Martedì 21 Agosto 2018
   
Text Size

Conversano: ladri rubano alberi di ciliegie

Conversano- ladri rubano alberi di ciliegio

Il proprietario è andato a controllare il terreno e ha realizzato di essere stato vittima di un furto di 120 alberi di ciliegie. I residenti nelle zone rurali e gli imprenditori agricoli pongono la questione della sicurezza nell’agro conversanese. Un piano per la sicurezza delle zone rurali in difesa anche del turismo.

 

I ladri hanno rubato alberi di ciliegie a Conversano in contrada Castiglione. Il furto è avvenuto tra il 22 e il 25 dicembre 2015. Il proprietario del terreno aveva piantato gli alberi qualche giorno prima del furto. L’agricoltore ha subito la perdita di 120 alberi di ciliegie. Il proprietario è andato a controllare lo stato delle piante e ha verificato il furto degli alberi.

Emergenza furti campagne. Gli agricoltori conversanesi hanno subito furti di frutta nel corso del 2015. La condizione di ordine pubblico dell’agro conversanese manifesta rischi elevati per gli imprenditori agricoli. I ladri rubano in genere attrezzi, o frutta, ma in questo caso hanno addirittura rubato alberelli appena piantati. Le forze dell’ordine insieme con la polizia privata sono impegnati nell’azione di contrasto al fenomeno dei furti nell’agro conversanese anche per garantire la sicurezza ai cittadini residenti nelle zone rurali.

 

Una politica anche economica per la sicurezza dell’agro conversanese. Il territorio dell’agro conversanese è uno dei più grandi della città metropolitana di Bari. La questione della sicurezza delle zone rurali ha un significato pubblico sia per la difesa della popolazione residente sia per la tutela degli investimenti realizzati dagli imprenditori agricoli nell’organizzazione delle aziende di produzione. L’amministrazione comunale nell’esercizio delle competenze anche di ordine pubblico potrebbe anche realizzare delle azioni volte a migliorare l’offerta di ordine pubblico per i residenti nell’agro conversanese e per gli imprenditori agricoli. Le aziende agricole possono ridurre il rischio dei furti attraverso la costituzione di enti di vigilanza agrari-rurali per la difesa delle produzioni e dei beni aziendali insieme con i cittadini residenti. La giunta può coordinare un tavolo per la sicurezza dell’agro conversanese attraverso il raccordo tra le forze dell’ordine pubbliche e le polizie private. Il piano per la sicurezza rurale può avere anche dei vantaggi per la tutela dei turisti impegnati nella scoperta della dotazione naturalistica e monumentale presente anche nelle zone rurali della città. 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI