Lunedì 22 Gennaio 2018
   
Text Size

Conversano: ladro ruba uva. Denunciato

Conversano- ladro ruba uva. Denunciato

 

Il proprietario di un fondo scopre di essere stato vittima di un furto d’uva. Avvisa la vigilanza. I carabinieri individuano il ladro e restituiscono la refurtiva.

 

Un conversanese proprietario di un tendone coltivato con uva “Italia” in via Monterrone è andato a controllare il fondo in vista della raccolta del giorno seguente. L’agricoltore giunto nel tendone ha rilevato la presenza di acini per terra e ha verificato di essere stato vittima di un furto d’uva. Il conversanese ha allertato la vigilanza e i Carabinieri.

 

Le indagini condotte dai Carabinieri. Le indagini condotte dai Carabinieri con l’ausilio della Vigilanza hanno portato alla denuncia di un trentottenne con l’accusa di furto aggravato. L’uomo denunciato è già noto alle forze dell’ordine. Il ladro di uva aveva riposto la refurtiva all’interno di cassette coperte con un telo per gabbare eventuali controlli. La protezione offerta dal telo avrebbe dovuto consentire di aggirare occhi indiscreti. Il 38enne ha sottratto ben 5 quintali di uva restituiti al proprietario dai Carabinieri.

 

I ladri di frutta nelle campagne. Il fenomeno dei ladri di frutta nelle campagne tende ad aumentare con l’arrivo della stagione della raccolta. I malviventi in genere intervengono nella notte, con operazioni fulminee, volte a riempire casse di frutta per fuggire indisturbati nella notte. Il valore della refurtiva viene in genere venduta a prezzi di mercato con escamotage. I commercianti acquirenti la frutta hanno scarse possibilità di verificare la provenienza dell’uva al mercato o in magazzino. A volte i ladri fanno rivendere la frutta ad agricoltori accreditati ai magazzini.

 

Agricoltori vessati dal mercato e dai ladri. L’attività degli agricoltori diventa sempre più complessa. I coltivatori devono far fronte alla sempre maggiore difficoltà di operare in un mercato con prezzi ridotti e con costi di gestione elevati. Tuttavia gli agricoltori devono considerare anche il rischio prodotto dalla criminalità in grado di distruggere in poche ore l’attività lavorativa svolta in un anno. Le istituzioni possono migliorare la condizione economica degli agricoltori sia attraverso delle operazioni volte all’efficientamento del mercato che attraverso l’ausilio di sistemi di sicurezza rurale.

 

 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI