Lunedì 19 Novembre 2018
   
Text Size

ARRESTATI MAXIPUSHER, 14 KG DI DROGA

carabinieri1
12 chilogrammi di cocaina pura, 2 chilogrammi di eroina, 150 grammi di hashish e due persone insospettabili arrestate. È il bilancio di un’importante operazione di polizia giudiziaria condotta dai Carabinieri della Compagnia di Monopoli, che hanno inferto un duro colpo alle organizzazioni criminali della zona, attive nel settore dello smercio delle sostanze stupefacenti. Le attività sono iniziate all’alba, quando circa trenta militari, con il supporto di unità cinofile, hanno effettuato una serie di mirate perquisizioni domiciliari per la ricerca di sostanze stupefacenti. Le perquisizioni si fondavano su preziosi elementi ricavati da una attenta attività informativa che aveva consentito agli operatori di individuare dei personaggi, privi di precedenti specifici, ma comunque contigui nel panorama del traffico della droga.

Il primo colpo è stato messo a segno nella masseria di campagna di G.A.C. (classe 1968), un imprenditore agricolo con precedenti risalenti nel tempo ma oramai dedito apparentemente solo al lavoro dei campi, tanto che nei suoi confronti era addirittura intervenuta la riabilitazione. Nelle pertinenze della sua abitazione i Carabinieri hanno recuperato, nascosto tra paglia, uno zainetto con all’interno sette “panetti” di cocaina pura, per un peso complessivo superiore agli 8 chilogrammi. Viste le modalità di confezionamento e di stoccaggio, gli inquirenti ritengono che quel luogo costituisse solo una sistemazione provvisoria, in funzione di un qualche altro spostamento; comunque, i responsabili della detenzione illecita si erano premurati di ricoprire ogni singola confezione con una pasta di caffè affinchè la cocaina non potesse essere individuata dal fiuto dei cani antidroga.

Altra stoccata è stata inferta, in un contesto diverso, presso l’abitazione di A.P. (classe 1943), un insospettabile pensionato incensurato di Monopoli. Questi utilizzava un piccolo locale attiguo al suo garage per occultare una quantità eccezionale di quelle che vengono definite “droghe pesanti”. A suo carico pende ora la pesantissima accusa di detenzione di 6 chilogrammi di sostanze stupefacenti, 4 di cocaina e 2 di eroina oltre che ulteriori 150 grammi di hashish.

Si tratta del maggiore sequestro di COCAINA eseguito nell’ambito di questa provincia ma il risultato si conferma ancora di maggiore spessore se si considera che i primi test sui 14 chili di droga hanno rivelato che si tratta di stupefacente allo stato “PURO”, quindi non ancora miscelato con sostanze da taglio. Le analisi di laboratorio hanno permesso di stabilire l’elevato principio attivo che avrebbe consentito di miscelarla – anche in più passaggi - fino ad un rapporto di 1 a 10, ricavando quasi 100 chili da immettere sul mercato dello spaccio. Il valore complessivo nella vendita al dettaglio si aggirerebbe sui 5 milioni di euro.

Questa importante operazione segue di pochi giorni altri due significativi sequestri di stupefacenti avvenuti nella Provincia di Bari. Il primo riguarda lo scorso 11 giugno, quando ad Andria furono recuperati ben 6 chili di droga (quasi tre chili di eroina, oltre tre chili di hashish e circa duecento grammi di cocaina). Il secondo, invece, riguarda  lo scorso 25 giugno. In questa circostanza furono rinvenuti a Bari oltre 7 chili di hashish.

Commenti 

 
#11 L4c4p4g1r4 2009-07-08 12:54
concordo: sbattiamo il mostro in prima pagina soprattutto se rumeno o extracomunitario e se c'è la campagna elettorale.

Poi tutto finisce e il pirla razzista dell'on.Salvini rinfodera i cori anti-meridionali ma si dimette ma solo per optare per Strasburgo per chiedere carrozze metro separate in tutta Europa


Il tenero Alemanno c'è diventato sindaco grazie a presunti stupratori rumeni e verissimi tassinari esosi (+25% sulle corse)

[e scusate se esco fuori tema]
Segnala all'amministratore
 
 
#10 luigiramunni 2009-07-08 02:40
Magari in questo caso avremmo potuto anche scriverli i nomi per esteso (fermo restando che non lo faremo mai se non al termine dell'iter giudiziario) ma il "senza colpa" era riferito al fatto che a volte alcune persone vengono incarcerate e poi immediatamente rilasciate per una valida ragione.
Segnala all'amministratore
 
 
#9 L4c4p4g1r4 2009-07-07 21:21
Senza colpa ? si parlava di flagranza di reato. Cari.

Se beccano un pusher, un topo d'auto in un inseguimento dopo che hai rubato una macchina (vedi articolo relativo) un pirata della strada, cui hanno ritirato la patente, mentre scorrazza ubriaco per il paese, perché la comunità non dovrebbe conoscerne l'identità ?
(magari la vostra ragione è buona, ma io non la vedo)
Segnala all'amministratore
 
 
#8 luigiramunni 2009-07-07 19:22
Come ti sentiresti tu ad essere sbattuto in prima pagina senza colpa?
Segnala all'amministratore
 
 
#7 L4c4p4g1r4 2009-07-07 12:52
In genere questo garantismo peloso è riservato ai potenti
Segnala all'amministratore
 
 
#6 Iudice 2009-07-07 11:49
giusto luigi! è giusto che sia così! i pettegolezzi lasciamo a qualcun altro...che forse gli piacciono!
Segnala all'amministratore
 
 
#5 Fabio87 2009-07-06 22:59
Estramamente d'accordo con la linea editoriale intrapresa!!! Perchè pubblicare i nomi? Per fare gossip,commenti e chiacchiere da bar? Se mai sarano dichiarati colpevol perchè metterli alla gogna mediatica senza prima un regolare processo?

Per fortuna questo sito e chi lo dirige ha preso una linea di condotta ammirevole e non si è messo al pari di quei "giornalai" da quattro soldi che riempiono i giornali e le tv nazionali
Segnala all'amministratore
 
 
#4 luigiramunni 2009-07-06 22:17
la linea editoriale è quella di non pubblicare mai i nomi degli arrestati, in nessun caso.

diciamo questo perché molto spesso gli arrestati vengono poi scarcerati per mancanza di prove e alla stessa notizia della scarcerazione non viene dato l'identico risalto della precedente news sull'arresto.

non ci sembra eticamente corretto mettere alla gogna soggetti che poi si dimostrano estranei ai fatti. diverso ovviamente è il caso di condanne e/o provvedimenti per i quali la giustizia ha fatto interamente il suo corso.

speriamo di aver chiarito una volta per tutte i motivi che ci spingono ad agire così. p.s. un giornalismo eticamente corretto può e deve esistere. buona lettura a tutti!
Segnala all'amministratore
 
 
#3 L4c4p4g1r4 2009-07-06 22:08
e se si tratta di uno dei casi di arresto obbligatorio
tipo i casi di flagranza di reato ?

http://it.wikipedia.org/wiki/Arresto_in_flagranza_di_reato#Arresto_obbligatorio
Segnala all'amministratore
 
 
#2 luigiramunni 2009-07-06 22:04
è una precisa scelta editoriale, quella di celare sempre il nome dell'arrestato che, a rigor di logica, è colpevole solo a processo concluso.
Segnala all'amministratore
 
 
#1 melanja 2009-07-06 18:25
ma come mai tu nn scrivi i nomi degli arrestati qnd le tv locali li dicono??? dubbio atroce!
Segnala all'amministratore
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI