse per il territorio di Conversano, l'unica cosa certa ad oggi sono gli affari fatti con il gruppo CO.GE,AM di Mercegaglia con la realizzazione di 4 impianti realizzati in Puglia. A tutte queste responsabilità si aggiungono quelle di politici, associazioni sportive e associazioni in genere di Conversano che nel corso di questi decenni sono andati a chiedere elemosine strizzando gli occhi per contributi, sponsorizzazioni ed elargizioni e ingenuamente si sono fatti iscrivere a libro paga di Lombardi e Co. annientando e depotenziando in questo modo qualsiasi forma di protesta, Non solo vanificando le fasi verifica e controllo politico e quindi sociale. Concordo che l'unica speranza ma forse è in netto ritardo perche' poteva intervenire molto tempo prima è la magistratura con le sue indagini. La verità vera e' una sola Conversano ha sulla coscienza tante persone che non ci sono piu'....e forse non ha piu' ne' un orgoglio ne' una identità.
Segnala all'amministratore
 
 
#3 il moralizzatore 2012-08-07 21:11
via gli intrusi dall'amministrazione, gente che sapeva è che viene pagato dalla lombardi ..... che schifo.
Segnala all'amministratore
 
 
#2 daniele pasquale 2012-08-07 21:02
Per me, dietro questi comportamenti omissivi, si nascondono finalità e metodologie criminose in stile mafioso.

Non posso dimenticare, essendomene occupato abbondantemente in passato, che la Discarica nacque nonostante un grossolano errore(???) di scambio di particelle. Ci fu un Sindaco che provò a contrastare questa deriva ma fu osteggiato da tutti.
Chi se ne ricorda il nome?
Se la Magistratura si occuperà a tutto tondo di questo scandalo, molti politici dovranno tremare.
Segnala all'amministratore
 
 
#1 falchi & colombe 2012-08-07 13:42
Innazitutto affetto e solidarietà a chi sà ed oggi inizia a svelare quei retroscena fino a ieri sussurrati e volutamente non approfonditi. E' tempo che uno slancio diverso delle coscienze prenda forma e chiarisca i ruoli oscuri tenuti dalle istituzioni . Noi riteniamo molto responsabile le parti politiche che negli anni hanno amministrato Conversano e paesi limitrofi nel non aver fatto tutto il possibile per tutelare i cittadini. Ancor più grave potrebbe apparire il ruolo delle istituzioni che chiamate a vigilare hanno nicchiato e a dire di chi sà mal gestito le fasi di controllo e verifiche. I risultati sono che oggi siamo di fatto all'anno zero e si spera che la magistratura con le sue indagini risolva i problemi e pulisca le coscienze. Signori miei non è così...!!!
Segnala all'amministratore
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI