Lunedì 19 Novembre 2018
   
Text Size

SERVIZIO TRIBUTI, INDAGA LA CORTE DEI CONTI

corte-dei-conti

Il Nucleo di Polizia Tributaria della Guardia di Finanza di Bari acquisirà le documentazioni sull’affidamento del servizio tributi del Comune di Conversano alla “Gestione Servizi s.p.a.”. Le indagini della Corte dei Conti vanno avanti spedite.

Quando si parla di “società miste” o esternalizzazione del servizio il rimando alle vicende Tri.com del comune di Polignano e di Fasano, e forse anche Monopoli, è inevitabile. La tensione cresce, e le preoccupazioni dei contribuenti non si fanno attendere. Ci sono voluti addirittura quindici giorni per ordinare la documentazione completa da consegnare ai militari della finanza: atti deliberativi, regolamentari e contabili, e documenti di riscossione tributi precedenti e successivi al servizio.

Si avanza il sospetto che le indagini possano essere state scaturite dalla denuncia presentata il 21 giugno del 2005 dal dottor. Franco Matarrese (allora consigliere comunale) all’indirizzo della Procura regionale della Corte dei Conti di Puglia.

Nel lungo esposto dell’ex consigliere è documentata la cronistoria complessa della vicenda tributaria che affonda le sue radici nel maggio 2002, quando sotto la gestione commissariale fu avviato il servizio di gestione tributi esternalizzato, con quote di partecipazione pari al 4% del capitale sociale (percentuale ceduta dal comune di Noicattaro) della “Gestione Servizi s.p.a.”. Una adesione che, secondo Matarrese, sarebbe stata raggiunta senza una regolare procedura di gara pubblica, senza un piano tecnico, economico e finanziario, senza una fattibile valutazione economica dell’affidamento.

QUANTO E’ COSTATO IL SERVIZIO – La delibera n.24 del 6 maggio 2003 del Commissario Prefettizio riconosce alla Gestione Servizi spa, per l’anno 2003, un compenso annuo di 175mila (iva esclusa), per l’anno 2004 e successive annualità un compenso pari al 4,90% sul totale dei tributi riscossi (10% sul recupero dell’evaso). Secondo Franco Matarrese molte delle prestazioni previste nella convenzione non sarebbero state eseguite. Le accuse contenute all’interno dell’esposto sono gravi e riportate con estrema dovizia di particolari: dallo sviluppo informatico per quanto riguarda il rapporto tra cittadino e amministrazione a illegittimità della convenzione. Solo per citarne alcune. Intanto, i conti non tornano.

Commenti 

 
#1 Max83 2010-04-15 14:21
Qual è l'esito delle indagini da parte della Corte dei Conti? Potreste pubblicare lo Statuto della Gestione Servizi S.p.A.?
Segnala all'amministratore
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI