Venerdì 16 Novembre 2018
   
Text Size

Conversano, costringeva sue alunne a “particolari attenzioni”. Arrestato docente.

carabinieri0001

Abusando del suo ruolo di insegnante in una scuola superiore di Conversano avrebbe indotto alcune alunne a frequentare lezioni private nell’istituto e presso la sua abitazione per poi molestarle con palpeggiamenti e baci in più parti del corpo.

Abusando dei suoi poteri avrebbe minacciato una delle ragazzine costringendola a riprendere le ripetizioni da lei interrotte. In caso contrario la vittima avrebbe perso l’anno scolastico riportando un debito nella sua materia. I Carabinieri della Stazione di Conversano, coordinati della Procura della Repubblica di Bari, grazie anche alle dichiarazioni delle alunne che hanno trovato la forza di denunciare gli abusi, hanno arrestato un insegnante 53enne incensurato del luogo in esecuzione di un’ordinanza di custodia cautelare agli arresti domiciliari emessa dal GIP del Tribunale di Bari, su richiesta della locale Procura della Repubblica.

L’uomo è ritenuto responsabile di violenza sessuale aggravata e continuata e tentata concussione. Le indagini hanno evidenziato che l’insegnante, nel periodo compreso tra il 2007 ed il giugno 2012, avrebbe molestato quattro sue alunne, tutte minorenni e frequentanti lo stesso istituto scolastico.

Tratto in arresto il 53enne, su disposizione della Procura della Repubblica di Bari è stato associato presso la sua abitazione in regime di arresti domiciliari.

Commenti 

 
#9 Alfredo Violante 2012-09-25 07:36
Se non ricordo male dai miei lontani studi giuridici, la custodia cautelare è prevista in soli tre casi: pericolo di fuga, di perpetuazione del reato e di inquinamento delle prove. Scartata la prima ipotesi per ovvie ragioni, resta l'eventualità che si sarebbero potute verificare le altre due. Dunque, immagino che le condizioni previste dall'ordinamento per procedere all'arresto ci sarebbero. E' vero, però, che una valutazione più accurata del contesto sociale nel quale si è svolta la vicenda avrebbe dovuto spingere il magistrato e le forze dell'ordine a maggiore cautela.
Segnala all'amministratore
 
 
#8 lurius 2012-09-24 07:12
applaudo anch'io...innocente o colpevole,potevano andare a prelevarlo dalla casa...mah!!
Segnala all'amministratore
 
 
#7 Bruno Bruzzone 2012-09-23 09:37
L'arresto a scuola fa pensare a flagranza di reato. Intercettazioni ambientali?
Segnala all'amministratore
 
 
#6 Forrest Gump 2012-09-22 11:28
Delle prove non ne sappiamo nulla...
Certamente non stiamo parlando di un latitante pericoloso in fuga , ma di una persona che stava in quel momento lavorando. Lo potevano tranquillamente "prelevare" da casa prima o dopo il lavoro. ...
Segnala all'amministratore
 
 
#5 daniele pasquale 2012-09-21 18:05
Alla gogna mediatica non c'è solo il presunto innocente ...
Ma, vi rendete conto che non si può difendere a spada tratta il prof senza, accusare, direttamente o meno, le 4 ragazze di dire il falso? E se avessero ragione? Avrebbero subito il torto 2 volte ...
Sospendiamo ogni giudizio ed attendiamo ulteriori ragguagli. E' decisamente la strada più corretta. Non ho capito chi è il prof in questione ma mi par di capire che è una persona che riscuote molta stima. Spero onestamente che sia ben meritata.
Segnala all'amministratore
 
 
#4 pinco palla 2012-09-21 13:44
tutti palano di lui della sua sofferenza non credo però che delle ragazze paghino degli avvocati per dire stro***te, e non credo che avrebbero mai arrestato un professore così conosciuto senza avere prove tangibili.
Segnala all'amministratore
 
 
#3 tea 2012-09-21 09:52
il cantastorie sono d'accordo con te le manette anche se gliele toglieranno gli rimarranno sempre dentro un po' di giudizio nel fare le cose no?! non credo alle ragazze perche' adesso si e' pronte a fare tutto per avere qualcosa non vorrei che fosse tutto una boata
Segnala all'amministratore
 
 
#2 daniele pasquale 2012-09-21 03:51
Presso la sua abitazione? Incredibile ...
Segnala all'amministratore
 
 
#1 Il cantastorie 2012-09-20 18:57
E un applauso alle forze dell'ordine che noncuranti dello svolgimento delle lezioni, noncuranti della presunzione d'innocenza, noncuranti dell'aver messo alla gogna un professore che ha formato fior fiore di studenti, insegnando con passione, e che anche se dovesse uscire indenne penalmente da questa vicenda dovrà vivere come un condannato, non glielo facciamo? Non era mica un fuggitivo, l'indirizzo ce l'avevano tutti, si poteva evitare questi spettacoli. E' la vita, non Real Tv.
Segnala all'amministratore
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI